10 motivi per andare in crociera

Il consorte già da tempo reclama di andare in crociera. Io cerco inevitabilmente di temporeggiare per un semplicissimo problema: soffro il mal di mare. Lui, che in crociera c’è stato un paio di volte con i nonni da bambino, dice che sulle navi da crociera l’ondeggiare non si sente. Io, che al massimo sono stata su di una nave per 24 ore (Genova Palermo, alla fine degli anni ’90), posso dire che, seppur non abbia avuto disturbi (il mare era calmissimo), sono arrivata a Palermo col mal di terra e le ultime ore sulla nave mi sembrava di essere su di un’amaca. Ma il DottIng incalza e, quando fa così, so che il momento in cui dovrò capitolare si avvicina. Per questo, ho chiesto lumi agli amici blogger che bazzicano il gruppo Facebook “Quelli che scrivono un blog di viaggi”. Ho chiesto a loro perchè, come me, sono viaggiatori indipendenti, gente che ama viaggiare e organizzare da se il viaggio, perchè l’organizzazione è una parte imprescindibile del viaggio e a me l’idea del tutto-pronto-tutto-compreso-tu-non-fai-nulla-e-te-la godi non piace e nemmeno a loro. Che poi, se non ho da far nulla, non mi piace e non me la godo.

crociera

Ho avuto tante risposte, assolutamente interessanti, che riepilogo in questo decalogo, che penso possa convincere anche gli scettici come me:

  1. La crociera permette di visitare molti luoghi in breve tempo. Può essere un ottimo modo per esplorare una regione (per esempio un gruppo di isole), farsene un’idea per poter poi scegliere dove fare una vacanza stanziale e dedicare più tempo al posto che più ci è piaciuto durante il passaggio in crociera;
  2. In crociera non è necessario prender parte alle escursioni organizzate. Organizzarsele da soli, cercando di visitare il più possibile nel breve tempo a disposizione è di certo una bella sfida che non disdegnerei di accettare;
  3. Viaggiando in bassa stagione ed evitando la folla di luglio ed agosto, ci si può godere la nave, che spesso ha a disposizione piscine ed ogni sorta d’intrattenimento, per cui, anche durante la navigazione, è impossibile annoiarsi;
  4. Se uno degli ostacoli a non andare in crociera è il mal di mare… ci sono bellissime crociere fluviali, per esempio sul Volga o sul Nilo, di cui chi c’è stato mi ha parlato bene. Da provare!
  5. Per chi ha figli (e noi l’abbiamo!), in crociera c’è il miniclub sempre attivo. Ecco, questo non è un buon motivo, ma un ottimo motivo per fare una crociera 😉
  6. Per chi viaggia da solo (o da sola), la crociera permette di fare conoscenza e di non sentirsi mai soli. Inoltre, se si considera una crociera sul Nilo ed una donna sola, la crociera è un ottimo modo per visitare l’Egitto, che, da paese islamico qual’è, non vede le donne sole di buon grado;
  7. Crociere particolari, fuori dalle solite rotte, tipo quelle nell’Antartico, permettono di visitare posti altrimenti inaccessibili;
  8. Anche le super donne super viaggiatrici super organizzate possono aver bisogno di relax, pur viaggiando. E allora, cosa c’è di meglio che una bella crociera?
  9. In crociera si mangia bene. Ottimo! In crociera si mangia tanto. Male, per una come me che combatte ogni giorno con la bilancia!
  10. Dato che non sono ancora del tutto convinta, l’ultimo motivo dovete darmelo voi… dai, pensate: perché andare in crociera?

Se vi è venuta voglia di partire, visitate il sito crociere.it: ne troverete per tutti i gusti e tutti i portafogli!

Related Images