3 libri da leggere prima di un viaggio nei Balcani

Il nostro viaggio nei Balcani è iniziato parecchio prima della partenza. Almeno per me. Desideravo così intensamente visitare Belgrado e Sarajevo che il mio viaggio di fine giugno è iniziato a metà febbraio, quando sono entrata all’Orsa Minore e mi sono fatta consigliare da Nicolo’ qualche libro da leggere in vista di un viaggio nei Balcani.

Ne sono uscita con una guida (Belgrado Pocket, di Luigi Ferrauto, una Lonely Planet un po’ diversa dalle altre, assolutamente non male ma troppo sintetica per i miei gusti) e due libri: Yugoland – in viaggio per i Balcani, di Andrea Ragona e Gabriele Gamberini e Viaggio in Iugoslavia – La Bosnia e l’Erzegovina, di Rebecca West.

Dopo appena una settimana sono tornata in libreria di viaggio e, come ha detto Nicolo’ il libraio, c’era un nuovo libro “ad aspettarmi”: Scoprire i Balcani – Storie, luoghi ed itinerari dell’Europa di mezzo. Potevo non comprarlo? Sia mai!

Sono tre libri assolutamente complementari, per cui non mi permetto nè di farne una classifica, nè di consigliarvene uno anziché un altro.

Yugoland – in viaggio per i Balcani, di Andrea Ragona (testi) e Gabriele Gamberini (illustrazioni) è il primo che ho letto, forse spinta dalla copertina colorata. È il viaggio dell’autore attraverso la ex Jugoslavia.

Andrea ha un obiettivo chiaro: capire se la Jugoslavia esista ancora. È un viaggio divertente ed intelligente, fatto di incontri, di sorrisi, di amicizie e di tante rakija bevute in compagnia. Per me che amo scoprire nuovi posti attraverso le persone, Yugoland – in viaggio per i Balcani è davvero il libro ideale.

Yugoland COPERTINA STAMPA

Viaggio in Iugoslavia, di Rebecca West, è, a tutti gli effetti, il reportage di viaggio di una viaggiatrice del secolo scorso. Cecily Isabel Fairfield, in arte Rebecca West, ha viaggiato con il marito attraverso la ex Jugoslavia negli anni tra il 1935 ed il 1938.

Viaggio in Iugoslavia nasce come un unico tomo, comprendente tutte le regioni che costituivano la Jugoslavia, adesso Stati indipendenti. Così come gli stati, anche il libro è stato diviso col passare del tempo. È assolutamente affascinante leggere com’erano quasi un secolo fa posti che ti accingi a visitare. La lettura non è così scorrevole come un libro contemporaneo, ma vi sono delle parti davvero notevoli: per esempio, l’ “Assassinio di Sarajevo” è raccontato in maniera così semplice e naturale che veramente sembra di essere lì, quel 29 giugno 1914.

Rebecca West (Ph. credits: wikipedia)
Rebecca West (Ph. credits: wikipedia)

Scoprire i Balcani – Storie, luoghi ed itinerari dell’Europa di mezzo è realizzato dall’Associazione Viaggiare i Balcani.

Alterna informazioni di base sui paesi balcanici ad itinerari di viaggio (realizzati o realizzabili tramite Viaggiare i Balcani), a poesie, a racconti, a piccoli reportage e a ricette tipiche. Porta alla scoperta anche di regioni meno note ed ancora inesplorate e comprende anche Romania, Bulgaria, Albania, Kosovo e Macedonia, paesi che non ho ancora visitato. Per questo, qualcosa mi dice che Scoprire i Balcani – Storie, luoghi ed itinerari dell’Europa di mezzo tornerà presto a poggiarsi sul mio comodino!

scoprire i balcani

E voi, siete state mai nei Balcani? Cosa avete letto prima di partire?

A proposito di letture sui Balcani, vi consiglio anche il diario di viaggio nei Balcani di Patrick Colgan (sì, lui, “quello del Giappone” che avete letto la scorsa settimana!) e le tappe del viaggio in bici da Bergamo a Sarajevo di Marco Sanzani.

Related Images