5 consigli per organizzare un viaggio negli Stati Uniti d’America

Un viaggio negli Stati Uniti d’America è un sogno per molti, italiani e non.
In tanti hanno la fortuna di realizzare questo sogno (almeno) una volta nella vita, altri no. Io rientro nella prima categoria.
Il mio viaggio è stato abbastanza “tradizionale”: ho visitato le città più famose della costa est, non facendomi mancare una giornata a Disneyland ed una capatina a New York.

1. La ricerca del volo per gli Stati Uniti

Andiamo con ordine. La prima cosa da fare quando si decide di fare un viaggio negli USA è quello di cercare un volo che rientri nel budget di spesa. Molte sono le compagnie che volano oltreoceano ed altrettanti i siti che aiutano nella ricerca della migliore combinazione di volo. Un consiglio molto utile per risparmiare sui voli è quello di valutare partenze da aeroporti diversi, perché i prezzi possono variare e pure di parecchio. Nel comprare il biglietto aereo bisogna chiedersi se sia il caso di prenotare un’auto a noleggio per tutta la durata della vacanza o soltanto per una parte. Pensateci!

2. Organizzare un viaggio negli USA: la necessità dell’ESTA

Dal 12 gennaio 2009 per salire a bordo di un aereo o di una nave diretta negli Stati Uniti è necessario aver ottenuto l’ESTA, ovvero l’autorizzazione al viaggio. ESTA, acronimo di Electronic System for Travel Authorization”, è un sistema elettronico online sviluppato dal governo degli Stati Uniti con lo scopo di esaminare i viaggiatori intenzionati a recarsi negli Stati Uniti prima di concedere loro l’autorizzazione a entrare nel paese. Vi consiglio di richiederlo appena avete acquistato il volo, così da essere sicuri di averlo in tempo.

3. Quando è necessario il visto per un viaggio in America

Per la permanenza negli States di oltre 90 giorni, oltre all’ESTA è necessario anche il visto. Pensateci almeno un paio di mesi prima della partenza, giusto per stare comodi sui tempi e non disperarsi negli ultimi giorni.

4. Scegliere l’albergo o gli alberghi migliori

La scelta dell’albergo in cui alloggiare è fondamentale e sarà cruciale per l’organizzazione logistica della vostra vacanza. Se avete intenzione di visitare tutte città vicine tra loro, una buona soluzione potrebbe essere quella di alloggiare sempre nello stesso; tuttavia il discorso cambia radicalmente, quando si ha intenzione di viaggiare attraverso più Stati o, addirittura, fare un coast to coast.

5. Come pianificare un viaggio negli USA

Scelto (o scelti) l’albergo (o gli alberghi), comincia la pianificazione vera e propria. Magari non proprio nel dettaglio, ma tracciare almeno un percorso ed una tabella di marcia è la scelta migliore per ottimizzare il tempo a disposizione negli States evitando giri inutili o rischiando di beccare il museo proprio nel giorno di chiusura settimanale.

Per chi sceglie la costa ovest, come ho fatto io, solitamente le tappe si concentrano tra la Florida e New York. Ricordate di guardare il meteo per capire esattamente in quale periodo dell’anno vi ritroverete, per evitare di portare i magloni in valigia, durante l’estate americana. E, ve lo assicuro, non è nemmeno tanto piacevole trovarvicisi nella stagione degli uragani.

Mi avvio verso la conclusione del post con qualche consiglio sulle città che non dovete perdere se decidete di visitare questa parte dell’America. Cominciamo con Miami e le sue spiagge da sogno viste tanto spesso nelle serie tv. Risalendo la costa, mi sono spinta un po’ verso l’entroterra per visitare Orlando ed il famosissimo parco a tema di Disney World. Se pensate che sia una cosa per ragazzini, vi sbagliate di grosso: il divertimento è assicurato ad ogni età.
A quel punto io ho preso un volo interno per raggiungere Atlanta e da lì Washington, approfittando dello scalo per vistare brevemente la città. Da Washinghton ho preso in affitto un auto e visitato Philadelphia e New York, dove la vacanza si è conclusa con un volo di ritorno per l’Italia.
Vacanza indimenticabile e da rifare!

Related Images