6 Giugno 2015: Papa Francesco a Sarajevo

La visita di Papa Francesco a Sarajevo, fissata per il 6 giugno prossimo, tra un mese esatto, è per gli abitanti di Sarajevo un’occasione importante. Ce ne parla la nostra guida di Sarajevo Vedran Jusufbegovic!

giovanni_paolo_secondo_sarajevo

Dopo la cerimonia dello scorso anno in occasione del 100° anniversario dell’attentato  al Principe Ferdinando, che ha dato inizio alla I Guerra Mondiale, Sarajevo, nel mese di giugno,  sarà anche quest’anno al  centro del mondo pubblico.

Papa Francesco il 6 giugno 2015 visiterà Sarajevo, la capitale della Bosnia Erzegovina. Dal febbraio 2015, quando è stata ufficialmente confermata la visita di Papa Francesco, la Chiesa Cattolica della Bosnia Erzegovina sta facendo preparativi  per questo evento, che sarà di grande importanza sia per i cattolici della Bosnia-Erzegovina,  sia per i praticanti ed i rappresentanti delle altre religioni che convivono in questo Stato.

Il benvenuto ufficiale di Papa Francesco all’Aeroporto internazionale di Sarajevo è previsto alle ore 9:00, dopo di che ci sarà la cerimonia di benvenuto di fronte al Palazzo della Presidenza della Bosnia ed Erzegovina. Papa Francesco avrà poi una conversazione con le autorità e terrà il suo discorso ufficiale.

L’evento più importante per i fedeli sarà la Santa Messa, che si  terrà alle ore 11:00 allo stadio Olimpico Kosevo. Si prevede che la messa durerà circa un’ora.

Per evitare  problemi, gli organizzatori hanno deciso che alla Messa potranno partecipare solo i credenti accreditati, che riceveranno il biglietto nelle loro parrocchie.

“Nessuno sarà in grado di entrare nello spazio della partecipazione della Santa Messa senza biglietto, o la registrazione effettuata attraverso la parrocchia. È molto importante, per i parroci, venire con l’autobus. Chiunque vorrà entrare in questo spazio, subirà un controllo di sicurezza e non sarà in grado di portare un ombrello. La nostra intenzione è, in caso di pioggia, di fornire un impermeabile per tutti credenti, ma se non saremo in grado di provvedere a ciò, spero che  tutti sopporteranno per un giorno”, ha detto il cardinale  Vinko Puljic, arcivescovo e metropolita di Vrhbosna.

Alle 17:30 è prevista la riunione ecumenica ed interreligiosa nel centro di teologia, dopo di che il Papa andrà al Centro Giovanile arcidiocesano “Giovanni Paolo II”, dove incontrerà la gioventù. La cerimonia di congedo per il Papa dall’aeroporto è prevista alle ore 19:45.

Per ricordare, questa non è la prima volta che Sarajevo ospita la visita di un Papa, perché il 12 aprile 1997, Giovanni Paolo II ha visitato la città. Ricordo bene che questa visita è stata di grande importanza ed onore per tutti cittadini di Sarajevo, perché le ferite della guerra erano ancora aperte. La maggior parte delle persone era entusiasta per il fatto che Sarajevo, con visita del Papa, sarebbe diventato un luogo importante, con una prospettiva per il futuro.

Oggi, a 18 anni di distanza tra le due visite dei due Papi, è cambiato tanto a Sarajevo. Da una parte, moderni edifici, centri comerciali; qualcuno che viene per prima volta può pensare che la città assomiglia alle tante citta dei paesi della Comunita Europa. Ma la verità è un’altra.

Le ferite della guerra, dopo 20 anni  da quando è finita, sono abbastanza rimarginate, ma purtroppo ancora non dimenticate. Oggi tra la gente ci sono altri problemi, come la povertà, la disoccupazione e non esiste più l’entusiasmo di prima, perché tutti si occupano dei problemi  giornalieri.

Sarajevo, sicuramente  non è conosciuta all’estero come Medjugorje, dove è presente solo il turismo religioso. In questo giorno di visita di Papa Francesco, i cittadini di Sarajevo si augurano che il Papa possa sperimentare i meriti e la bellezza di Sarajevo. Personalmente, spero che molti che verranno per la prima volta abbiano il desiderio di tornarci di nuovo.

Perché Sarajevo, che già da secoli è chiamata la Gerusalemme d’Europa, merita di essere visitata e riconosciuta come un luogo tuiristico, dove tutti hanno la possibilità di trovare almeno un angolo che che a loro piace.

PROGRAMMA DEL VIAGGIO APOSTOLICO DI SUA SANTITÀ FRANCESCO A SARAJEVO

Sabato 06 giugno 2015

07:30
Partenza in aereo dall’Aeroporto di Roma/Fiumicino per Sarajevo

09:00
Accoglienza Ufficiale all’Aeroporto internazionale di Sarajevo

09:30
CERIMONIA DI BENVENUTO nel piazzale antistante il Palazzo presidenziale
VISITA DI CORTESIA ALLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA nel Palazzo presidenziale

10:10
INCONTRO CON LE AUTORITA’ (Discorso del Santo Padre)

11:00
SANTA MESSA nello Stadio Koševo (Omelia del Santo Padre)

13:15
Incontro e pranzo con i Vescovi della Bosnia ed Erzegovina e con il Seguito Papale nella Nunziatura Apostolica

16:20
INCONTRO CON SACERDOTI, RELIGIOSE, RELIGIOSI E SEMINARISTI in Cattedrale (Discorso del Santo Padre)

17:30
INCONTRO ECUMENICO ed INTERRELIGIOSO nel Centro internazionale studentesco francescano (Discorso del Santo Padre)

18:30
INCONTRO CON I GIOVANI nel Centro diocesano giovanile “Giovanni Paolo II” (Discorso del Santo Padre)

19:45
CERIMONIA DI CONGEDO all’Aeroporto internazionale di Sarajevo

20:00
Partenza in aereo per Roma

21:20 
Arrivo all’aeroporto di Roma/Ciampino

Related Images