Afternoon Tea time: vieni a prendere un tè a Londra?

Share it now!

Pensare al tè delle cinque e pensare a Londra, a me viene in automatico. È come dire pizza=Napoli o wurstel=Berlino. Non c’è città al mondo dove prendere il tè diventa un rito, consolidato nei secoli e ancora oggi molto piacevole. E ogni volta che ci torno nella capitale britannica non c’è volta che non mi conceda una pausa in compagnia del corroborante infuso.

trippando3

(foto di Claudia Boccini)

Se decidete di andate a Londra questa è – a mio parere –  una delle esperienze da non perdere, da pianificare in anticipo e a tavolino: dove andare per vivere questa fantastica esperienza, quale tipo di tè scegliere, se optare per un  Afternoon Tea, uno Champagne Afternoon Tea o addirittura un High Tea. Ma andiamo con ordine.

I migliori Afternoon Tea vengono serviti nelle sale eleganti degli hotel stellati di Londra, in alcuni ristoranti oppure nelle tea room dei grandi store. Gli ambienti sono generalmente raffinati – non stupitevi se in alcuni hotel non verrà consentito l’accesso ai bambini e se vi verrà chiesto di rispettare un code dress adeguato – no jeans, no infradito, si giacca, si cravatta- ed il servizio sarà sempre adeguato, professionale e cortese.

Piccolo dettaglio di stile: i servizi per il tè sono in genere di porcellana preziosa, spesso di ditte famose come Royal Albert o Wedgwood, le posate d’argento e, in genere, tutto l’ambiente è molto, molto piacevole. Non mancano location superlative in cui l’Afternoon Tea è accompagnato da musica  dal vivo (in genere classica, al più jazz).

trippando1

foto di Claudia Boccini

Una volta accomodati, innanzitutto vi verrà offerto il menù dei tè e vi verrà chiesto di scegliere tra una grande varietà di infusi, che prevedono anche tisane o té di frutta. Verrà quindi portata una bella teiera per ogni partecipante all’Afternoon Tea – ciascuno, infatti, deve essere libero di poter scegliere il proprio tè preferito – accompagnata da un piccolo bricco con il latte, la zuccheriera con lo zucchero bianco e quello di canna (talvolta al posto dello zucchero semolato troverete lo zucchero in cristalli, delizioso!) e qualche fettina di limone. In genere, in Inghilterra il tè si beve leggermente macchiato con il latte, tuttavia ci sono alcune miscele che è bene bere senza alcuna aggiunta, nemmeno lo zucchero.

Arriverà poi  la tipica alzatina a tre piani con dolci, sandwich, scones (piccoli panini lievitati con il baking soda), clotted cream (crema di panna, molto burrosa), strawberry preserve (marmellata di fragole) e talvolta cioccolatini. Gli scones non mancano mai  in quanto sono  ”la base” dell’Afternoon Tea  e possono essere semplici, con uvetta, frutti di bosco oppure gocce di cioccolato (in ogni caso, sono sempre buonissimi!) mentre  nell’assortimento dei dolci  e dei sandwich c’è una vera corsa a chi stupisce di più. Tuttavia, il tè tradizionale prevede sandwich a base di fettine di cetriolo e burro, con fettine di uova sode e crescione oppure salmone e formaggio. Sebbene le porzioni siano minute, l’assortimento che viene portato è piuttosto ampio e molto spesso un Afternoon Tea riesce a saziare talmente tanto che non si riesce nemmeno a cenare!

Lo Champagne Tea è l’evoluzione moderna e “raffinata” dell’Afternoon Tea. Non pensate a niente di che: semplicemente il classico menù di un tè pomeridiano viene arricchito con un calice di Champagne. A meno che non abbiate intenzione di fare colpo su qualcuno, potete farne tranquillamente a meno e risparmiarvi un bel po’ di sterline!

Sia l’Afternoon Tea che lo Champagne Tea vengono serviti nel pomeriggio (l’orario canonico è tra le 15.00 e le 17.00). Diverso invece l’High Tea, un tè che si prolunga fin quasi a diventare cena e prevede in aggiunta ulteriori portate come un piatto di formaggi e di verdure o anche piatti robusti, come arrosto con le patate. Nell’Inghilterra vittoriana, l’Afternoon Tea era distintivo delle classi agiate mentre l’High Tea rappresentava la cena delle classi operaie, che accompagnavano le loro vivande con una una tazza di tè.

trippando2

foto di Claudia Boccini

Tra i locali dove vivere la “vera” esperienza del tè all’inglese alcuni sono da segnalare per la loro raffinatezza e il loro servizio superlativo (oltre che per la qualità degli infusi ma, vi avviso, sono esperienze “da una volta nella vita”: in molti casi non sarà così difficile pagare anche 40 sterline a persona per un Afternoon Tea!). I miei preferiti?

Harrod’sThe Georgian Restaurant (a partire da 39£ a persona)

Fortnum & Mason - The Diamond Jubilee Tea Salon (a partire da 40£ a persona)

Selfridges in Oxford Street – Dolly’s – (a partire da 32,50£ per due persone, qui il menù)

Liberty - Cafè Liberty (a partire da 10.95, qui il menù)

Se poi volete provare l’esperienza dell’Afternoon Tea senza spendere troppo ( e Londra con la sua sterlina è per noi già cara a prescindere), vi suggerisco di raggiungere la Chiesa protestante di St. Martin in the Fields (facile da trovare: con le spalle alla National Gallery, è la chiesa alla vostra sinistra) e di scendere con l’ascensore rotondo che si trova appena accanto fino a raggiungere il piano interrato, dove si trova il Café in the Crypt:  è un locale particolare e molto caratteristico, ricavato nella vecchia cripta  della Chiesa, mattoni rossi e piccole arcate. Qui potete “assemblare” il vostro Afternoon Tea in base ai vostri gusti, senza spendere troppo (qui trovate il menù).

Ancora, se volete organizzare il vostro Afternoon Tea prima di partire per Londra e avere una panoramica dei lolai e delle offerte, consiglio sempre di dare un’occhiata al sito Afternoon Tea, dove oltre a poter prenotare direttamente la vostra esperienza e trovare tutti gli indirizzi utili suddivisi per zone, le foto degli hotel ed i menù, si può usufruire di sconti.

A questo punto… happy Afternoon Tea!


Share it now!