Itinerari Verdi – Al Centro Moutan, nel regno delle peonie

Share it now!

una peonia e subito è... primavera!

una peonia e subito è… primavera!

Su Trippando spesso parliamo di fiori o comunque di appuntamenti naturalistici: un po’ perché ci piace “sporcarci” le mani con la terra e ci inebriamo nel veder spuntare un tenero germoglio da un piccolo seme piantato talvolta per scommessa, un po’ perché crediamo nel potere terapeutico dei fiori che, grazie ai loro colori squillanti, riescono a rendere anche le giornate più grigie  se non allegre, almeno accettabili!

peonie del centro Moutan

peonie del centro Moutan

Per quanto mi riguarda, in viaggio riesco quasi sempre a ritagliarmi un po’ di tempo per visitare i grandi parchi urbani o per immortalare nelle foto scenari favolosi fatti di alberi, piante, serre. Nella mia vita da viaggiatrice uno dei ricordi più belli che ho è la visita alle serre di Kew Garden, a Londra. Uno scenario magnifico, le palme altissime e i fiori tropicali che, pur nel freddo nord Europa, riuscivano a mantenere la brillantezza dei colori. Senza poi dimenticare lo scenario, sicuramente opera di un architetto paesaggista “ante litteram”, che ha disegnato il roseto di Potsdam, vicino a Berlino: sarà stato un caso fortuito, ma quando abbiamo visitato il Castello il parco era in piena fioritura, rendendo magico l’insieme! E vogliamo parlare dei giardini perfetti che abbiamo trovato in Giappone? Verrebbe da dire, parafrasando un detto conosciuto, “Paese che vai, giardino che trovi”!

Centro Moutan - paesaggio

Centro Moutan – paesaggio

Tuttavia non serve andare troppo lontano, per scoprire giardini e raccolte uniche al mondo. Una delle mete che prediligo in questo periodo dell’anno (e che consiglio caldamente a tutti gli appassionati di fiori) è a Vitorchiano, in provincia di Viterbo. Distante circa 100 km da Roma e facilmente raggiungibile dall’autostrada grazie al raccordo Orte-Civitavecchia, il Centro Moutan di Vitorchiano è specializzato in peonie. Nei suoi terreni, per un totale di 15 ettari (curati e allestiti con sapienza per creare un insieme scenografico), sono ospitati oltre 200.000 (no, non mi sono sbagliata, sono proprio duecentomila!) esemplari di peonie arboree ed erbacee di origine cinese, suddivise in oltre 600 varietà differenti! Tra le specie rarissime, al Moutan vengono coltivati i Rockii, esemplari provenienti dal Tibet che possono resistere anche a temperature inferiori ai -20°.

Peonie in fiore e annaffiatoi alla finestra!

Peonie in fiore e annaffiatoi alla finestra!

Lo stesso nome del centro, Moutan, è la translitterazione del nome cinese MU-DAN,  che significa albero di peonia . Ed è  in primavera, tra la fine di marzo e la fine di maggio che il centro Moutan esplode con i colori vividi delle peonie in fiore: passeggiare lungo i vialetti segnalati da leggiadri cartelli, fermarsi ad osservare sedendosi sulle panchine “british style”, fare una pausa golosa nella caffetteria del centro, dove tra colori pastello vengono servite prelibatezze dolci e salate, entrare nello shop per acquistare creme cosmetiche e prodotti a base di peonia o elementi d’arredo per il giardino per poi terminare al vivaio dove,  decine e decine di peonie aspettano con ansia di essere scelte venire ad abbellire i vostri terrazzi o i vostri giardini, è un regalo a se stessi!

ancora peonie!

ancora peonie!

Pianta resistente eppure fragile, la peonia è uno dei fiori più eleganti che si possono trovare: la fioritura opulenta, i colori carnosi, il velluto dei petali, il breve periodo di fioritura la rendono soggetto floreale incredibilmente sofisticato, il sogno di appassionati ed intenditori.  Nell’antica Cina, da dove proviene, la peonia era conosciuta ben 1000 anni prima di Cristo ed era considerata il fiore dell’imperatore, tanto da essere chiamata “la regina dei fiori”. La sua crescita, molto lenta, è compensata dalla longevità: esistono piante che hanno anche oltre 200 anni!

La caffetteria e lo shop del Centro Moutan

La caffetteria e lo shop del Centro Moutan

Il Centro Moutan si trova in località Il Pallone di Vitorchiano, S.S. Ortana 46 ed è aperto ad aprile e maggio dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00 mentre il sabato e la domenica ha orario continuato dalle 9.30 alle 18.00. Per informazioni,  tel.: 0761.300490. Da quest’anno l’ingresso non è più gratuito ma è necessario fare un biglietto (costa 2 euro).

Ed un consiglio finale: non dimenticatevi le macchine fotografiche!


Share it now!