GRATIS il Trip-Calendario 2015: un anno in compagnia dei Trippandos

Quest’anno per Natale abbiamo deciso di farvi un regalo: un calendario, il Trip-Calendario del 2015, progettato ed assemblato da Valentina, con il best of delle nostre foto dell’anno che sta volgendo al termine.

copertina calendarioPotete scaricarlo e poi stamparvelo comodamente cliccando sul pulsante qua sotto:

Gratuito – Scarica ora

 

È assolutamente gratuito. Vi chiediamo soltanto di lasciarci la vostra email (che useremo solo per mandarvi la nostra newsletter) e, se volete contraccambiare il regalo, di condividere questo post, così che anche i vostri amici e gli amici dei vostri amici possano avere questo bellissimo calendario, che ogni mese vi porterà in una meta diversa. Dove?

In ordine sparso…

Claudia:

Le due foto sono state scattate nel corso del viaggio in Québec di agosto 2014: nel nostro itinerario abbiamo percorso, tra l’altro, la route dei fari e le caratteristiche costruzioni in legno, in genere bianche o rosse con una struttura che sembra uscita da un disegno ad acquerello, ci sono piaciute davvero tanto. La foto del caribù, scattata nella riserva di Saint Felicien e quindi in una situazione “artificiale” seppur ottimale, è un omaggio alla natura ancora incontaminata delle foreste quebecchesi e agli animali che le popolano.

Marco:

Ho scelto Istanbul perchè è una città che mostra la perfetta tolleranza e condivisione di vita; un connubio oriente ed occidente, tra nuovo e antico, tra dottrina e liberalismo, tra cristianesimo ed islamismo. La moschea blu scattata durante l’ora blu è il perfetto riassunto di questa concezione; un luogo turistico dove ad una certa ora i visitatori si fanno da parte per permettere ai credenti di riunirsi in preghiera. La cosmopolita Istanbul, enorme, infinita ma di una gentilezza e semplicità da mostrarsi perfettamente a misura d’uomo…

Anna

Ho scelto Fez perché la medina e le sue concerie sono ancora perfettamente conservate, come nel medio evo: una città d’arte e mestieri!

Sara:

Ho scelto La Valle dei Templi di Agrigento perché quando arrivi lì ti viene il nodo alla gola… è un salto nel tempo, tra magia, storia e architettura… una rarità nel nostro paese.

Arianna

Questi due scatti sono tratti dal mio bellissimo viaggio in terra persiana. Rappresentano la Moschea di Isfahan, dalle molteplici gradazioni del turchese e la Tomba di Ciro il Grande, re coraggioso ed illuminato vissuto nel V secolo avanti Cristo.

Ilenia

Il mio è un piccolo borgo italiano, bello e suggestivo, con tanta gente che ha voglia di fare conoscere il proprio paese, come tanti borghi italiani.

Gabriella

La Petite Venise di Colmar, perchè è un posto fiabesco, dove il tempo sembra essersi fermato. Le case a graticcio dai tenui colori pastello sembrano fatte di zucchero, i fiori lungo i balconi e i canali contribuiscono a rendere magica l’atmosfera.

Monica

Il trenino é stata l’avventura e l’emozione più grande che abbia vissuto,  il panorama dal Diavolezza mi regala serenità… un po’ come sempre succede quando dalla cima di una qualsiasi montagna guardo verso il basso!

AnnaLisa:

Ho scelto la mucca delle Highlands perché fortemente caratteristica. La Scozia l’ho sempre immaginata come un luogo lontano e un po’ fantastico, forse condizionato dai racconti che sentivo fin da piccola. Finalmente l’anno scorso sono riuscita a visitare questo meraviglioso paese e ne sono rimasta molto soddisfatta

Daniela:

La mia foto  rappresenta il Castello di Sarteano in un giorno qualunque. Niente orpelli, pietra solida, storia e tradizione. Sono le mie radici e la storia diventa anche un po’ mia…

La mia foto… scopritela voi, è quella restante!

santa sofia

Non l’avete scaricato in cima al post, vero? E allora ecco di nuovo il pulsante da cliccare per avere il vostro calendario!

Con questo post-regalo vi salutiamo, porgendovi i nostri più cari auguri per un Santo Natale ed uno scintillante 2015. Trippando ritorna dopo la Befana, con nuove rubriche, tanti progetti e il solito enutisiasmo!

Nota seria:

Non vi offriamo il calendario già stampato perché con i soldi risparmiati da stampa e spedizione continuiamo a sostenere a distanza Gorette, una bambina dell’Uganda, orfana a causa dell’AIDS. Come lo scorso anno, le regaliamo, tramite l’associazione Bhalobasa, il Sogno di Studiare.

 Avete finito di leggere senza scaricare, vero? Riecco il link!

 

Related Images