Expat in Svezia: ancora 10 consigli e riflessioni

Eccomi di nuovo qui con altri consigli, se intendete espatriare in Svezia.
Nello scorso post ho iniziato con alcuni suggerimenti e dati di fatto che ho scoperto prima e durante la mia permanenza in Svezia. Alcuni colleghi svedesi lo hanno letto e si sono divertiti alquanto, concordando praticamente su tutto.
Parlandone con loro poi mi hanno fatto riflettere su altre cose, ecco allora che ve ne racconto un’altra decina:

11. La televisione svedese ha molti meno canali di quanti ne abbia quella italiana. Noi oggi con il digitale siamo abituati ad avere una vasta scelta, mentre qui i canali svedesi sono circa una quindicina. La cosa positiva, per chi non è madrelingua o chi non conosce lo svedese, è che tutti i film ed i telefilm sono in lingua originale con i sottotitoli svedesi. In questo modo potrete vedervi i film americani in lingua inglese e se per caso vi troverete a fare zapping e troverete “Il Commissario Montalbano” (che qui in Svezia è amato tanto e quanto in Italia) avrete la possibilità di godervelo in italiano.

12. A proposito della lingua, qui in Svezia il 99% delle persone parla inglese. Questo grazie anche al punto precedente, ossia che la TV è per lo più in inglese. Se però decidete di imparare lo svedese avrete molte più possibilità di trovare lavoro e sarete molto ben visti. Se ci pensate lo svedese si parla solo qui, per cui gli svedesi sono felici di sapere che qualcuno ha piacere di imparare la loro lingua!

13. I treni svedesi sono piuttosto puntuali e molto puliti. I treni locali possono talvolta ritardare, mentre quelli veloci spaccano davvero il secondo. Se viaggiate su un treno SJ (ad alta velocità) quindi, cercate di essere sul binario almeno 5 minuti prima della partenza o rischierete di perderlo.

Treno Svezia

14. Ho provato a mie spese che qui i parrucchieri sono molto più cari rispetto all’Italia. Sarà per questo che la maggior parte delle svedesi ha i capelli lunghi?
A parte gli scherzi, il prezzo per un colore + taglio + messa in piega non è inferiore ai 150€ …

15. Un’abitudine svedese, soprattutto se affittate un appartamento, è quella della Tvättstuga, ossia la lavanderia. Nella maggior parte dei condomini c’è una sala comune al pian terreno con un paio di lavatrici, un’asciugatrice e un paio di armadi asciugatori o sale di asciugatura. La sala deve essere prenotata ed è a disposizione per 3 o 4 ore.

Lavanderia

16. Quando c’è il sole USCITE! Non rimandate le uscite, perché qui purtroppo il bel tempo non dura sempre molto. Come ho già citato tra i primi 10 consigli, il tempo è piuttosto ballerino e anche se la mattina c’è un sole stupendo e un bel cielo blu in poche ore le cose possono cambiare notevolmente. Quindi quando vedete una bella giornata e (ovviamente) non siete al lavoro uscite… le faccende domestiche possono aspettare i momenti di pioggia!

Mare Svezia

17. La Svezia non è un paese per pigri! Qui tutti praticano almeno un’attività sportiva e quasi tutti corrono o fanno jogging.
E’ impossibile non farsi trascinare, anche perché spesso le attività sportive sono un modo di socializzare.

18. A proposito di socializzazione, gli svedesi sono per natura molto timidi e raramente approcciano qualcuno che non conoscono.
Le barriere scendono con qualche birra o qualche bicchiere di vino; con un po’ di alcool in corpo li vedrete più loquaci e vi rivolgeranno la parola più facilmente.

19. Le case degli svedesi sembrano uscite da riviste di Interior Design. Gli svedesi amano decorare le loro case e hanno ottimo gusto. Pensate che spesso, prima di metterle in vendita, spendono centinaia di euro per acquistare oggetti e mobili per abbellirle!

interior design svezia

20. L’ultimo punto è forse il più importante da considerare se decidete di espatriare in Svezia. La tolleranza e l’integrazione qui sono molto sentite, discusse, considerate e il più delle volte applicate.
Non pensiate però che qui sia tutto facile per uno straniero!
Se vi trasferite per motivi di lavoro alcune questioni saranno più semplici, ma se vi trasferite in cerca di un lavoro non troverete tutte le porte sempre aperte.
Fino ad ora ho preso un po’ sullo scherzo i vari “usi e costumi” degli svedesi, ma se seriamente state pensando di trasferirvi non fatelo solo “per scappare dall’Italia” sebbene in patria ci siano delle (spesso serie) difficoltà. Ricordatevi che per quanto un paese possa essere tollerante ed integrato voi sarete sempre degli “stranieri”.

Quando mi sono trasferita ho trovato un interessante post sul blog di un Expat a Stoccolma, Antonella Tiozzo, “La Verità sugli Svedesi” e posso confermare, dopo essermi confrontata con altri Italiani in Svezia e anche con alcuni Svedesi, che in buona sostanza è proprio così!

 

Related Images