Hotel Alpino di Cavagnano: di accoglienza e di mountain bike

Durante l’educational promosso dai Lago Maggiore Bike Hotels, ciascuno degli ospiti era stato disclocato in un diverso albergo che si fosse dato disponibile per accogliere questi blogger, giornalisti e tour operator curiosi.

Io ero alloggiata presso l’Hotel Alpino di Cuasso Al Monte. In realtà la località si chiama Cavagnano, nel Comune di Cuasso al Monte. Il nome del Comune mi è sembrato alquanto insolito e particolare, ma tanto importante se alcune delle frazioni del Comune portano lo stesso nome: Cuasso al Piano, diviso in Cuasso al Piano di Sotto e Cuasso al Piano di Sopra, Cuasso al Lago e appunto Cuasso al Monte. Mi si è accesa la lampadina della curiosità e non ho potuto fare a meno di cercare l’origine di questo nome tanto particolare che mi è rimasto particolarmente impresso.

Sembra che il nome sia una mescolanza di una parola latina con una germanica, per dare luogo ad una parola che in sostanza significa Luogo del Covo della Spada, un sito militare, probabilmente il castello.

Il castello non l’ho visto!

Non l’ho visto perchè non ero qui per vedere il Castello, che oggi non è l’attrattiva principale di questo Comune, perchè qui bisogna venire per andare in bici!

E in particolare per andare in mountain bike! Eh si perchè qui sembra di stare in montagna: in realtà siamo in ambiente prealpino ad un’altitudine di poco più di 500 metri con una grandiosa e maestosa vista sulle vette del Monte Rosa. In questa piccola frazione è a disposizione un bike park particolarmente interessante, ben tenuto e ben curato, in cui vi potrete divertire a salire e scendere sbirazzendovi in biciclettate enduro su percorsi preparati appositamente.

gravity school hotel alpino

Io non ho pedalato in questo caso, e ci sarebbe mancato altro, mi ero immaginata di svenire su 40 km di strada, figuriamoci se fossi andata a morire in mountain bike. Ma il bike park l’ho visto, ho visto i video che i ragazzi della Gravity School ci hanno mostrato, video fatti con le telecamerine montate sul caschetto mentre loro effettuavano il percorso, insomma come aver pedalato con loro sullo sterrato! Ma qui non si limitano al bike park perchè, mi dicono dalla regia, che per ogni 10 bellissimi percorsi su strada, ce ne sono almeno 8o bellissimi fuori strada! Un divertimento di boschi e saliscendi fino al lago di Lugano (uno dei 7 laghi della zona del Varesotto).

lago di lugano

Ma anche se la moutain bike non è il vostro mezzo preferito e preferite la strada asfalatata, non mancherete di divertirvi immaginando, mentre pedalate, di poter vincere il vostro personale Gran Premio della Montagna. Uno dei percorsi su strada l’ho visto. L’ho visto io con i miei occhi e l’ha visto anche mio marito, che quando abbiamo svoltato a sinistra per raggiungere l’Hotel Alpino, mi è quasi svenuto al volante: “Non ci vorranno far fare questa in bicicletta?”

In effetti, l’Alpe Tedesco percorso stradale, ma anche ciclistico, è una strada con tornanti molto più che a gomito e con pendenze che in certi punti arrivano fino al 15%. Credetemi! Vederla e percorrerla con l’auto è tostissima, non mi riesco a capacitare la soddisfazione che possa essere percorrerla per un appassionato di bicicletta! Alcuni dei nostri compagni di weekend, che eravano arrivati in mattinata, l’hanno pure provata con le bici accompagnati da Claudio Chiappucci, che mi han detto averla fatta in scioltezza… Beh! Certo! Lui è Claudio Chiappucci, el Diablo mica per niente!

Alpe tedesco Hotel Alpino Chiappucci
Credits: Lago Maggiore Bike Hotels

Insomma a “un tiro di schioppo” dalla città di Varese, siamo in ambiente perfetto per il divertimento su due ruote, in modo particolare su due ruote fuori strada.

Se poi all’alloggiate all’Hotel Alpino, ancora meglio, visto che il bike park è proprio in prossimità dell’Hotel, mentre gli altri percorsi sono tutti facilmente raggiungibili. Noi, anche se abbiamo pedalato virtualmente con l’auto e con i video, l’accoglienza ce la siamo goduta ugualmente.

hotel alpino

L’Hotel Alpino sta qui dal 1952, e ci sta anche bene, gestito da due sorelle, Paola ed Elena, carine, dolci e simpatiche, contornate, aiutate, coadiuvate dall’intera famiglia. Gestione piacevomente famigliare e rilassata, ambiente riposante e tranquillo. Proprio quello che ci vuole dopo una bella pedalata. Dal ristorante, dal patio, dal giardino la vetta maestosa del Monte Rosa fa la sua bella e imponente mostra di sè. La cucina è tradizionale e classica, noi siamo stati accolti da gnocchetti al formaggio e un cinghiale con polenta che come si dice dalle mie parti “si è fatto dire del voi”, nel senso che “meritava rispetto”, che in parole povere… era proprio buono!

gnocchetti hotel alpino

polenta con cinghiale hotel alpino

Mio marito però è rimasto colpito dalla torta di mele… semplice, morbida e gonfia. Che poveretto, era pure a dieta per via di una presunta allergia, ma tra quel pranzo e la colazione del giorno dopo, ne ha mangiata più della metà, nonostante l’allergia!

torta di mele hotel alpino

Le dolcissime Paola ed Elena sono state estremamente disponibili, professionali e gentili nel gestire la nostra permamenza, tanto che al sabato sera già ci sentivamo parte della famiglia!

Elena e Paola hotel Alpino

Amanti della bici Off-road, non esiste motivo per cui non dobbiate andare sul sito dei lago Maggiore Bike Hotels e prenotarvi un bel pacchetto presso l’hotel Alpino, perchè… ve lo dico? Ma si, ve lo dico: a breve ci sarà un’occasione ghiotta per andare a Cavagnano e mettervi alla prova: il 15 giugno è in programma la Tre Valli Varesine Off-Road,  volete perdere l’occasione?

Related Images