I carristi di Viareggio e la loro grande Arte

Share it now!

Ci sono quegli articoli che ti chiedono di essere scritti. Il cervello guarda l’agenda della programmazione e ti dice che devi fare questo, questo e quell’altro. Invece le mani vanno da sole. Cliccano su “aggiungi articolo” e iniziano a scrivere. Ci sono esperienze che pretendono di essere raccontate finché l’adrenalina è ancora lì, il freddo ancora ti ghiaccia mani e gambe e la gola un po’ ti brucia, ma quello che hai vissuto ti dà un entusiasmo che non ascolta cosa dice il corpo. Ascolta soltanto le parole dei maestri. I maestri carristi del Carnevale di Viareggio. Mi direte che ne avevo già scritto perché con alcuni di loro avevo già parlato, avevo già ascoltato le loro emozioni. Sì. È vero. Ma non nel periodo clou. Non a venti giorni dall’inizio dal primo corso mascherato, quando gli hangar sono per lo più chiusi e vi si ha accesso solo dal retro, prestando grande attenzione alla sicurezza, perché si tratta di veri e propri cantieri, luoghi in cui vengono costruite delle opere artistico – ingegneristiche che sono dei veri e propri teatri viaggianti.

manifesto-ufficiale-carnevale-di-viareggio-2017-del-maestro-giorgio-michettimanifesto-ufficiale-carnevale-di-viareggio-2017-del-maestro-giorgio-michetti

I maestri carristi sono spesso figli d’arte e vi sono diversi fratelli che lavorano assieme: figli di carristi, gente che potremmo definire cresciuta a pane e cartapesta. Invece non è così. A pane ed arte è meglio detto. Perché il Carnevale di Viareggio nasce dalle menti visionarie di artisti del tempo moderno.

Ciò che più mi piace delle chiacchierate coi carristi è ascoltare come è nata l’idea di ogni carro, perché il Carnevale di Viareggio non ha mai imposto un tema specifico: ogni maestro ha, ogni anno, carta bianca. E ogni anno dalla sua mente esce un bozzetto, che diventa modellino 1:10 e poi carro, delle dimensioni di una palazzina, con meccanismi e automazioni che vengono mossi rigorosamente a mano.

Gli hangar del carnevale sono identici l’un con l’altro, ma ogni hangar in cui lavora un maestro carrista o una coppia di fratelli maestri è un piccolo microcosmo a sé. In alcuni c’è musica a palla e una grande atmosfera già carnevalesca, in altri si sentono solo i rumori degli utensili da lavoro; anche il numero delle persone che lavorano attorno a un carro è molto variabile da un hangar all’altro. Visitarli tutti, ascoltando le diverse genesi, è un’esperienza fantscientifica per chi, come me, passa giornate a scrivere. Magari per loro potrà essere visionario scrivere un articolo al giorno. Per me lo è vedere la nascita di un carro all’anno. In un pomeriggio ci si fa subito un’idea di chi è più indietro col lavoro e chi, invece, sembra più avanti. Ma alla Cittadella si fanno le nottate, perché il 5 febbraio 2017 i 9 carri di prima categoria, 4 di seconda, le 9 macherate di gruppo e le 15 maschere isolate saranno tutti lì sul lungomare, pronti, alle al triplice colpo di cannone, a prendere vita e regalare ai presenti uno spettacolo unico nel suo genere: uno spettacolo di musiche, coreografie, movimentazioni che la miglior penna non è in grado di descrivere nella realtà. Perché il Carnevale di Viareggio va vissuto!

Informazioni edizione 2017:

Corsi mascherati: domenica 5 febbraio, domenica 12 febbraio, sabato 18 febbraio in notturna, con spettacolo pritoecnico al termine, domenica 26 febbraio, martedì 28 febbraio con proclamazione dei vincitori e spettacolo pirotecnico di chiusura. Tutte le info qui.

Instagram Experience Speciale Carnevale di Viareggio:

Per il 4 e 5 febbraio  abbiamo organizzato, con la collaborazione della Fondazione Carnevale, un workshop per migliorarsi con Instagram, InstagramExperience, tenuto da @gionata_s. Il sabato sarà dedicato prevalentemente alla parte teorica, mentre la domenica ci sarà la parte pratica al Carnevale di Viareggio: un’esperienza nell’esperienza che vi consiglio di vero cuore! Per saperne di più e per iscrivervi, leggete qui! C’è anche un contest, in corso fino al 25 gennaio, per individuare la migliore foto: al vincitore verrà offerta la partecipazione alla InstagramExperience e la notte del 4 febbraio in hotel 4 stelle a Viareggio. Qui tutte le info. Partecipate!

RememberNovemberMeetup alla Cittadella del Carnevale:

Per tutti coloro che hanno partecipato al per-corso RememberNovember, per tutti gli appassionati di blogging, domenica prossima, 22 gennaio, faremo un raduno, alla Cittadella del Carnevale. Qui trovate il programma. Fuori programma, dopo le 16, potrete visitare, come ho fatto io in anteprima, gli hangar della Cittadella del Carnevale, parlare coi maestri carristi. Insomma… tantissima roba!

Progetto insiders:

Con questo articolo diamo il via al progetto insiders del mese di gennaio. Avete tempo fino a fine mese per raccontare il Carnevale della vostra città o del vostro paese. Qui trovate le modalità di partecipazione al gioco!

 


Share it now!