Il mio prossimo viaggio? Dipenderà dai comparatori di volo

Ci siamo. Ci siamo quasi. Si sta per ricominciare a viaggiare. Nove mesi di gravidanza con distanza massima percorsa di 50km sono ormai alle spalle. L’inverno sta entrando nella seconda metà, le giornate stanno allungando, la creatura piccola ha superato i tre mesi ed i piano ferie dice… che ad aprile abbiamo una settimana!

Una settimana di libertà, di relax, di ferie. Insomma: una settimana di viaggi! Dato che quello cui è mancato di più viaggiare, in questo anno, è stato il Toparco (tal quale la sua mamma!), abbiamo pensato ad una meta che possa offrire anche a lui occasioni di crescita e di divertimento.

valencia1

Abbiamo pensato a Valencia. Di certo, una settimana a Valencia ci sembra troppa, anche se con due bimbi il tempo sarà contratto. Vorremo abbinare un’altra città spagnola e siamo ancora indecisi tra Siviglia e Barcellona. Avendole viste entrambe (invece Valencia mi manca!), propenderei per Siviglia, ma la cosa è ancora incerta.

Come sempre nei casi in cui l’indecisione regna sovrana, vincerà la meta più economica. E qui viene il bello: come fare a capire dove ci conviene andare? Di certo, il volo è la spesa più consistente.

Per fortuna esistono i comparatori di volo, come liligo.it, che a me piace molto. I comparatori di volo sono siti in cui basta inserire città di partenza e città di arrivo, data di andata e ritorno e avviare le ricerche. Il comparatore, cercando attraverso centinaia, spesso migliaia, di risultati, farà apparire sullo schermo le migliori offerte. A quel punto, è possibile o procedere alla prenotazione, scegliendo l’offerta più economica o quella col minor numero di scali, oppure attivare l'”avviso prezzi”. Con l’avviso prezzi, ogni mattina si riceverà un’email che ci comunica il prezzo del volo che stiamo monitorando. In questo modo si potrà decidere di prenotare quando il prezzo sarà abbordabile per le nostre tasche.

Ho usato diverse volte l’avviso prezzi, in passato, e spesso mi ha permesso di risparmiare parecchio sul costo del volo.  Stavolta lo userò invece per capire la meta più economica tra Siviglia e Barcellona. La mia idea, infatti, avallata dal consorte, è quella di volare su Valencia, stare lì più o meno tre giorni per far divertire Marco all’Oceànografic, il parco marino più grande d’Europa e alla Città delle Scienze e delle Arti (ma lì non so chi si divertirà di più!), per poi prendere il treno e spostarci in un’altra città. Barcellona o Siviglia? Chissà quale delle due avrà il volo di ritorno più economico!

E voi, avete mai usato un comparatore di volo? E l’avete mai usato per scegliere una meta?

Related Images