Il trauma da rientro e i piccoli problemi di casa

Che sia dopo aver trascorso un rilassante soggiorno al mare, dopo aver fatto un on the road in auto o moto, dopo aver esplorato in lungo e in largo una città, dopo aver scarpinato su e giù per le montagne o dopo aver abbinato in successione più di una di queste attività, sarà anche per voi la volta del rientro. In contemporanea apparirà il trauma da rientro, che si può sintetizzare in uno stato di assenza generale: difficoltà a concentrarsi, ostilità a pensare a qualcosa di nuovo e creativo che non sia legato al periodo appena trascorso, impedimento a gustare con piacere tutto ciò che, prima del viaggio o della vacanza, ci piaceva. Dopo la vacanza esiste solo il ricordo della vacanza. E invece…

Invece, non so voi, ma dopo i viaggi o le vacanze, soprattutto dopo quelli in cui si sta più tempo fuori casa, quando rientro trovo ad aspettarmi anche dei problemi oggettivi legati alla casa, che sono davvero l’ultima cosa alla quale vorrei pensare. Invece… Succede anche a voi? Pare che tutto accada durante la nostra assenza. Sembra che la casa si muova. A volte siamo solo noi che, aspettando le agognate ferie, trascuriamo ciò che accade dentro le quattro mura (e alle quattro mura), per poi accorgersene, tutto insieme, al rientro a casa, quando la polvere accumuata durante la nostra assenza e i ragnettini che regolarmente popolano le stanze in nostra assenza enfatizzano i difetti e le trascuratezze. Perché non basta l’apatia da rientro, ci vuole pure il doversi muovere a fare quello che, in realtà, non amiamo tutto l’anno.

Per due anni consecutivi, di ritorno dalla settimana bianca, dopo aver lasciato la casa non riscaldata, ci siamo ritrovati con i faretti della cucina non funzionanti. Dopo una romantica cena a lume di candela, via veloci a cercare di risolvere il problema. Altre volte capita di trovare lavatrice o lavastoviglie in tilt. Succede anche a voi? Ditemi di sì… o ho io la casa stregata?

A volte è impossibile fare a meno di rivolgersi ai professionisti di turno; altre, invece, è sufficiente un po’ di manualità e qualche utensile o elettroutensile a disposizione. Su SelfItalia è possibile acquistarli con pochi clic, per poterli avere a disposizione in ogni momento occorrano: svita, avvita, togli, rimetti e… Il gioco è fatto. E così, almeno il problema della casa che ha un guasto è risolto. Resta la nostalgia della vacanza, ma per quella c’è un solo rimedio: prenotarne il prima possibile un’altra!

Related Images