Malmö: cosa vedere in un giorno

Se state programmando un viaggio a Copenaghen, lasciatevi almeno mezza giornata per “passare la frontiera” e raggiungere, attraversando lo stretto dell’Oresund, la vicina città di Malmö, in Svezia.

Per arrivarci non dovrete far altro che andare alla stazione centrale di Copenaghen, acquistare il biglietto alle comode macchinette emettitrici (accettano anche le carte di credito), scendere le scale che bi portano ai binari e salire sul primo treno diretto a Helsingborg (le corse sono frequenti). Lascerete il Regno di Danimarca a Kastrup e dopo meno di 30 minuti sarete già arrivati!

Central Station a Malmo (esterno
Central Station a Malmo (esterno

Malmo è collegata con Copenaghen grazie al ponte di Calatrava, su cui corre il treno e transitano le autovetture: purtroppo dal treno difficilmente riuscirete a vedere la bella architettura ma potrete averne una fuggevole immagine se vi mettete nella carrozza di coda. La stazione di Malmo Centralen, dall’esterno classicheggiante in mattoni rossi e dagli interni modernissimi, è ben organizzata ed efficiente come ci si aspetta da un terminal ferroviario dei paesi scandinavi e si trova a pochi passi a piedi dal centro della città.

DSCF0969

Usciti dalla stazione, prima di proseguire, gettate uno sguardo dietro di voi: poco distante svetta alto con i suoi 190 metri il Turning Torso, il grattacielo di Santiago Calatrava che sembra girarsi su stesso (e in realtà la struttura ha una torsione di 90° tra il pianterreno e la sommità. Per arrivare al cuore pulsante della città dovete semplicemente attraversare il ponte che si trova sulla vostra destra e proseguire diritti: vi troverete immediatamente in Stortorget, la piazza principale su cui si affacciano palazzi austeri.

DSCF0968

Numerosi negozi e grandi magazzini aprono le loro vetrine a Södergatam e qui c’è una bella sorpresa: il cambio euro/corona svedese è decisamente più conveniente e quindi se dovete fare acquisti importanti potrebbe essere l’occasione giusta per risparmiare qualcosa rispetta alla “non troppo economica” Copenaghen.

DSCF0964

La piazza Gustav Adolfs torg è un grande spazio aperto con alberi e giardini: se volete potete fermarvi qui per fare una rapida merenda con il cibo acquistato ai chioschi (vero scandic street food a base di pesce ed aringhe) oppure proseguire ancora per negozi in Sodra Tollgatan, altra strada commerciale che diventa, una volta attraversato il ponte sul canale, Sodra Forstdsgatan. Lungo il percorso non rimanete solo sulla via principale, ma di tanto in tanto imboccate le viuzze laterali: una gradevole commistione di palazzi moderni e piccole case d’epoca vi farà comprendere, più di tanti discorsi, l’amore che gli svedesi di Malmo hanno per il proprio passato.

DSCF1014

Da non perdere le caffetterie per una sosta (consiglio assolutamente Hollandia, antica pasticceria del 1903 con un reparto dolci da perderci la testa e dove è possibile fermarsi per tempi infiniti sorseggiando una tazza di caffè lungo – ma fanno anche un cappuccino strepitoso – da una tazza che si può riempire più volte oppure fare un brunch).

i dolcetti di Santa Lucia di Hollandia
i dolcetti di Santa Lucia di Hollandia

Arrivati al Triangeln vi conviene tornare indietro per la stessa strada fino a raggiungere Baltazarsgatan: andando a sinistra, vi troverete a Lillatorg, la piazzetta cuore della città antica su cui si affacciano le case “a graticcio” e dove è ospitato il museo di arte e design contemporaneo.

DSCF1007

Se avete tempo, cercate di fare un salto anche allo Slottparken, area verde della città, al cui interno si trova la Biblioteca di Stato (Stadsbibliotek) in in stile razionalista e, affiancata, la nuova ala “Calendario di Luce”, realizzata dall’architetto danese Henning Larsen.


Booking.com

Related Images