Pillole di (Travel)Blogging – 22 I Nomi

I nomi, sì. I nomi.

Oggi vi parlo di nomi. Ve ne parlo perché ce n’è un gran bisogno in giro. Ommioddio. Si vedono e leggono robe incredibili. O meglio. Cerco e non trovo. Poi trovo e mi domando.

pillole nomi

Vi starete chiedendo: <<Da che pulpito vien la predica?!>>. Non avete torto. O magari lo avete. Il nome Trippando non piace a molti. Chi non sa l’inglese lo fraintende e pensa che questo sia un blog gastronomico. C’è stata gente che mi ha detto che Trippando è un brutto nome. Qualcuno l’ha detto con cattiveria, quasi ad offendermi. Qualcun altro me l’ha pure scritto. Mah! La gente chiama i figlioli con nomi da cani (e i cani con nomi da figlioli) e tutti tacciono. E a me vengono a criticare il nome Trippando. Sapete cosa vi dico? Ve lo immaginate, vero? Muahaha

Trippando viene da to trip, che significa viaggiare; il raddoppio della “p” suona bene e il suffisso -ando è un gerundio. Gerundio. Gerundio. Gerundio. Ho la mamma maestra: alle elementari me lo ricordavano sempre i miei compagni perché ero brava. Ecco. Ricordatevelo anche voi! Muahaha.

Non prendetemi per una maestrina. Lo sapete che questo delle Pillole è lo spazio della mia chiacchierata quindicinale. Apro bocca e… scrivo. Ma, come sempre, scrivo solo cosa voglio si sappia. Sappiatelo!

Ma veniamo a noi. Il cabaret è finito. Forse. Muahaha.

Veniamo ai nomi. Che vi garbi o no il nome Trippando, salgo in cattedra e vi dico la mia. Ho pensato anch’io varie volte che Trippando non fosse un bel nome. Che se avessi chiamato questo blog con un altro nome sarebbe piaciuto di più. Ai lettori e a Google. Ma Trippando è il nome che ho scelto io. E ricordo benissimo quando e dove l’ho scelto. E, nonostante il consorte mi abbia regalato una scrivania super professionale per il mio ufficio in casa, io sposto il portatile e vengo a scrivere qua, sul tavolo della cucina (psstttt non glielo dite, che magari oggi non mi legge!). Lo stesso tavolo dove Trippando è nato. Oddio. Scrivo e mi emoziono. Sono una pappamolla che ha bisogno di ferie!

Ritorniamo a noi. Argh! Avevo divagato di nuovo. Non ce la posso fare. Urgono ferie. Consorteeeeee! Leggimi, ti prego: ferie, ferie!

I nomi: MAI RINNEGARLI. Ve lo sto urlando. Che siano belli o brutti, sono quelli che avete scelto voi. Non cambiateli. Vedo robe… Ma è possibile chiamare un blog oggi con un nome e domani con un altro? Ragazzi, se lo fate vuol dire che pensate che nessuno vi legga o vi abbia mai letto. Vi pare? Pensate a me, che sono stata una volta sul vostro blog; mi ricordo di aver letto che siete stati… in Romagna. Io la settimana prossima andrò in Romagna (sììììì! Ferie! Ferie!); devo pianificare l’itinerario (sono una cacacà ed è cosa nota!). Googlo il nome del vostro blog. Non lo trovo perché avete cambiato nome. Un lettore in meno e una persona che vi considera bischeri in più. Amen.

Lo stesso per i social. Ho un’amica che ho dovuto rincorrere tutta l’estate per taggarla su Instagram in foto che la riguardavano. Ogni due settimane cambiava nome al suo account. L’ultima volta le ho scritto. Non potevo non farlo. Perché sono una sua amica. Mi sono permessa di dirle: <<O bella, ora basta cambiar nome!>>. Mi ha risposto che questo sarebbe stato quello definitivo. Pfiuuuuu. Chissà se non lo fosse stato. Mi avrebbe mandato a quel paese per direttissima.

Con chi non sono in confidenza non mi sono mai permessa, anche se l’ho pensato un sacco di volte. Allora la prendo alla larga e ve lo dico qui. Una volta per tutti.

Cambiare nome al vostro blog o ai vostri account li danneggia: la gente non vi rintraccia, i vostri account non crescono; non cresceranno mai. Come fanno? Ma ci avete mai pensato?

Orsù. La messa è finita, andate in pace!

No… ehm… scusate l’omelia (si vede che ho bisogno di ferie, eh! tranquilli, domenica parto!). Non ho ancora finito: chi è senza peccato scagli la prima pietra!

Su, dai, confessatevi nei commenti: quanti nomi avete cambiato? Mai cambiati? Sicuri? Non vi legge nessuno… nel confessionale ci sono solo io…

Dai, vi assolvo! Ma prendetevi un weekend per decidere il nome giusto e… quello sia!

Se siete curiosi di sapere dove andrò in ferie, aspettate domani. Baciobacioooo!

Related Images