[Pillole di (Travel)Blogging] 12. Libri ed ebook

Eccomi di nuovo qua, con le mie Pillole di (Travel)Blogging, quelle che mi hanno fatto venire l’idea del libro Pillole di Blogging. Sì, mancano davvero pochissimi giorni per poterlo acquistare e leggere. Nel frattempo, se non l’avete ancora fatto, potete scaricare gratuitamente l’introduzione (basta inserire nome e indirizzo email nel form qua sotto!).

Ma veniamo a noi. Ad una nuova pillola e ad una nuova idea per rendere il nostro essere blogger sempre più professionale. In realtà, l’idea non è nuova affatto: negli ultimi tempi sono sempre di più i blogger che scrivono libri ed ebook. Per un blogger la cui passione principale è scrivere (oltre a viaggiare, se è un travel blogger, cucinare se è un food blogger, ecc.), credo sia una normale evoluzione.

Pillole di (Travel)Blogging 12 libri ed ebooksSe ci pensiamo bene, i grandi scrittori dell’ ‘800 e della prima metà del ‘900 del secolo scorso, pubblicavano i loro romanzi “a puntate” sui giornali. Solo al termine delle puntate, il libro veniva pubblicato per intero. Non è molto differente dal fenomeno dei blogger che sfornano libri ed ebook, no? A parte che nessuno di noi -così, almeno, mi auguro!- sogna di diventare un grande scrittore, non ci vedo tutta questa differenza.

I blogger scrivono, scrivono, scrivono. Poi, spesso, hanno un sobbalzo, raccolgono e rielaborano alcuni articoli per tematiche e li pubblicano.

Oppure, come è capitato a me con Pillole di Blogging, hanno un’idea più complessa rispetto a quelle che di solito hanno per i post canonici e decidono di svilupparla in un libro (Pillole di Blogging non è una raccolta o una rielaborazione di qualcosa di già scritto, ma è una nuova idea sia a livello di impostazione che di scrittura!).

Oppure, ancora, e qui penso al settore viaggi, dopo aver approfondito la conoscenza di un paese tramite alcuni viaggi, ne scrivono. Sia guide o, comunque, libri di tipo più informativo, sia libri di natura più emozionale.

Non ve lo nego, mi piacerebbe tanto cimentarmi in qualcosa di questo genere…

Ma veniamo al perché così tanti libri ed ebook. Le risposte sono, essenzialmente, due:

  • la prima è che gli ebook sono intesi come letture più disimpegnate, per cui non occorre scrivere centinaia e centinaia di pagine;
  • la seconda è l’avvento dell’autopubblicazione.

Con l’autopubblicazione, chiunque può diventare editore di se stesso, può decidere cosa e quando scrivere, senza avere necessariamente il consenso da parte di una casa editrice. Il dover cercare una casa editrice è stato per anni un ostacolo per gli aspiranti scrittori. Adesso, basta avere una buona idea e non ci sono più problemi circa la certezza di poter stringere la propria creazione tra le mani in tempi brevi, sia in cartaceo sia sotto forma di ebook.

Ovviamente, vi sconsiglio di autopubblicare senza aver fatto passare il vostro scritto dalle mani di un buon editor: dallo scambio di idee, sempre fruttuoso, al lavoro di limatura ed ottimizzazione, vi renderete conto, rileggendo il “prima” ed il “dopo” l’editing, che gli stessi concetti possono essere espressi con maggiore chiarezza usando un minor numero di parole. E ve lo dice una che è già sintetica di suo! La mia editor si chiama Sara Missorini e, ogni tanto, la leggete anche su questi schermi. Non ve la consiglio. Ve la straconsiglio: se sopporta me… capitemi!

Riguardo l’autopubblicazione, non è così banale, soprattutto se quello che piace a voi è scrivere e non perdervi nei meandri del web, ma tutto è fattibile. Oppure ci si può affidare a consulenti esperti. Altra cosa importante per chi decide di autopubblicare un libro cartaceo o un ebook è la promozione: mentre le case editrici, almeno le più famose, fanno per i loro libri ed autori degli interessanti piani promozionali, chi autopubblica (ma anche chi pubblica con case editrici molto piccole, che non hanno budget da investire) deve occuparsi anche della promozione del proprio libro. Io, ultimamente, mi sono fatta fagocitare dagli studi di web marketing, in particolare, a quelli sull’autopromozione di libri. Vi consiglio, se l’argomento interessa anche a voi, di scaricare l’ebook gratuito di Emanuele Properzi “109 Segreti per Promuovere alla Grande il Tuo Libro” (cliccate qui e inserite la vostra email nel form a destra). Letto questo, se avete un libro nel cassetto o, addirittura, uno già pubblicato da rilanciare, vi verrà naturale l’acquisto del “Bestseller Course Premium Edition” (lo trovate qui). Con quello, vi si aprirà definitivamente un mondo e… potrò capirvi: a me è già successo!

Mi sa che pioveranno presto nuovi libri e nuovi blogger-scrittori. E noi saremo ben lieti di riprendere la nostra rubrica #leggendoviaggi per raccontare i vostri libri ed ebook.

Dai, ora tocca a ciascuno di voi raccontare i propri sogni e le proprie aspirazioni libresche, se ne avete. Fuori i libri dal cassetto: raccontatecene, tanto siamo qui tra amici!

Related Images