Vacanza nel Gargano di una settimana o due: cosa vedere e come organizzarsi

Siamo appena rientrati da una splendida vacanza nel Gargano; la nostra settimana è volata troppo velocemente: ce ne vorrebbero almeno due per godersi il mare di questo angolo di Puglia ed alternarlo alle tante escursioni da fare per esplorare “la penisola nella penisola nella penisola”.

Aver fatto base all’Albergo il Giardino di Lido del Sole, pochi chilometri a nord di Rodi Garganico, si è rivelata un’ottima scelta per alternare giornate di mare ad escursioni sia lungo la costa che nell’entroterra: l’albergo è immerso in un parco di ulivi, ha una splendida piscina ed offre formule adatte a tutte le tasche e ad ogni tipo di viaggiatore, oltre ad uno sconto del 10% per i lettori di Trippando (a fine articolo, i dettagli!).

Troppo poca una settimana, troppo poca: le cose da vedere nel Gargano sono veramente un’infinità. Questa subregione pugliese offre attività ed attrattive davvero infinite, impossibili da fare tutte in una settimana, se si viaggia in estate e si vuole approfittare anche del suo bel mare, che è una bella tentazione!

taxi giallo gargano

Il Gargano: come organizzarsi per girarlo

La maniera più semplice per girare il Gargano è con l’auto, ma abbiamo visto persone girarlo in bici e a me è dispiaciuto molto non aver avuto tempo di sperimentare le Ferrovie del Gargano…

Girare il Gargano in auto

Di proprietà oppure presa a noleggio, con la macchina riuscirete a raggiungere ogni località senza obbligo di orari. A parte la veloce superstrada, che raggiunge come punto più a sud Vico del Gargano, le altre sono, salvo rare eccezioni ,strade lente e curvose, che si adattano alla conformazione orografica del promontorio. Keep calm e approfittate della velocità ridotta per osservare panorami e scorci, ma non si apriranno davanti ai vostri occhi e alle vostre ruote solo vedute di mare e di paesi arroccati: si pareranno sulla vostra strada pecore, capre, mucche e maiali: andate lenti e vivete anche così la vostra esperienza garganica!

Esplorare il Gargano in bicicletta

Abbiamo incontrato molti cicloturisti per le starde garganiche: senz’altro servono gambe allenate, viste le discrete salite… ma volete mettere il raggiungere certi punti solo con la forza dei propri muscoli? Non vi sono piste ciclabili, ahimé, ma anche la guida esperta dei locali è decisamente prudente.

Viaggiare per il Gargano in treno e bus

La strada tra Rodi e San Menaio costeggia la ferrovia: avendola percorsa diverse volte, abbiamo avuto modo di notare l’alta frequenza dei treni delle Ferrovie del Gargano, che si alternano con gli autobus per raggiungere i paesi non serviti dai binari. Il nostro poco tempo a disposizione non ci ha dato modo di sperimentare questo mezzo di trasporto, ma l’impressione è stata quella di un’alta efficienza. Se l’idea di girare il Gargano coi mezzi pubblici vi stuzzica, leggetevi l’esperienza del mio amico Enrico, uno che di treni se ne intende!

gargano spiaggia

Le spiagge e la costa del Gargano

Se dovessi raccontare la costa del Gargano in dieci parole, o anche meno direi che il nord è Italia, il sud è Croazia: la costa a nord, quella che guarda la Croazia, è bassa e sabbiosa, il mare è limpidissimo ed ideale per i bambini, che possono percorrere svariati metri prima di avere l’acqua sopra l’ombelico; la parte attorno e a sud di Vieste, invece, è alta e rocciosa e presenta splendide grotte formatesi nella roccia carsica e romantiche calette, per poi abbassarsi e diventare nuovamente sabbiosa man mano che si procede verso il Golfo di Manfredonia.

Il Gargano e la vita da spiaggia

Se decidete di andare sul Gargano per fare vita di mare, posso confermare che state facendo un’ottima scelta: noi abbiamo alternato giornate marinare alla Spiaggia Azzurra – Lido Blu Marine di Lido del Sole, distante cinquecento metri dall’Albergo il Giardino dove abbiamo soggiornato, ad altre di escursioni. Il Lido Blu Marine è perfetto se viaggiate con i bimbi (ma anche se siete solo adulti, eh!): la spiaggia è attrezzatissima, l’acqua bassa, limpida e ricca di pesciolini e granchietti che terranno i vostri piccoli impegnati in attività di pesca; c’è animazione, un parco giochi sulla sabbia (e non i soliti due giochini in croce!), una parte benessere con idromassaggio e massaggi, possibilità di fare sport acquatici, un attrezzato bar con self service ed il calore di una famiglia che gestisce questo posto con amore e passione… non ve ne vorrete più andare!

Una gita alle grotte

Ma avete affrontato un viaggio lunghetto: siete sul Gargano e non andate a visitare le grotte? Quando alla sera girerete per Rodi o per Peschici, scorgerete diverse agenzie che propongono queste escursioni lungo costa. Noi siamo stati a lungo perplessi, per il fatto di dover stare in barca dalle 9 alle 16. Poi al consorte è venuta l’idea geniale: partiamo da Vieste, visto che il tratto di costa più caratteristico e le grotte più belle sono quelle tra Vieste e Mattinata. Goal! ci siamo fatti una levataccia, ma ne è valsa la pena: i nostri bimbi, complice anche una giornata un po’ coperta, non si sono ustionati e l’orario dalle 9 alle 12 è stato perfetto per la nostra famiglia, bimbi tranquilli e genitori soddisfatti. Cosa c’è di meglio?

foresta umbra

La Foresta Umbra e il Parco Nazionale del Gargano

Anche questa è una tappa imprescindibile di un viaggio nel Gargano. Dopo un paio di giorni di mare, fate riposare la vostra pelle dal sole e andate alla scoperta della Foresta Umbra: vi basterà percorrere una decina di chilometri verso l’interno per scoprire quanto questo promontorio sia vario e affascinante. I paesi di Vico del Gargano e Monte Sant’Angelo, alle estremità della Foresta, meritano una visita, così come rimarrete incantati dal Golfo di Manfredonia dall’alto, una volta raggiunto Monte Sant’Angelo. Il centro visite del Parco Nazionale del Gargano si trova a una decina di chilometri da Vico ed ha un piccolo museo, e di qui si snodano diversi percorsi e sentieri, tra ci uno, molto facile, che raggiunge “il laghetto” attraverso spiegazioni (un po’ troppo a misura di adulto, per i nostri gusti!) sulla vita degli alberi e del bosco. Se, come noi, volete fare una sosta gastronomica, la cucina (che sia per un pranzo o per una fetta di torta!) del Rifugio Sfilzi (tra Vico e il Centro Visite) vi conquisterà per la sua naturalezza e naturalità (leggete qui per saperne di più!)

oasi gargamelle

L’Oasi Gargamelle e i frutti di mare del Gargano

Quella che abbiamo avuto noi è stata una fantastica anteprima. Adesso che la stagione estiva è avviata, potrete visitare anche voi l’Oasi Gargamelle, scoprire l’unico allevamento di frutti di mare del Gargano, presso il Lago di Varano, e fare un aperitivo o una cena dentro l’oasi naturalistica, a base dei frutti di mare che passeranno direttamente dall’allevamento alla vostra bocca. Un’esperienza assolutamente da provare e di cui vi riparlerò presto!

peschici di sera

I paesi bianchi del Gargano

Rodi, Peschici, Vieste. Ma anche Vico, Monte Sant’Angelo, Ischitella. Anche se volete crogiolare in spiaggia tutta la giornata (fate bene, eh!), alla sera spostatevi. Le distanze non sono banali, a livello di tempo, ma questi paesi sono da vedere… anzi, il bello è proprio perdersi tra le stradine dei centri storici, cercando ipunti più alti, da cui ammirare tramonti mozzafiato, che donano colori meravigliosi a tutto ciò che è intorno.

Però…

Ogni viaggio sul Gargano che si rispetti non può prescindere da un giro alle Isole Tremiti e una cena o un aperitivo ad un trabucco. Ecco. Noi ne abbiamo dovuto fare a meno per non strapazzare eccessivamente i figlioli. Non vi preoccupate, non vivremo col rimpianto, ma avremo il pretesto per tornare presto da queste bellissime parti!

piscina gargano

Per voi…

Come promesso, l’Albergo Il Giardino di Lido del Sole, offre ai lettori di Trippando la possibilità di soggiornare in formula hotel, residence o nelle casette che noi abbiamo tanto amato con il 10% di sconto per tutto il 2017, ad eccezione del mese di agosto. Vi basterà scrivere a info@albergoilgiardino.com, chiedendo la disponibilità per il periodo di vostro interesse e dire che “vi manda Trippando”. Così, anche voi potrete scoprire questa bellissima e ancora un po’ selvaggia terra. Stregherà anche voi, non ne ho dubbi!

Related Images