[Viaggi Rosa] Scozia per sole donne

Share it now!

La nostra carrellata di viaggi rosa proposti dall’agenzia online ViaggiandoGo sta avendo un notevole successo. Dalla Russia alla Grecia, passando per le molteplici forme di vacanza e soggiorno che è possibile fare a Malta e Gozo, sono molte le donne che vogliono viaggiare da sole o con le amiche, in tranquillità e pace. Seguendo i propri ritmi, ritrovando se stesse.

"View from Scott Monument" di Saskia van de Nieuwenhof - originally posted to Flickr as View from Scott Monument. Con licenza CC BY-SA 2.0 tramite Wikimedia Commons - https://commons.wikimedia.org/wiki/File:View_from_Scott_Monument.jpg#/media/File:View_from_Scott_Monument.jpg

“View from Scott Monument” di Saskia van de Nieuwenhof – originally posted to Flickr as View from Scott Monument. Con licenza CC BY-SA 2.0 tramite Wikimedia Commons

Un’altra bella meta proposta è la Scozia: una Scozia in rosa, ovviamente. Tutta al femminile. Con molto tempo per esplorare la splendida Edimburgo. Troppo poco conosciuta e stimata, secondo me. Io ci sono stata anni fa (venti? forse poco meno…) e ne sono rimasta entusiasta: una città vivace ma a misura d’uomo. Ops. Di donna! Una città sicura, tranquilla, dove ci si orienta molto facilmente e si può fare un ottimo shopping di tartan scozzesi, che forse non avrete mai il coraggio di indossare una volta ritornate a casa, ma che non potrete non acquistare quando siete là.

Altra tappa immancabile è al Lago di Lochness, famoso per il suo mostro, Nessie, una mostra, in realtà, dato che Nessie è un nome femminile. I paesaggi sono meravigliosi, con il verde come colore dominante. Molti e interessnati anche i resti romani presenti nella zona. Fa strano: noi come resti romani siamo abituati a vedere arene e fori; qui, invece ci sono forti e fortini, a memoria di sanguinose guerre di conquista.

Molto bella anche la zona delle Highlands, dominata dalla piccola Inverness, città costiera che a distanza di anni ricordo per la massiccia presenza di gabbiani.

Il tour si conclude al punto di partenza: Edimburgo. È una cosa che, personalmente, adoro il fare di nuovo tappa in una città già vista. Perché ogni volta resto con qualcosa di non visto-non fatto-non comprato e quella serata o quelle due ore in più mi cambiano -in meglio- il viaggio. Una cosa che adoro, non so voi, è anche, nelle due ore “rubate”, unirmi senza meta al flusso dei locali, entrando nei posti dove entrano loro, bevendo quello che bevono loro; oppure fare un giro su di un autobus, meglio se all’orario di andata o ritorno verso scuola o lavoro. Sono l’unica ad avere questa abitudine o ce l’ha anche qualcuno di voi? Raccontatecelo!

Per dettagli sul tour in Scozia tutta al femminile, cliccate qui.


Share it now!