Weekend a Verona: romantico e low cost!

Me l’avevano detto che Verona fosse bellissima. Ma io sono un po’ come San Tommaso, finché non vedo non credo; anche se devo essere sincera: mi ci è voluto veramente poco per capire che fosse una delle città più bella d’Italia. E mi ci è voluto veramente poco per capire anche che si tratta di una città veramente romantica; forse per via del balcone più famoso d’Italia che fa sognare grandi e piccini? Sì, forse per quello. Forse perché quando vai in una città come Verona ci speri sempre un po’ di trovare quella magia che ti fa venire gli occhi a cuoricino, o per un motivo o per un altro. E se si fa un po’ d’attenzione al portafoglio ci si accorge che a Verona si riesce a fare un ottimo week-end senza tornare a casa con l’acqua alla gola.

PIAZZA BRA verona

Io sono partita con il mio fidanzato, ma sono sicura che quello che sto per proporvi è un week-end adatto anche a chi voglia passare due giorni in completo relax con amici o, perché no, con famiglia e prole al seguito.

Dormire a Verona

Abbiamo voluto provare un’alternativa a quelli che sono i più tradizionali hotel o b&b. Si tratta di Wimdu, un servizio che mette a disposizione diversi alloggi quali case, appartamenti, o camere condivise a prezzi veramente stracciati rispetto ad un hotel. Parliamoci chiaro: ovvio è che con i tempi che corrono più si risparmia e meglio è. Io e il mio fidanzato siamo riusciti a trovare un piccolo appartamentino a soli 3 km da Verona ad un prezzo veramente conveniente. Lascio qui il link per chiunque fosse interessato: http://www.residenzalegiare.it. Certo è che Wimdu offre moltissime altre offerte ed opportunità, quindi non esitate a fare delle ricerche.

Cosa visitare a Verona

Ovvio è che si parte da Piazza Brà, la piazza principale di Verona. Che dire? Bellissima, senza ombra di dubbio. Al centro della piazza vi sono una sorta di giardini che accolgono una fontana, dove i più fanno foto e, ovviamente, gli immancabili selfie.

piazza bra - FONTANA

Piazza Brà accoglie anche quello che è senza ombra di dubbio il monumento storico più importante della città: l’Arena. Diciamo che io e il mio fidanzato abbiamo deciso di vistare Verona dopo aver acquistato i biglietti per un concerto, e dobbiamo dire che non ce ne siamo affatto pentiti, sia di Verona ma, soprattutto del concerto! Questo per dirvi che per quanto un cantante possa essere bravo o meno, famoso o meno, l’Arena conferisce a tutto lo spettacolo un’altra luce, un altro significato. Quindi, se decidete di andare a Verona, andateci, magari, quando in concomitanza vi è un concerto / spettacolo e sono sicura che non ve ne pentirete.

ARENA di verona

La via principale di Verona è Via Mazzini, che unisce Piazza Brà da tutti i monumenti e le piazze più importanti. È la via ideale per chi ama lo shopping e per chi, di sera, si vuol far trascinare dalla movida veronese. Arrivati alla fine di Via Mazzini, proseguendo sulla sinistra in via del Cappello si trova il balcone di Giulietta, con relativa statua sul piazzale: la leggenda narra che se la si tocca in punti ben precisi, l’amore arriverà prestissimo. Io ho lasciato questa fortuna agli altri, il mio amore ce l’avevo a fianco! (si lo so, sono una romanticona, ma che vogliamo farci?)

BALCONE di giuliettaAlla sinistra di piazza Mazzini, vi è invece Piazza delle Erbe, una delle più belle e suggestive piazze che io abbia mai visto. Al centro di quest’ultima vi è un mercato, ed io amo i mercati: i profumi, gli odori, i colori, la gente che guarda, prova bigiotteria o maschere carnevalesche. Bellissimo.

PIAZZA DELLE ERBE

Sul lato nord di piazza delle Erbe, vi è il complesso delle Case Mazzanti, proprietà di grandi famiglie con affreschi che risalgono a circa il 1500. Molto suggestivo, in piazza delle Erbe, è la presenza della Torre dei Lamberti che consente una vista davvero mozzafiato!

Da piazza delle Erbe si arriva poi a Piazza dei Signori, una piazza che deve suoi natali al medioevo le cui funzioni erano riferite alla politica e all’amministrazione. Non a caso, essa è circondata da importanti edifici, quali ad esempio la loggia del Consiglio e il palazzo del Governo. A pochi passi da Piazza dei Signori vi sono le tombe monumentali degli Scaligeri, la più importante dinastia che regno a Verona.

LUNGO ADIGE

Una menzione particolare merita il lungo Adige, suggestivo ed imponente, con tutti i suoi ponti che collegano la città su due lati. Proseguendo sul lungo Adige verso est e attraversando un qualsiasi ponte, quale ad esempio Ponte PietraPonte NuovoPonte Navi, si arriva a Castel San Pietro, dopo aver fatto una bella salita con molti, ma molti scalini. Giuro, però che ne vale la pena! Arrivati alla fine della salita, infatti, Castel San Pietro offre una Verona magnifica e imponente, proprio adagiata ai nostri piedi!

VERONA DA C. SAN P.

Come vi avevo accennato, però, Verona si gira tutti in un giorno, scarpe comode permettendo! Quindi io e il mio fidanzato, arrivati il Venerdì sul tardi pomeriggio, abbiamo deciso di dedicare la nostra Domenica a fare una piccola visita a Peschiera del Garda.

Dove mangiare a Verona: alcuni consigli

Se è vero che io e il mio fidanzato ci siamo arrangiati, è anche vero che, come di nostro consueto, ci piace provare, almeno per una sera durante i nostri viaggi, dei posti caratteristici del luogo in cui andiamo. Per quest’occasione abbiamo voluto provare una pizzeria/ristorante situato proprio in centro, a pochi minuti a piedi da Piazza delle Erbe. Il ristorante si chiama Santa Felicita ed è una vera chicca all’interno delle mura della città. E’ un ristorante inserito in un complesso architettonico degno di nota: quest’ultimo è infatti una chiesa sconsacrata adibita, per l’appunto, ad un ristorante. Con la bella stagione sono sicura che cenare fuori è veramente meraviglioso, ma io sono dell’idea che la bellezza del soppalco non può essere battuta da niente. Che dire dei piatti? Ottimi sia i primi che la pizza… Quindi, aggiudicato!

Altro posto da provare è assolutamente la Pasticceria Flego, situata in Via Stella numero 13, una parallela di Via Mozzanti, la via principale di Verona. Eh eh, ve l’avevo detto che Verona è piccina! Insomma, in questa pasticceria si trova di tutto e di più, dai semplici cornetti e pezzi di torta, a crostate, macarons, caffè, cappuccini, creme di caffè, shake e centrifugati. A voi la scelta!

Consiglio extra

Se arrivate a Verona in macchina, vi consiglio di parcheggiarla in uno dei tanti parcheggi a spina di pesce che si trovano lungo la strada: sono molto più convenienti (e a mio avviso comodi!) di molti altri parcheggi che, seppur custoditi, richiedono cifre assurde: si parla anche di 3.50/4 Euro per ogni ora, a differenza dei parcheggi sopra menzionati che richiedono solo 1 Euro per ogni ora. Inoltre, Verona si avvale del servizio  Easy Park: tramite un’applicazione scaricata sul proprio smartphone si può pagare, prolungare e addirittura terminare la propria sosta prima dello scadere del tempo. Veramente un’ottima trovata! Speriamo arrivi presto anche nelle altre città!

E proprio per rimanere low cost, questo piccolo weekend, compreso di pasti e alloggio, è costato meno di 100 euro a persona!

Related Images