Aroti Meloni e la “sua” Narni Sotterranea

Oggi abbiamo una grande ospite. Un fiume in piena chiamata Aroti Meloni. L’ho conosciuta di persona al BTO2013. Di fatti, ci siamo riconosciute, baciate e abbracciate come se ci conoscessimo da sempre. L’empatia gioca brutti scherzi… Aroti l’avevano già incontrata Ernesto e Laura, partecipando ad un suo educational a Narni Sotterranea, di cui hanno scritto qui. Oggi Aroti ci racconta il suo grande amore diventato lavoro e ci guida alla scoperta di Narni Sotterranea.

aroti meloni

Il vaso contiene l’acqua ed’è l’acqua che dovete bere, non serve a nulla adorare il vaso, purtroppo invece l’umanità tende ad adorare il vaso e a dimenticare l’acqua.”

Jiddu Krishnamurti

E’ con questo approccio alla vita che sono nata, nella lontana India: 26 Febbraio 1980 una bimba di nome Aroti è stata data alla luce ed il tanto amore della madre l’ha fatta arrivare in terra italiana.Di anni ne sono passati ed Aroti è diventata una donna, influenzata dalle solite problematiche che si devono affrontare in un paese in cui sta diventando difficile vivere per fattori che non sto qui ad elencare. 

Sette anni fa, mio cugino Riccardo mi parlò di una certa Narni Sotterranea, un convento dei frati domenicani, ormai dimenticato e diroccato, scoperto solo nel 1979 da sei giovani narnesi e speleologi. Non era un periodo facile per me, da qualche mese ero in uno stato di confusione emotiva, emozionale e frastornata da ciò che avevo intorno, da ciò che gli altri pensavano e cosa si aspettavano da me…mi venne fatto un invito a visitare e conoscere la realtà di Narni Sotterranea, non a caso mio cugino faceva parte dell’organizzazione e vedendomi non sorridente mi chiese di seguirlo nelle visite che si facevano ogni domenica.logo-narni-sotterraneaIl primo impatto fu semplice e gioioso, i volti solari e sereni delle persone che erano intorno a me per quelle poche ore che trascorsi lì, mi furono subito di grande aiuto, sentì come un sollievo, lo stesso sollievo che ancora oggi mi pervade, mi riempie e rasserena quando mi sento fragile al mondo e insicura di ciò che sono.

Narni Sotterranea è una realtà mentale, mi ostinerei a dire sensoriale, prima di essere sito archeologico, culturale, artistico e storico. Dal 1979, quando sei ragazzi curiosi scoprirono per caso le secrete stanze della Santa Inquisizione Romana, questo sito riscalda i cuori dei visitatori che per caso vengono nella nostra cittadina e sorpresi se ne tornano a casa con quel “quid” di valore, misto a passione e trasporto emotivo.

biglietteria-narni-sotterranea

Da sette anni anche io, come tutti i soci dell’Associazione Culturale Narni Sotterranea, mi diverto e mi svelo di giorno in giorno nell’accompagnare i turisti nelle stanze di quello che fu il convento domenicano di Santa Maria Maggiore in Narni.

EDM_5414

Mi piace viaggiare e nella vita ho sempre avuto la fortuna di farlo, di andare più o meno lontano da casa, di scoprirmi abile o non consapevole dei mie limiti, ma Narni Sotterranea riesce a farmi viaggiare senza spostarmi, a capirmi, a meditare e rapportarmi a ciò che sono gli altri e ciò che sanno. Di domenica in domenica vengo a sapere sempre cose nuove e durante le visite l’incontro/scontro con altre menti mi lascia la curiosità di continuare a scavare dentro e fuori di me.

Che cosa è Narni Sotterranea? Chi è? Un luogo, un personaggio, misticismo misto ad amore di una mente eccelsa che lascia su quattro pareti un suo testamento, un paradigma di simboli alchemici, massonici e religiosi, graffiti sul muro da un prigioniero Giuseppe Andrea Lombardini rinchiuso a Narni Sotterranea nel 1759.

EDM_5394

Invito chiunque legga questo post a farne tesoro, vorrei solleticarlo ed ispirarlo affinché possa anche egli scoprire il convento domenicano e tutto il suo tesoro intimo e misterioso.

EDM_5422

Narni in se è una delle cittadine più incantevoli e silenziose dell’Umbria, medievale ma costruita dagli Umbri lungo il fiume Nera: a differenza di Todi o Orvieto, mete quasi obbligate per i turisti di tutto il mondo, la mia cittadina rimane sempre nel cantuccio, all’angolo come ripiego di luoghi più suggestivi: invito invece lo straniero a recarsi da noi, a scoprire “il sopra ed il sotto” di Narni, una città medievale piccola, ricca di storia, calpestata da Romani e Lanzi, meta di Papi e Cardinali che hanno implentato il loro potere temporale da qui costruendo Rocche come residenze, a solo 90Km da Roma.

Dov’è Narni Sotterranea:

Via S. Bernardo 12, Narni (Terni)

Informazioni:

 info@narnisotterranea.it

http://www.narnisotterranea.it/

Photo credits: Ernesto de Matteis

Related posts

18 thoughts on “Aroti Meloni e la “sua” Narni Sotterranea”

Leave a Comment

6 − due =

Fai l\'operazione indicata *