Berlino con i bambini: cosa vedere e fare

Berlino si sa che è una metropoli immensa ma nonostante ciò può essere considerata una città a misura di bambino con tante offerte pensate apposta per i piccoli. All’inizio può far paura girare una città così immensa con un bambino ma con piccoli accorgimenti e un pò di buon senso si può fare anche questo. Questi sono i posti che ho testato personalmente e che ho trovato particolarmente adatti ai bambini.

Bundestag

Spesso chi viaggia con bambini sa benissimo che  un bambino può essere un ostacolo ma in certi casi può essere un vantaggio non da poco. Uno di questi rari casi è il Bundestag, secondo me  una delle attrazioni più family friendly mai visitate. Insomma se avete bambini questo è il posto giusto, troverete grande attenzione e profondo rispetto per la famiglia. Che dire, la mia esperienza è stata più che positiva. Le famiglie hanno diritto alla precedenza. Avevo prenotato la visita on line qualche giorno prima al sito: https://visite.bundestag.de/BAPWeb/pages/createBookingRequest.jsf?lang=en                Una volta passati i controlli di sicurezza, un’addetta gentilmente ci accompagna per le grandi sale dell’edificio. Per arrivare alla cupola bisogna prendere l’ascensore, dove solitamente si forma una coda interminabile; noi arriviamo per ultimi ma nonostante ciò l’addetta ci fa entrare per primi sotto lo sguardo di tutti, la sensazione è quella di essere dei vip. Beh che dire io sono rimasta impressionata dalla sensibilità e dalla venerazione che i tedeschi hanno per la famiglia. Una volta tanto fa piacere che la coppia con bambini sia riconosciuta e abbia questa importanza.

Zoo di Berlino

Una meta d’obbligo per i bambini, forse una delle più belle, è lo Zoologischer Garten, ossia lo Zoo di Berlino. Il parco è molto grande e per visitarlo bene occorre più di una mezza giornata;  tutto sommato si tratta di un’attrazione low cost, con costi contenuti. Il parco ospita tantissime specie, anche le più esotiche. Gli ambienti naturali sono riprodotti e mantenuti molto bene. E’ avventuroso passeggiare e poter ammirare animali mastodontici come gli elefanti, gli ippopotami, le giraffe ed animali potenzialmente pericolosi come gli orsi, i lupi, le tigri e i leoni. Stare lì ad osservarli, a studiare come si comportano mette allegria. E volendo dopo si può fare pausa pranzo in una delle aree ristoro e fare scorta di peluche all’interno di un negozio di souvenir. Dopo ci si può recare nella fattoria per bambini dove si possono accarezzare le caprette e dar loro da mangiare per pochi spiccioli. E se i bambini non sono ancora stanchi li si può fare sfogare nel parco giochi dello zoo dove potranno scorrazzare a piedi nudi dal momento che per terra c’è la sabbia.  I piccoli viaggiatori non vorranno più andarsene e porteranno con sè un bellissimo ricordo.

Legoland Discovery Centre

Il Legoland Discovery Centre si trova all’interno dello spettacolare Sony Center in Potsdamer Platz. Questa è un’attrazione molto pubblicizzata che consiglio  e sconsiglio. La consiglio nelle giornate fredde e di pioggia quando bisogna trovare riparo al coperto e si vuole fare felici i propri pargoli, la sconsiglio per il costo eccessivo, nota amara per i genitori, che si aggira sui 16E a persona; anche il bambino paga 16E a meno che non abbia meno di 3 anni, allora l’ingresso è gratuito. Con la Welcome card si risparmia qualcosina. Una volta entrati dentro i bambini potranno ammirare i vari personaggi  e la città stessa di Berlino costruiti interamente con i famosi mattoncini. Al Legoland si possono trovare tanti contenitori con i mattoncini per divertirsi a creare e costruire, una grande gabbia con palline e scivolo e una giostra. In fondo al salone c’è anche un cinema che proietta un film in 4D in tedesco della durata di 15 minuti circa con tanti effetti speciali, come spruzzi di acqua e schiuma; insomma da lì si esce mezzi bagnati ma fa parte del divertimento. All’interno si può trovare  un caffè dove fare una sosta golosa e un negozio in cui fare provviste di mattoncini.  Per girarlo tutto ci vogliono all’incirca due ore. E se voi forse dopo un pò vi annoierete, state tranquilli, i bambini si divertiranno un mondo a giocare con i mattoncini, dopotutto ogni tanto bisogna anche accontentarli.

Memoriale dell’olocausto

Questa è un’attrazione pensata per i grandi ma che in realtà può trasformarsi in un labirinto per i piccoli esploratori. Il memoriale è stato costruito per ricordare il genocidio degli ebrei. Passeggiare tra queste lapidi di cemento di varie dimensioni inizialmente ti lascia sbigottito; con la mente inizialmente torni al passato, cerchi di trovare un senso, una spiegazione a quello che è successo, poi cerchi di capire il significato di quest’opera, cosa può significare questo ammasso di blocchi di cemento di un unico colore, guarda caso il grigio, un colore triste che rimanda all’indifferenza degli uomini  e ti assale un vuoto indescrivibile, poi però vedi spuntare tra qualche blocco grigio un albero e pensi che è la vita che rinasce, un meraviglioso simbolo di speranza per il futuro. I bambini con la loro innocenza e il loro naturale entusiasmo percepiranno il posto come una sorta di parco giochi e si divertiranno a giocarci a nascondino o a salire sui blocchi di cemento; quest’ultima cosa però non si può fare e difatti gli addetti alla vigilanza sono là apposta per impedire che questo accada.

Muro di Berlino

Il muro di Berlino non ha bisogno di presentazioni,  ha un significato storico profondo. Questa grande galleria d’arte all’aperto davvero mette i brividi, toccare il muro e immaginare di tornare indietro negli anni ha un impatto emozionante. C’è chi lo visita in bici e chi come me preferisce percorrerlo a piedi con una passeggiata. Il muro di Berlino si trova proprio vicino a una strada trafficata e perciò va visitato facendo ricorso alla storia (almeno a ciò che ci ricordiamo) e all’immaginazione.  I bambini saranno attirati dai colori e impareranno a familiarizzare con la street art e se sono un pò grandicelli un pò di storia non guasta, si può  sempre spiegare loro che questo muro un tempo divideva la città in due parti ma poi fortunatamente è stato abbattuto.

Related posts

15 thoughts on “Berlino con i bambini: cosa vedere e fare”

  1. eh a me piacerebbe andare a berlino per capodanno con le pupe e il senator, anche perche’ abbiamo deciso di scartare roma per via dei prezzi gonfiati all’italiana ma ci piaceva l idea del concerto di piazza e anche a berlino e’ spettacolare…ma il senator se ne viene fuori che fa freddo! dopo tutti questi anni a prendermi in giro quando battevo i denti a cracovia a menodiciassette, se ne esce che a berlino ci saranno meno due gradi la sera!!!!

    1. bella bella Berlino…e io che non l’ho mai vista benissimo…coi pargoli è senz’altro una meta da non perdere, come dice Gabry…dai, partiamo! meno due o meno diciassette!

      1. Berlino è una gran bella città.
        E la visita allo Zoo per chi ha qualche anno in più, come me, evoca altro (Chistiane F., film del 1981) oltre ad essere molto bello in sè.
        Io però aggiungerei la visita alle Residenz, vere e proprie fucine di bellezza anche per i bimbi, e la Voliera gratuita in Alexander Platz (anche se mi dicono che ultimamente per entrare si paghi…)
        Ma continuo a pensare che i bambini dovrebbero stare alla larga dalle megalopoli quanto più è possibile, che per rovinarsi la vita c’è tempo…
        Bello e brava comunque, Gabry…
        Coinvolgente come sempre.
        Pace e bene…

      2. gabrycla

        Ciao Silvia, dici bene, basta partire attrezzati, non c’è meta che non si possa visitare con bambini al seguito!

    2. gabrycla

      Ciao Valentina, dai che forse riesci a convincere il senator, per il freddo ci si può sempre equipaggiare!

      1. gabrycla

        Grazie Ernesto, gentile come sempre! Vedi, la residenz e la parte ovest mi manca, e quindi prima o poi dovrò ritornarci per approfondire; la voliera ad alexanderplatz mi è proprio sfuggita, tra l’altro alloggiavo pure in zona e non l’ho vista, come mai?!

    1. gabrycla

      Bene!! Allora spulciando su Trippando puoi trovare delle dritte utilissime per il tuo viaggio!

  2. Peppe

    Io sarò a Berlino a capodanno con moglie e figli di 5 e 7 anni.
    È consigliabile il capodanno in piazza con i bimbi o vista la gente sarebbe meglio fare altro?
    I consigli sono ben accetti,grazie

    1. Peppe, metto la tua domanda anche sulla pagina facebook di trippando: https://www.facebook.com/#!/pages/trippando/226251390747329 e sentiamo se qualcuno ne sa più di me… consultazione e in un paio di giorni al massimo ti faccio sapere…
      a presto!

    2. Secondo me, no. A prescindere dalla città, i bambini non si divertono nel caos e non vedono ciò che i grandi riescono a vedere/vivere in queste occasioni. Meglio optare per un luogo più raccolto, sto chiedendo a mio fratello che vive nella Germania ex-est ed ha un figlio di 9 anni se sa di qualcosa di più adatto ai bambini. http://www.capodanno2013.com/capodanno-2013-a-berlino/

  3. Ciao Peppe, io sono stata a Berlino in un altro periodo, era luglio, immagino che a capodanno alla Porta di Brandeburgo ci sia molta gente e confusione, io personalmente con dei bambini piccoli la eviterei e farei qualcosa di più tranquillo.

    1. Peppe

      Grazie
      effettivamente pare che la confusione sia tanta.Probabilmente potremmo andare a passeggiare sul viale 17 Juni abbastanza presto,diciamo verso le 18-19 quando ancora non c’è troppa gente.A quell’ ora dovrebbero gia iniziare diversi spettacoli.E poi allontanarci mano mano dal caos per andare a vedere i fuochi d’artificio in un posto piu’ quieto.Che ne pensate?

Leave a Comment

14 − dodici =

Fai l\'operazione indicata *