Campeggiare in Croazia

Come sapete, io amo la Croazia, ne ho scritto molto, ma non ho esperienza di campeggio. Per questo oggi lascio la parola a Monica Liverani, autrice del blog Idee di tutto un pò, una guru del campeggiare in Croazia!

La Croazia è da sempre stata considerata una patria da campeggio, è una destinazione ben servita per questo tipo di vacanze, lo è sempre stata, essendo frequentata da una bella fetta di turisti Nord-Europei, tedeschi in primis, che sono notoriamente “affezionati” a questa modalità di viaggio.

Frequento i campeggi della Croazia da quando sono una bambina, quando ancora la Croazia era Jugoslavia, quando la Jugoslavia era un paese davvero economico per le vacanze, quando ancora andare in Jugoslavia era considerato una sorta di viaggio-avventura in un paese un po’ meno progredito rispetto all’Italia.

Ma quanto a campeggi, “non progrediti” non lo sono stati mai. Non erano campeggi, erano veri e propri villaggi turistici, attrezzati, serviti, puliti, enormi. Ricordo una delle prime vacanze in campeggio a Zara, un bellissimo campeggio sotto una enorme pineta, come sono quasi tutti i campeggi Croati, in riva al mare, con una sorta di centro nevralgico, dove erano concentrati negozi, bar, ristoranti, la piazza, l’infermeria, l’animazione. Un vero e proprio villaggio turistico.

A quel tempo io non sapevo nemmeno cosa fosse un villaggio turistico, ho cominciato a conoscerli solamente quando ho avuto 18 anni, ma frequentandoli mi sono resa conto, che questi campeggi, già trent’anni fa non avevano assolutamente nulla da invidiare al miglior villaggio, del miglior tour operator di viaggi organizzati.

In questi trent’anni le cose sono cambiate molto, c’è stata la guerra, e i campeggi, come tutto il resto del Paese hanno subito danni; ma i Croati non si sono dati per vinti e hanno investito nuovamente in questo settore del turismo rimettendo a nuovo le strutture e perseguendo nel loro obiettivo di un certo tipo di turismo.

Oggi la Croazia è ancora patria di campeggi e campeggiatori e il Turismo Italiano e Nord-Europeo, continua a prediligere questa zona (ancora più che l’Italia) per le caratteristiche che contraddistinguono le loro strutture.

La zona con la maggior densità di campeggi è la zona Istriana. I campeggi si susseguono uno dietro l’altro, spesso sono anche collegati tra loro con piste ciclabili e pedonali che corrono sul lungo mare. Sono per lo più campeggi che fanno parte di grosse società che si occupano di turismo, attrezzatissimi sotto ogni punto di vista. Nella maggior parte dei casi sono direttamente sul mare, sotto enormi pinete che assicurano ombra, sono serviti da mezzi pubblici su strada o su acqua, o piste ciclabili in caso che non siamo vicinissimi alla città.

Spesso chi non va in campeggio è frenato dai bagni in comune. Nei campeggi della Croazia la pulizia dei servizi è una priorità, molto spesso i dipendenti addetti alle pulizie, sono responsabili di un unico blocco, in cui passano tutto il loro turno di lavoro per fare in modo che siano costantemente lindi. E lo sono davvero!

Carlotta bagni camping Lanterna

Altro motivo di freno nel NON andare in campeggio è la non disponibilità dell’attrezzatura adeguata per poter provare l’esperienza una sola volta, ma i campeggi della Croazia sono decisamente molto attrezzati anche sotto questi punti di vista. Spesso sono dotati di qualsiasi tipo di sistemazione, dalle camere, ai bungalow solo per dormire o anche con cucina e in più… hanno zone destinate alle loro tende, già montate, già dotate di qualsiasi tipo di attrezzatura necessaria, pronte per essere affittate a chi davvero voglia provare la vita da campeggio senza avere il necessario.

Questi grossi campeggi sono spesso dotati di piscine, anche più di una, con parchi giochi acquatici per il divertimento dei bambini, servizi di mini club, animazione, bar, ristoranti, supermercati, “baracchine” per il pane, per la frutta, servizio spiaggia, e anche di spiaggia riservata per gli amici a 4 zampe con relativa doccia per togliere il sale dal pelo dopo il bagno.

Si potrebbe pensare che in questi enormi “paesoni” con tutti questi servizi, la pace e la tranquillità siano un rari, ma non è così!

Sono organizzati talmente bene da avere posti in zone più movimentate e posti in zone davvero tranquille. Insomma ce n’è per tutti, per vacanze in relax e per vacanze più movimentate.

Poi ci sono campeggi un po’ più piccolini, la cui caratteristica imprescindibile è comunque la pulizia dei servizi e la tranquillità.

Anche se le vacanze in Croazia non sono più le vacanze economicissime che potevano essere 30 anni fa, a parità di qualità la vacanza in campeggio al mare, la Croazia rimane comunque conveniente.

A chi la consiglierei? Sicuramente a tutti, ma in particolare consiglierei il campeggio in Croazia a chi non ha mai fatto campeggio, perché è un campeggio facile, perché si ha la possibilità di provare un nuovo “modello” di vacanza senza doversi procurare l’attrezzatura, perché il salto fra una vacanza in campeggio e una vacanza in appartamento è un po’ meno alto, perché nonostante i tanti servizi, si riesce a vivere l’aria del campeggio, e magari si riesce anche ad innamorarsene.

Cosa consiglio? se decidete di fare una vacanza nelle loro strutture, che siano bungalow o tende, in alta stagione, prenotate. La Croazia è battuttissima dai turisti del Nord Europa, che arrivano anche in aereo per soggiornare in campeggio. Se andate in tenda, camper, roulotte, non temete, un posto ve lo trovano sempre, perché a differenza dei campeggi italiani ci sono un sacco di enormi spazi liberi, senza piazzole, dove ognuno può decidere di occupare lo spazio come, quando e quanto vuole.

Maggiolina camping Orebic

Spero di non avervi convinto in troppi a provare i campeggi della Croazia, o sarò io a non trovare più posto!

Related posts

13 thoughts on “Campeggiare in Croazia”

    1. MARINELLA

      Ciao, io dovrei pernottare 2 notti in croazia, con tenda e cane….una notte verso zara e una notte verso split….Ho letto che sarebbe meglio prenotare, ma non capisco come fare perchè tutti i siti mi parlano di case o piazzole…Mi potrebbe aiutare in uqlache modo?sarebbe la prima volta per me.

      1. trippando

        Ciao! Eh, magari puoi vedere i campeggi in zona e prenotare una piazzola. In che periodo vai?

  1. […] Campeggiare in Croazia, guest post di Monica Liverani […]

  2. […] Croazia sia posto di facile “campeggiabilità” (che parola farlocca!) l’abbiamo già detto (qui) e abbiamo anche spiegato che molto spesso i campeggi sono dotati di tende loro, gestite tramite […]

  3. […] campeggio. Dai più semplici a super-attrezzati (di cui è stato scritto con dovizia di particolari qui), ce n’è per tutti i gusti. Attenzione, però: quelli con la scritta “FKK” sono […]

  4. […] di tutto un pò, la conoscete già, perchè ha scritto su Trippando due post sui campeggi croati: Campeggiare in Croazia e Campeggiare in Croazia: Bjiela Uvala. Sul suo blog ci sono anche tre bei post su Zavala, […]

  5. […] pensarlo, visto che io mi interesso anche di cucina, Trippando da trip, VIAGGIO! Da un post sul campeggiare in Croazia, istruzioni per l’uso per cominciare a fare ferie in modo diverso, ridendo e scherzando sono […]

  6. […] Campeggi: chi l’ha detto che in campeggio si risparmia? In tenda si risparmia, in campeggio in generale (roulotte, camper, bungalow) no, quindi occhio ai confronti! […]

  7. L´anno prossimo faremo camping in Croazia per la prima volta! È u paese bellissimo secondo me…non vedo l´ora:-))

    1. trippando

      Io amo la Croazia, sicché sono di parte!

Leave a Comment

1 × due =

Fai l\'operazione indicata *