Canova ad Assisi: non solo la mostra, anche Canovafood

canovafood

 

Ad Assisi dal 10 Agosto al 6 Gennaio presso il Palazzo Monte Frumentario si tiene una importantissima mostra dedicata ad Antonio Canova.

La mostra, realizzata grazie a una sessantina di gessi e marmi prestati dalla fondazione di Possagno, è stata affiancata da un importante evento eno-gastronomico: Canovafood, a cui hanno partecipato una decina di blogger provenienti da tutta Italia

L’iniziativa è stata messa in opera da  Marca Treviso , organizzazione che opera nel territorio della provincia di Treviso per promuoverne le strutture turistiche ma non solo

_DSC0358

 

Canovafood ha visto 5 chef, tutti provenienti dalla Marca Treviso, impegnati in un complesso  showcooking, durante il quale di fronte ai blogger preparavano ed illustravano la loro ricetta ispirata ai sapori dei tempi del Canova e alle forme delle sue sculture

_DSC0142

 

Il selezionato social media team ha potuto, oltre che documentare, anche  assaggiare le preparazioni degli chef  in cui sono stati utilizzati molti prodotti del territorio, accompagnati anche da famosi vini quali il Prosecco di Valdobbiadene D.O.C.G., il Prosecco d’Asolo D.O.C.G. e il Manzoni Bianco.

_DSC0417

 

 Ma ecco qui i protagonisti di Canovafood: gli chefs

Diana Bertuola –Ristorante Villa Castagna di Nogarè di Crocetta del Montello ha presentato “La suonatrice di cembali”

_DSC0105

Nereo Dussin – Ristorante Locanda Dussin di Piavon di Oderzo ci ha stupito con il suo “Amorino”_DSC0102

Beppe Agostini -Ristorante Teatro dei sapori di Castelfranco Veneto ha interpretato lo scultore con “La gallina canoviana in perle”

_DSC0167

Pietro Pusceddu – Ristorante Villa Razzolini Loredan di Asolo e i suoi “Gnocchi canoviani con crema al Morlacco e cialda croccante”

_DSC0146

 Guerrino Menegon -Ristorante Da Jerry di Monfumo traduce in un piatto gli “amori in tavola del maestro”

_DSC0411

 

Poche ore dopo la fine dello showcooking ha avuto luogo la inaugurazione ufficiale della bellissima mostra che si dipana per le splendide sale di Palazzo Monte Frumentario

canovafood

 

Al termine del taglio del nastro e alla presentazione ufficiale delle autorità, il vasto pubblico presente ha potuto apprezzare le preparazioni degli chef trevigiani che si sono così resi ambasciatori, in terra umbra, dei sapori e delle tipicità di questa fiorente anche se artisticamente ancora poco conosciuta, provincia veneta.

Deus ex machina di questa 3 giorni dedicata al Canova, l’inossidabile Carlo Vischi che ha messo insieme il team di canovafood

_DSC0116

 

Related posts

7 thoughts on “Canova ad Assisi: non solo la mostra, anche Canovafood”

Leave a Comment

5 × due =

Fai l\'operazione indicata *