Cascata delle Marmore: quando l’uomo fa della natura un’opera d’arte…

L’occasione, improvvisa e gradevole, dell’arrivo a Giano dell’Umbria di una coppia di compatrioti di un’amica di origini russe degli Urali mi ha portato per l’ennesima volta a godere della meraviglia della natura fatta arte: la Cascata delle Marmore a Terni.EDM_0436Per chi ancora non lo sapesse, il salto d’acque più alto d’Europa è opera dell’ingegno umano, e del console/censore romano Manio Curio Dentato, che decise di bonificare la palude di Rieti facendo defluire le acque del Velino verso il salto naturale di Marmore che portava acqua al Nera, affluente del Tevere: correva l’anno 271 a.C….EDM_0439La visita della cascata è ben strutturata, con 5 sentieri che soddisfano i curiosi ed i vogliosi di superare i 165 metri di dislivello tra il belvedere inferiore, dal quale siamo entrati noi, e quello superiore.PercorsiSegnaletica, cartellonistica, indicazioni sono tutte al loro posto, ad indicare il grado di bellezza da scoprire con discrezione e semplicità…Cartelli…e poi ci sono offerte culturali e di svago ben segnalate: per i piccoli di ogni età il Centro di Educazione Ambientale ma sopratutti lo Gnefro, il folletto verde che accompagna i visitatori con la Fantapasseggiata

Gnefro Marmore fallsCentro educazione ambientaleUn sito internet ben strutturato ed internazionale (dovete cercare Marmore falls, of course…) ed una biglietteria all’altezza della situazione con personale gentile e sorridente, il che non guasta mai, con gadgets e miniguide gratuite ed a pagamento per soddisfare ogni richiesta sono a disposizione di ogni visitatore…Guida CdMOra però vi condurrò per immagini nello stupefacente mondo delle acque che si nebulizzano, che giocano, che vorticano in un verde lussureggiante mutevole e cangiante anno per anno, stagione per stagione, giorno per giorno, ora per ora, istante per istante…EDM_0441 EDM_0445 EDM_0460 EDM_0462 EDM_0464 EDM_0470 EDM_0472 EDM_0474 EDM_0475Grotte, gole, scrosci improvvisi, cascatine e cadute sguscianti, tutto concorre a svelare lo stupore che la natura ci riserva quando la si osserva…EDM_0478 EDM_0484 EDM_0488 EDM_0490…ed eccoci in cima, sulla Specola fatta costruire da un papa (!?!) per rimirar la valle ed i giochi che l’acqua, goccia dopo goccia, creano impattando il terreno del salto e infrangendo l’aria, legandosene e rendendola frizzante, umida e fresca…EDM_0498EDM_0502 EDM_0506 EDM_0508 EDM_0509 EDM_0511…e seguendo l’invito di mia moglie, siete tutti invitati a provare l’ebbrezza del tunnel prima e della terrazza (acquatica) degli innamorati poi, segno manifesto dell’intervento umano atto a domare la Natura…EDM_0517 EDM_0518 EDM_0522 EDM_0523 EDM_0524 EDM_0525 EDM_0526 EDM_0527 EDM_0528 EDM_0529 EDM_0530 EDM_0531In questa dozzina vi invito a notare come sia la natura che l’uomo possano modificare in un attimo la realtà: stesso punto di vista, ma luce diversa ed acqua a diversa velocità modificano l’essere della scena di volta in volta che ci si presenta de visu ed in fotografia…EDM_0533 EDM_0534 EDM_0540 EDM_0542 EDM_0548Se posso permettermi di darvi un consiglio, lasciatevi stravolgere dall’ascesa seguendo il sentiero 1 o Antico Passaggio, e poi
discendete dolcemente per ammirare i giochi che ossigeno ed idrogeno in combinazione liquida creano ad ogni piè sospinto, divagando di quà e di là sul sentiero 2 e 3…EDM_0515 EDM_0551 EDM_0552ALBERI RIFLESSI in ACQUA: si potrebbe riassumere così questo trittico d’immagini che evidenziano la meraviglia che un luogo del genere sanno generare: piante di ogni tipo, salti di luce a prova di occhi addestrati e rane, libellule ed ogni sorta di essere di fauna e flora formano questo caleidoscopio di profumi colori sapori unici ed inimitabili…

Vorrei salutarvi con una frase a commento dell’ultima immagine del grande narratore di favole Hans Christian Andersen, che come miliardi di persone nella sua vita Amò questo luogo: “Il fragore della cascata mi penetrava con penetranti toni d’organo.”EDM_0554Pace e bene…

Related posts

12 thoughts on “Cascata delle Marmore: quando l’uomo fa della natura un’opera d’arte…”

  1. Ernesto… sono stata un paio di volte alle Cascate, ma mai, mai ho visto lo spettacolo divino che sei riuscito a catturare con il tuo obiettivo. Mi inchino alla tua immensa capacità di cogliere il particolare e l’insieme. Quella che poteva essere una semplice gita estiva, con le tue foto e la tua narrazione è diventata un viaggio dentro la forza della natura.
    Torna a fare il fotografo professionista, ti prego!!!!

    1. Claudia,
      negli anni ho sempre detto che ero un deejay studente d’Architettura al quale piaceva fotografare e che cercava di soddisfare le richieste di chi continuava a dire che ero bravo a catturare l’anima di quel che riprendevo.
      E per questo mi pagava e me lo ha fatto addirittura insegnare,..
      Il fuoco sacro però stava esaurendosi perchè quando un piacere diventa lavoro, nonostante cercassi di fare ciò che più mi dava gusto, era diventato solo pura meccanica di ripresa.
      Il mondo a volte ci allontana da ciò che più Amiamo.
      Io lasciandolo pian piano me ne sto reimpossessando.
      Ho sempre avuto la fortuna di vivere facendo ciò che più mi soddisfa: ora il mio divertissement si chiama Gianoteca (e Trippando, lo ammetto…).
      La vita è varia e stolto chi pensa di poterla programmare.
      Grazie…
      Pace e bene…

      1. prometto… tra settembre ed ottobre ti vengo a trovare… da Roma in scooter non è improponibile, vero?

      2. …fai prima in treno a Spoleto e poi potresti usare il mio di scooter per andare in giro…
        A Spoleto ti verrei a prendere io…

  2. spettacolare Ernestino… spettacolare!!

  3. dotting

    complimenti ernesto, articolo spettacolare nel senso letterale del termine. ciao, un salutone

  4. Monica

    Io due volte le ho viste, ma anche io non le ho mai viste come me le hai fatte vedete tu! Le cascate sono davvero una dimostrazione di forza della natura, tu nei hai esaltato la potenza e la magnificenza. Madre Natura dovrebbe dirti grazie 😉

    1. Ernesto

      No, Monica.
      Io ho solo cercato di restituire le emozioni che questo vero e proprio fenomeno della natura mi hanno trasmesso.
      Il resto è mestiere.
      Come un artigiano incaricato ad eseguire un manufatto che prima di accettare l’incarico deve rendersi da solo conto se è davvero capace. E questa capacità ti viene accreditata da messaggi come il tuo, non dalla spocchia o dal pensare di saper fare…
      Pace e bene…

Leave a Comment

diciassette − sette =

Fai l\'operazione indicata *