Come volare gratis, o quasi

A molti può sembrare una pura utopia la possibilità di volare ed esplorare il mondo a costi irrisori, ma non è affatto impossibile e si può addirittura riuscire a farlo gratis. Non sono qui a dirvi che sia qualcosa di semplicissimo, ma con un po’ di perseveranza nelle ricerche e qualche accorgimento da Nerd rimarrete sbalorditi.

Quali sono le variabili

Chi ha già organizzato qualche viaggio fai da te o si è fatto aiutare da esperti consulenti di viaggio, soprattutto per destinazioni fuori dall’Europa, sa che la prima cosa da fare è valutare la situazione sanitaria e la situazione sociopolitica che potrebbe scaturire (o è già scaturita) in guerre locali. Per esempio è facile capire quanto sia sconsigliabile avventurarsi in un Paese africano non nuovo a focolai di Ebola, soprattutto con gli insegnamenti che ci vengono dal viaggiare col Coronavirus.

Dal punto di vista tecnico bisogna innanzitutto fare i conti con il dynamic pricing dei biglietti, cioè le strategie dinamiche di fissazione delle tariffe che le compagnie aeree mettono in campo per riuscire a mantenere il livello dei prezzi sempre in linea con i costi fissi e la domanda di mercato dei passeggeri. Quindi per viaggiare con un budget ristretto si devono evitare le prenotazioni prossime alle festività (sia del luogo di partenza che di destinazione), evitate di acquistare i biglietti durante il weekend o nelle ore diurne (la maggior parte degli acquirenti lo fanno in questi momenti, portando ad applicare tariffe più alte) e secondo la stagionalità (molti meno viaggiatori circolano, per esempio, in Europa fra ottobre e febbraio).

Per i voli a lungo raggio, con un po’ di pazienza, si può scegliere di fare uno o più scali in  aeroporti minori andando a risparmiare fino alla metà. Non lasciarsi sfuggire nemmeno le offerte open-jaws (letteralmente “a bocca aperta”), con promozioni flash per voli intercontinentali.

Come cercare voli senza condizionamenti

La natura tecnica del Web e alcune astuzie messe in pratica dai siti di prenotazione possono condizionare pesantemente i prezzi. Nella comprensione ci facciamo aiuterebbe a Sofia Talone, curatrice dei contenuti editoriali in materia di tecnologia per Reviewbox.

La prima cosa da fare è cancellare la cronologia e i cookie, perché i siti delle compagnie di volo come anche i motori di ricerca sono in grado di ricostruire da quelli i comportamenti del potenziale acquirente e far apparire tariffe ritenute adatte a quel profilo. Sofia Talona raccomanda inoltre di fare tentativi di ricerca usando una VPN per simulare di provenire da Paesi diversi.

Sfruttare le affiliazioni e i risarcimenti

Il primo istinto è usare i comparatori, ma prenotando direttamente sui i siti delle compagnie aeree si evitano le commissioni, Allo stesso modo, per chi viaggia molto, si sfruttino le miglia accumulate e gli sconti accumulati pagando con carta di credito.
Da non sottovalutare i diritti a rimborsi e risarcimenti dovuti per legge dai vettori aerei in caso di ritardo o cancellazione del volo, anche per i casi di vera e propria vacanza rovinata.

Immagine: Madskip / Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *