6 cose da vedere a San Pietroburgo

San Pietroburgo è una delle città più affascinanti della Russia. Conosciuta come la città degli zar, fu fondata da Pietro il Grande nel 1707 come finestra sull’Occidente in quanto sperava di poter occidentalizzare presto il suo paese. San Pietroburgo difatti è una delle città più occidentali della Russia ma mantiene un aspetto sofisticato ed elegante in bilico tra Occidente e Oriente. La città sorge su 101 isole circondate dal mar Baltico e dal fiume Neva. Soprannominata anche Venezia del Nord per i suoi canali su cui si affacciano sontuosi palazzi e residenze di zar e zarine. Il centro storico di San Pietroburgo con i suoi monumenti è stato dichiarato Patrimonio mondiale dell’Unesco. Le cose da vedere sono tante ma proviamo a fare una lista delle 6 cose da vedere a San Pietroburgo.

1. Cattedrale di Sant’Isacco

La Cattedrale di Sant’Isacco è una delle più imponenti chiese fatte costruire dagli zar, si ispira alla Basilica di San Pietro a Roma e alla cattedrale di Saint Paul a Londra. La cattedrale con la sua voluminosa cupola dorata ha delle dimensioni notevoli ed è uno dei monumenti più affascinanti dell’arte russa e dell’architettura neo-classica dell’Ottocento. Ha una cupola dorata tra le più grandi al mondo ed è la seconda chiesa ortodossa orientale più alta al mondo. Un must è salire i 262 gradini del colonnato e ammirare il panorama dall’alto della cupola.

2. Prospettiva Nevskij

La Prospettiva Nevskij è il grande viale che attraversa San Pietroburgo da ovest a est. Questa strada è stata celebrata spesso in letteratura, in particolare da Nikolaj Gogol’ che le ha dedicato il racconto “La prospettiva Nevskij” in cui racconta la vita di questa animata arteria cittadina. La prospettiva Nevskij è la strada più famosa della Russia e con i suoi 4,5 Km di lunghezza unisce l’ammiragliato al monastero di Aleksandr Nevskij. La prospettiva Nevskij è fiancheggiata da chiese, palazzi importanti quali il palazzo Stroganov, l’edificio Singer, la biblioteca nazionale russa, negozi storici come l’Eliseevskij. La prospettiva Nevskij è l’arteria principale della città, un tempo qui si svolgevano le parate militari, oggi è una zona di passeggio animata giorno e notte.

3. Chiesa del Salvatore sul sangue versato

La Chiesa del Salvatore sul sangue versato è uno dei simboli più riconoscibili di San Pietroburgo e si ispira alla cattedrale di San Basilio di Mosca. Il suo profilo è inconfondibile con le cupole colorate in stile ortodosso. Fu costruita tra il 1883 e il 1907 nel luogo in cui fu ferito a morte lo zar Alessandro II in un attentato il 13 marzo 1881. Oltre ad avere un aspetto scenografico, all’interno custodisce un vero e proprio tesoro. Le pareti sono rivestite interamente da mosaici d’ispirazione biblica. I maggiori artisti russi si sono cimentati in questa opera colossale di decorazione musiva. La cattedrale è ricoperta da oltre 7000 metri quadri di mosaico, la più grande superficie al mondo.

4. Palazzo d’inverno

Il Palazzo d’inverno è uno degli edifici più famosi di San Pietroburgo nonché residenza invernale degli zar di Russia dal 1732 al 1917. La sua facciata bianca e verde decorata con colonne ioniche si affaccia su Piazza del Popolo da un lato e sul fiume Neva dall’altro. Il palazzo d’Inverno è stato più volte rimaneggiato ma l’attuale costruzione risale all’opera dell’architetto Rastrelli. Il palazzo d’Inverno possiede 1786 stanze e 1945 finestre. Gli interni del palazzo sono molto lussuosi e trasudano arte barocca. Attualmente il palazzo è parte del complesso che costituisce il museo Ermitage.

5. Fortezza dei Santi Pietro e Paolo

La Fortezza dei Santi Pietro e Paolo è il nucleo originario della città, si trova su un’isoletta del fiume Neva e fu edificata da Pietro il Grande nel 1703. La fortezza fu usata come prigione per gli oppositori del regime. Qui furono imprigionati Alksei, Dostoevskij, il fratello maggiore di Lenin, Gorkij e Trotskij. Al centro della fortezza di San Pietroburgo si trova la cattedrale dei Santi Pietro e Paolo che è la chiesa più antica della città. La cattedrale presenta interni barocchi e maestosi, al suo interno ci sono le tombe dove sono stati sepolti quasi tutti gli zar di Russia, a partire da Pietro il Grande. In alto svetta la torre campanaria con la guglia dorata alta ben 122 metri.

6. Museo Ermitage

Il Museo statale Ermitage è uno dei complessi museali più famosi e importanti al mondo per opere e per dimensioni. L’Ermitage possiede una collezione immensa costituita da più di tre milioni di opere artistiche, esposta in diversi edifici della città. L’edificio più famoso che ospita una parte della collezione è il Palazzo d’Inverno, la residenza ufficiale degli zar di Russia per oltre duecento anni. Tutto ha inizio nel 1764 quando Caterina la Grande acquista una considerevole collezione di dipinti dell’Europa occidentale ponendo le basi del museo. Dopo secoli di raccolte, l’Ermitage vanta la più grande collezione al mondo di quadri.

Potrebbe interessarvi anche…

Related posts

Leave a Comment

15 − dodici =

Fai l\'operazione indicata *