Da Bordeaux dov’è il suo cuore… Lucia Carfagna

Una nuova co-blogger: Lucia Carfagna, che ci parlerà molto di Francia… scoprite perchè!

Sono una che ha la parola pronta sempre e comunque, ma parlare di sé… mamma mia!
Vediamo un po’…
Mi chiamo Lucia Carfagna, ho 31 anni e sono una guida turistica in provincia di Macerata

lucia carfagna1
Dopo una laurea (inutile?) in Conservazione dei Beni Culturali, corsi su corsi, e una vita di stenti lavorativi, finalmente nel 2012 ho agguantato una buona opportunità, vincendo una borsa Leonardo per la Francia.
Sono partita all’inizio di settembre dal mio paesino, Belforte del Chienti, alla volta della Ville Lumière, ovvero Parigi, per poi essere scaraventata bruscamente a Bordeaux, dove sono rimasta due mesi e mezzo.
Inizialmente l’idea non è che mi piacesse granché, ma poi ho scoperto una città meravigliosa, dalle mille sfumature e, soprattutto, vivibilissima. E qui, indovinate un po’, sono finita a fare visite guidate e degustazioni in uno degli châteaux più famosi di Francia… ma di questo avremo occasione di riparlare.
Ora sono tornata a casa, visto che nel frattempo ho ottenuto una borsa lavoro che mi permette di lavorare, udite udite, per un anno consecutivo, ma sto segretamente pianificando il mio espatrio definitivo… à Bordeaux! Riuscirò a mettere in atto la fuga del mio cervello?

lucia carfagna
Per il resto, cosa dire… sono ironica, impulsiva, matta q.b. e cocciuta come un mulo; dolce fuori e acida dentro, ma a volte le due parti si invertono per osmosi.
Vivrei in viaggio, se solo le mie esigue finanze me lo permettessero: mi entusiasma l’idea di poter andare in luoghi che non conosco, e mi lascio stupire da ciò che i miei occhi riescono a cogliere… ho sempre pensato di essere il Fanciullino pascoliano redivivo.
Adoro fare fotografie, soprattutto di paesaggi o di gente dalla faccia per me interessante.
Amo scrivere (da bambina volevo diventare una piccola Agatha Christie), sono una fan della consecutio temporum e pratico costantemente il labor limae.

Sì, credo di essere riuscita a concentrare in poche righe la mia essenza!

Related posts

5 thoughts on “Da Bordeaux dov’è il suo cuore… Lucia Carfagna”

  1. Benvenuta Lucia…
    Sei proprio sicura di volerti trasferire in Francia?
    Io non ho mai sopportato gli abitanti dello stato più presuntuoso e pieno di sè del pianeta Terra, capace ancora di sfruttare nel peggiore dei modi possibili i suoi simili.
    Non vorrei rovinare i tuoi sogni, ma prima di fare il grande salto approfondirei.
    Di spunti ce n’è a go-go: è di questi giorni l’intervento tardivo in Mali, lasciato morire d’agonia per più di un anno in mano ad Al Qaeda per poter poi fare i salvatori della patria ed i paladini della giustizia.
    Pace bene…

    1. luciacarfagna

      Grazie mille per il benvenuto!

      Guarda, quando sono partita ero piena di pregiudizi, anch’io pensavo (avendoci già avuto a che fare) che i Francesi fossero presuntuosi, arroganti e boriosi… invece mi sono dovuta ricredere, sarà che comunque Bordeaux è una città “provinciale”, ma i suoi abitanti non sono affatto così spocchiosi (come invece, ad esempio, la maggior parte dei Parigini).
      Per il resto mi trovi d’accordo, ma in fondo anche noi Italiani, pur non andando in giro a fare i salvatori del mondo, non è che siamo degli stinchi di santo…
      Credo che ogni Paese abbia un po’ le sue pecche!
      à bientôt!

  2. Ciao Lucia e benvenuta,
    penso tu sia una matta giusta e magari x una toscana come me che ama la tavola e il buon vino penso non sarebbe male partecipare a qualche tuo tuor con degustazione.
    In bocca al lupo x tutto e tranqui una cosa ci accomuna, anch’io vivrei sempre in viaggio ma di questi tempi le finanze sono quelle che sono.
    Ciao a presto e nuovamente benvenuta.
    Anna

  3. luciacarfagna

    Ciao Anna!

    A proposito di tours con degustazione, ti dirò che, visto che sono anche accompagnatore turistico, mi era balenata un po’ l’idea di architettare qualcosa con dei tour operators per accompagnare dei gruppi in quel di Bordeaux e fare dei pacchetti arte-cibo-vino-paesaggio e chi più ne ha più ne metta, magari in futuro riesco a pianificare nei dettagli anche questo… “Purtroppo” la mia testa è in continuo brainstorming, a volte fatico pure io a starle dietro!

    Intanto grazie per il caloroso benvenuto, appena posso inizierò a pubblicare articoli sulla mia esperienza appena conclusa, non prima però di aver presentato il mio paesello d’origine che resta sempre il mio paesello…
    Stay tuned!

  4. Che bello leggere di un’altra amante di Bordeaux! Anche io sono in procinto di partire e il mio fidanzato è già stabile in città. Siamo curiosi di sentire i tuoi racconti. Anche noi ci dilettiamo con un blog e leggere le esperienze di altri ci piace moltissimo! A presto. Annalisa

Leave a Comment

due × 4 =

Fai l\'operazione indicata *