Reader Interactions

Comments

  1. patrick says

    Un post completamente condivisibile. Però…mi sorprende il giudizio su Spalato, vista fuori stagione, ma una città che ho trovato davvero emozionante e stupefacente, specie la sera quando si allenta la morsa dei turisti ‘di giornata’ scesi da pullman e imbarcazioni…

    • silviaceriegi says

      Patrick, devo tornarci a Spalato (magari quest’estate!)… a primo impatto non mi ha entusiasmato… in particolare, sono rimasta inquietata dal Palazzo di Diocleziano, ma magari sono io una donnetta che vede fantasmi ovunque… appena ci torno, ne scrivo! ci aggiorniamo!

  2. patrick says

    Se è un’inquietudine data dalle rovine, forse è simile a quella che ho provato io, con una commozione vicina alle lacrime. Sono rovine, memorie di secoli, millenni che si sovrappongono, ma che sono state ininterrottamente vive… Io l’ho trovato sconcertante ed emozionante. Però posso capire se viene vissuto in maniera un po’ negativa. Forse devi dedicarci un po’ di tempo.

    • silviaceriegi says

      Patrick, mi hanno inquietato le parti abbandonate del Palazzo di Diocleziano. Non quelle antiche, ma quelle vecchie: le case costruite in aderenza magari 60 anni fa e poi abbandonate… è quello che mi fa triste… quegli angoli bui, quelle finestre rotte… nel mezzo del trionfo della Storia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 4 =

Fai l\'operazione indicata *