Dolcemente Pisa: the best of

Vi avevamo anticipato che la scorsa settimana saremmo andati a curiosare tra le golosità di Dolcemente Pisa, manifestazione i cui protagonisti sono i dolci ed il cioccolato, giunta quest’anno alla sua ottava edizione.
Stazione Leopolda Pisa
Nella bella cornice della Stazione Leopolda di Pisa (ben raggiungibile a piedi dalla Stazione), tra un assaggio di biscotti, un tè ed un quadretto di cioccolato, vari produttori locali e non presentavano le loro specialità in modo garbato e gentile, con la voglia di spiegare la loro storia e la particolarità dei loro prodotti.
A parte gli ormai celebri Pistocchi con le sue torte al cioccolato, De’Coltelli con il suo gelato divinamente buono e DeBondt, che presentava una tavoletta speciale dedicata alla città, abbiamo scoperto o ritrovato tante altre golosità degne di nota. Ecco la Trippando-selezione di cosa ci è piaciuto di più:
Biscotti Lagonero
Abbiamo ritrovato gli amici dei Sapori del Lago Nero che a Cutigliano, nell’Appennino Tosco-Emiliano, producono in modo ancora tradizionale ed artigianale degli ottimi biscotti da forno.
Biscotti di Lory
Piacevole rivelazione, invece, i Biscotti di Lory ai fiori ed erbe di Sicilia: accostamenti inediti  e golosi come cioccolato e spezie.
Salame cioccolato Ciolini
Altra gustosissima scoperta, il salame al cioccolato con riso soffiato del Forno F.lli Ciolini da  Carmignanello (Prato): non lo conoscevamo ancora…veramente da leccarsi i baffi!
Arancini al cioccolato
Dalla Calabria, Dolcezze Mediterranee proponeva delle clementine di Sibari ricoperte di cioccolato fondente: ottime, di una bontà incredibile…il problema era fermarsi al primo assaggio…
Tornando in Toscana, invece, vince il premio del primo panettone dell’anno (per me almeno), l’ottimo Panmaretto: questa pasticceria di Loriana Betti da S.Croce sull’Arno produce un panettone di qualità, morbido e soffice, incartato con cura ed eleganza.

Panettone Panmaretto
Dolce Maremmano
Poco più avanti, da Grosseto, Dolci Tentazioni  proponeva una selezione dei dolci tipici della Maremma, tra cui lo “sfratto“, tipico dolce ebraico a base di miele e noci.
Schiacciata Briaca
Dall’Isola d’Elba, invece, non poteva certamente mancate l’ottima Schiacciata briaca…nello stand di Squisito anche altri prodotti tipici come il miele dell’Elba e confetture locali.
Sala da teTea e Coffe House
Per sedersi un attimo e rilassarsi un pò, in fondo alla prima sala della Stazione campeggiava una vera e propria sala da tè, con tanto di tavolini apparecchiati in stile inglese, una bella selezione a cura della Tea e Coffee House di Ravenna, ed un angolo dolcissimo con cupcakes e cookies di ogni tipo!
Forno Lunardi Linzer Torte Lunardi
Per chi invece voleva assaggiare torte più tradizionali e casalinghe, oppure portarsi via un dolcissimo ricordo, il Forno Lunardi insieme alle Birre MOA da Quarrata proponevano un angolo davvero irresistibile! Tra tutte, la Linzer Torte e la la torta di noci al burro Bretone hanno catturato la nostra attenzione, forse perchè ci portavano già in viaggio con il loro odore…
Cioccolato Modica Don Puglisi
Tra i cioccolati, quello di Modica del Laboratorio Casa Don Puglisi ci ha incuriosito più di tutti, sarà per i due proprietari così gentili e carini nello spiegare la loro passione per il cioccolato, oltre che per la sua indiscussa bontà.
Eco kit piatti
Prima di lasciare la fiera, un’interessante proposta, da tenere presente anche quando facciamo le feste in casa: le stoviglie completamente bio-degradabili di EcoZema, che produce posate, bicchieri, piatti e altri accessori utili per l’organizzazione di un evento e tutti rigorosamente biodegradabili e compostabili. Sono ottenuti da biopolimeri contenenti fonti rinnovabili, come MaterBi o Ingeo PLA, o  da fibre naturali derivanti da scarti agricoli, come la polpa di cellulosa da canna da zucchero o paglia. Un’ottima idea per divertirsi rispettando l’ambiente.

E, per non farci mancare nulla, abbiamo concluso il nostro tour di DolcementePisa con l’interessantissimo workshop sul reportage food, a cura della blogger Laura Adani  di cui vi parlo qui.
Una manifestazione molto curata e interessante, che riesce a dare risalto a piccole produzioni locali ben selezionate che meritano attenzione e considerazione. Attendiamo con curiosità la prossima edizione!

Related posts

3 thoughts on “Dolcemente Pisa: the best of”

Leave a Comment

3 × cinque =

Fai l\'operazione indicata *