Dozza: un museo a cielo aperto

Sabato scorso sono stata in viaggio con la mia mamma. Io e lei, noi due. Abbiamo esplorato la zona tra Bologna ed Imola, una parte di Emilia Romagna che nessuna delle due conosceva (peccato mortale!!). Ci siamo divertite come matte al Castelguelfo The Style Outlets (ne parlerò più avanti, ma intanto ve lo consiglio come un ottimo posto per fare shopping tutta la famiglia) con I Murr che ci hanno dispensato consigli e “fatto belle” (ho scritto di quest’intermezzo su mammaciporti, se non l’avete ancora letto, cliccate qui!).

1098240_10200759134202493_168729991_n

E abbiamo visitato Dozza, una cittadina che ci ha entusiasmato.

1383430_10200759224964762_20783169_n

Dozza è un gioiello. Un paese arroccato su un colle, con una rocca medievale stracolma di storia, che ospita al suo interno mostre temporanee, l’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna e che si può visitare, meglio se con una guida (la nostra Ilaria è stata bravissima), per un tuffo nella storia. Curiosità, leggende e spezzati di vita di tanto tempo fa affascineranno grandi e piccini.

1383055_10200759233964987_545215719_n

Ma Dozza non ha solo la rocca da essere visitata. Dozza è un vero e proprio museo a cielo aperto.

1374107_10200759229164867_993303201_n

Dal 1960, infatti, gli anni dispari Dozza, a fine estate, è il palcoscenico della “Biennale del Muro Dipinto”. Prima di andare, pensavo di trovare dei pannelli dipinti ed esposti. E invece no, sono i muri delle case del centro storico che ospitano dei piccoli (o meno piccoli) affreschi. Che lasciano il visitatore con la bocca aperta ed il naso all’insù.

988714_10200759224204743_1914338020_n

996006_10200759223244719_1163576067_n

 

A988714_10200759224204743_1914338020_nVisitando la rocca e trippando per il paese, a Dozza si trascorre una mattinata in men che non si dica… e viene fame! Per ristorarsi pur continuando a stare nel bello, vi consiglio la Piccola Osteria del Borgo, a pochi passi dalla Piazza del Comune: piada e crescione con i salumi di mora romagnola sono eccellenti. La pasta fatta in casa… to die for. Ed il locale è davvero accogliente, con alle pareti bei quadri, come se Dozza l’arte fosse ovunque…

528281_10200759217324571_1490555342_n

1150203_10200759219604628_1300370918_n

Per visite guidate e laboratori didattici nella Rocca: http://www.fondazionedozza.it/visite.php

Per maggiori info sui”muri dipinti”: http://www.fondazionedozza.it/muri.php

Per ben mangiare a Dozza: http://www.osteriadozza.it/

Per fare shopping nei dintorni: http://castel-guelfo.thestyleoutlets.it/en

Related posts

10 thoughts on “Dozza: un museo a cielo aperto”

  1. […] faccio notare che il pacchetto 3 giorni comprende anche una visita a Dozza di cui la Signora Trippando vi ha già parlato: da non […]

  2. […] questi vi è il borgo di Dozza, in provincia di Bologna, che ha accolto nel proprio spirito l’arte e ne ha fatto una […]

Leave a Comment

quattro × 4 =

Fai l\'operazione indicata *