Due giorni a Toronto: cosa vedere, cosa fare, dove andare (2)

Toronto è grande, e in un post solo proprio non si riesce a farcela stare. Riprendiamo quindi l’itinerario che abbiamo già anticipato nel post precedente, per continuare la nostra scoperta della città più grande dell’Ontario. E dopo oltre 3600 km percorsi in 14 giorni tra i boschi e la natura selvaggia (ma non solo!) del Québec,  Toronto ci appare come una città immensa, in continuo movimento.

toronto23DT

2° giorno:

Siete riusciti a recuperare la stanchezza di ieri? Spero proprio di si, perché oggi vi aspetta una giornata altrettanto intensa!

  • partiamo di nuovo da sotto la CN Tower e andiamo subito a prendere la metropolitana gialla, direzione Downsview, alla fermata di St. Andrew. Anche questa volta gettate lo sguardo in alto: siete nel bel mezzo dei palazzi degli uffici, altissimi e molto spesso il gioco della luce e dei riflessi sulle facciate vetrate è incredibile.

toronto18torre

  • scendete alla fermata Spadina e continuate lungo Bloor Street: siete arrivati nel quartiere dei Musei. A Toronto c’è anche un Museo completamente dedicato alle scarpe, il Bata Shoe Museum, che ha una collezione di 12.500 paia di calzature, dagli albori dell’umanità ai nostri giorni. L’edificio del museo ricorda, nelle forme, una gigantesca scatola di scarpe!  Il Bata Museum è poco distante dal Varsity Stadium, dal Royal Ontario Museum e anche il Gardiner Museum  è poco distante.

toronto31bata

Il Royal Ontario Museum (familiarmente, il ROM) è il più grande museo canadese di storia naturale e di antropologia con oltre 6 milioni di manufatti. Molto interessante la struttura di accesso, creata con prismi posti su livelli diversi.

toronto36agi

collage rom toronto52agiIl Varsity Stadium è lo stadio del football americano di Toronto in cui giocano i Varsity Blues, il team dell’Università di Toronto.

toronto48baseball

Il Gardiner Museum è invece un museo speciale, completamente dedicato alla ceramica, dove è anche possibile seguire corsi specialistici

Molto interessante, se avete intenzione di salire sulla  CN Tower e visitare il Royal Ontario Museum, Casa Loma, il Toronto Zoo e l’Ontario Science Centre, è il Citypass Toronto, che permette, con un costo di 69,59 dollari canadesi, di risparmiare un po’ sugli ingressi.

  • Proseguite lungo University Avenue costeggiando Queen’s Park, al cui interno è collocato l’Ontario Legislative Building in un grande palazzo di fine ottocento, che ospita il Governo provinciale.

collageitaly

  •  Prendete ora College Street e seguitela in direzione opposta al centro di Toronto: vi aspetta Little Italy, con i suoi ristoranti, le rivendite di alimenti italiani. Non distante molto interessante è anche il Kensigton Market, con le sue tante rivendite etniche, ristoranti, negozi vintage.

collagechinatown

  •  Tornate indietro e proseguite su Spadina Avenue in direzione CN Tower ed entrate in piena Chinatown: negozietti che vendono prodotti etnici o frutti sconosciuti, rivendite di souvenir a basso costo (sono Made in China tanto quanto quelli che vengono venduti nel centro della città, quindi approfittatene!), chioschi di dim-sum, ristoranti economici e talvolta dall’igiene un po’ dubbia…

Toronto è anche questo, una città dai mille volti e dalle mille lingue!

  • Continuate su Spadina Avenue fino ad incrociare Dundas Street West: più avanti trovate l’Art Gallery of Ontario, che ospita imponenti collezioni di artisti canadesi ed europei, tra cui Picasso, Rembrandt, Van Gogh. Attraente la nuova colorata facciata creata dall’archistar Frank Gehry!

toronto35rom toronto53rom

toronto35rom

  • Se siete stanchi, potete prendere la metro gialla, direzione Union, alla stazione di St. Patrick e scendere alla fermata Osgoode, oppure continuare impavidamente lungo University Street. State entrando in Entertainment District, il quartiere dei divertimenti: locali, teatri, pub, sale per concerti… C’è davvero l’imbarazzo della scelta!

IMG_9529

2giornoToronto

*****

Come arrivare:

Toronto è collegata all’Italia da voli diretti Air Canada, Alitalia e Transat. Quasi tutte le compagnie europee la raggiungono dall’Italia con scalo.

L’aeroporto internazionale Pearson è ad una ventina di chilometri ad ovest della città, non distante dalla città di Mississagua. Per arrivare in città dall’aeroporto, oltre agli immancabili taxi, si può optare per il Downtown Express (abbastanza costoso, intorno ai 27 dollari canadesi) o uno dei tanti mezzi urbani che lo collegano della città (in base alla destinazione potete organizzarvi l’itinerario sul sito del Toronto Transit Commission).

Come muoversi: il biglietto corsa singola per i mezzi pubblici urbani ha un costo di $3,00, il biglietto giornaliero metro/bus (day pass) $11,00, che potrete acquistare anche in metropolitana. Ovviamente, le carte di credito sono sempre accettate.

Dove mangiare:

Toronto è piena di locali di tutti i tipi e per tutte le tasche e sicuramente non sarà un problema trovare un ristorante o un fast food dove calmare la fame.

Nei numerosi centri commerciali (spesso collegati tra loro e a loro volta con hotel, metropolitane ed uffici tramite il PATH, un percorso sotterraneo che attraversa una parte della città, via privilegiata di spostamento durante i freddi inverni canadesi) ci sono sempre dei locali per mangiare. Noi ne abbiamo approfittato per assaggiare cucina etnica e internazionale (mexicana, cinese, francese, greca…).

collageuniversity

Altri a buon prezzo ne troverete nella zona di Chinatown, vicino all’Università, oppure potete ripiegare sui fast food per acquistare spuntini (consigliatissima la catena economica di caffetterie Tim Horton, con rivendite diffuse ovunque e dove tra l’altro si trova un buon simil-espresso, economicamente competitivo con quello che vende Starbucks).

Troverete invece  con difficoltà acqua minerale in bottiglia, e se la trovate sarà comunque a prezzi esosi: a Toronto l’acqua che si beve è quella “del sindaco”, ovvero in caraffa (anche al ristorante)!

Related posts

25 thoughts on “Due giorni a Toronto: cosa vedere, cosa fare, dove andare (2)”

  1. […] se volete saperne di più su cosa fare/vedere/andare nella capitale dell’Ontario, leggete i miei post pubblicati su Trippando – basta seguire la Freeway in direzione Burlington/Hamilton e quindi […]

Leave a Comment

19 − tre =

Fai l\'operazione indicata *