Reader Interactions

Comments

  1. Valentina says

    Mi commuove pensare che questa splendida città, le splendide persone che ho avuto modo di incontrare ad Istanbul durante una vacanza a settembre scorso, quelle che per qualsiasi bisogno si sono mostrate super disponibili ad aiutare – anche quando l’ostacolo di 2 lingue diverse sembrava insormontabile – si trovano ad affrontare degli eventi del genere.
    per cosa poi? per degli interessi…
    Io sono vicina a tutte queste persone che non fanno altro che agire per difendere le proprie idee…Spero che le forze internazionali, il governo turco facciano qualcosa per fermare questa ennesima ingiustizia!

  2. casa dell'Adry Istanbul says

    ultima ora: in questo momento è sospeso il servizio di HAVATAS di navette da e per l’aeroporto. quindi da Ataturk a Taksim meglio prendere un taxi.Per l’aeroporto di Sabiha prendete il traghetto a Kadikoy e prendete la navetta da li,e vice versa.

  3. Claudia Moreschi says

    Bellissimo post! Ci voleva. Sono in partenza per Istanbul e le persone mi stanno chiedendo “Non hai paura?”, “Ma vai lo stesso?”. Certo che ci vado! Ho letto ora che le rivolte si sono spostate ad Ankara, è così?

    • casa dell'Adry Istanbul says

      beh, non è una rivolta, è una resistenza pacifica (da parte della popolazione!pensa che offrono cibo ai poliziotti!!! e al mattino passano dove sono stati a manifestare la sera prima a fare pulizie sulle strade!!tutte le mattine!!!i manifestanti stessi,con le loro mani!). Poi è una resistenza nazionale,quindi dire che si è spostata alla capitale è un errore.Perche in tutto il paese ci sono dimostrazioni.ma quello che succede,come ho detto nel post e poi vi raconto meglio dopo e che sono delimitati a certe aree centrali e assolutamente al di fuori della zona piu storica di Istanbul.Almeno per ora….

  4. Manuela says

    Bellissimo post Silvia! A volte, quando ascoltiamo queste notizie al tg, ci sembra tutto così lontano.. ma tu, grazie alla tua inviata, ci hai permesso di guardare più da vicino. Hai sensibilizzato anche noi italiani, che viviamo “sicuri” nelle nostre case e che – francamente – non so se scenderemmo in piazza per lottare come hanno fatto loro. INSTANBUL RESISTI!

  5. erdematt says

    Grazie, Adry, per questa testimonianza diretta.
    Essere umano, dove sei?
    Non demandare a Dei fantomatici ciò che tu puoi e devi fare…
    Adry, resisti!!!
    Pace e bene…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 − tre =

Fai l\'operazione indicata *