Itinerari verdi – Il Giardino delle 100 Rose

L’autunno è ormai entrato a pieno titolo nelle nostre vite, ci resta di accogliere nostalgicamente tutti  i suoi colori.

Noi però che non ci fermiamo mai, sappiamo che la primavera non tarderà a venire e torneranno a fiorire le rose.

Inauguriamo cosi… semplicemente con grande passione …nuovi itinerari…verdi…

Un viaggio alternativo che comprenda nel tragitto una sosta in un  bel giardino.

Tanti i giardini, bellissim … tantissimi gli appassionati  che dedicano ogni attimo a questa meravigliosa passione.

Oggi conosceremo il “giardino delle 100 Rose” cosi, Andrea Emiliani, agronomo, umbro di adozione ma con  natali romani, ha chiamato il suo angolo di eden.

La sua passione nasce nel giardino di mamma, che seguiva mentre lei curava con amore le rose  di Sgaravotti, 43 anni fa.

Il giardino di Andrea ha la peculiarità di avere la più grande collezione di rose inglesi di David Austin al mondo su un’estensione di circa 2900 mq.

Andrea si innamorò delle rose inglesi perché  i mazzi che se ne potevano comporre erano veramente spettacolari… mi racconta che quando viveva a Montefalco ne fece dono alle ragazze, hostess  al museo di San Francesco, e i visitatori si fermavano chiedendo  circa la provenienza di cotanta bellezza… come dargli torto…1052670_481136191969197_21094545_o

Nel giardino di Andrea la coltivazione delle rose è armonizzata dalla vicinanza di:

Iris di Augusto Bianco,

Hemerocallis di Italo Vacco 

meravigliose Peonie: circa 200 piante

2013 695

e poi eleganti Delphinim,

Agnocasto a fiori rosa,

una Stranvaesia Davidiana e due Melia Azedarach. 

2013 726La pianta più particolare è il Prunus  cerasus progressifolia, una antica cultivar classificata da Gallesio; ciliegio dolce pendulo, che ha la caratteristica di rifiorire fino ad Agosto, producendo frutti un po aciduli.

2013 703

Le rose in totale, comprensive anche delle antiche sono oltre 500… anche se alla collezione completa di Austin ne  mancano circa 7… tra le quali

R. “Potter & Moore”  e   R. “The Moth”,

persino Austin non le possiede più…

Una delle rose del cuore è  la R.Roxburghii plena perché un regalo di Mirella Presot Collavini e la più opulenta la R.”Toro” un bocciolo grande quanto un piccolo mandarino

e pure una rosa mistica, la R. “Canina  Subsp. Assisiensis” .

La rosa senza spine che si trova, ancora oggi, nel roseto della Porziuncola ad Assisi dove si racconta  che San Francesco si rotolò per vincere il dubbio e la tentazione 2013 736

Il giardino secondo Andrea acuisce la sensibilità di chi lo cura  ma rende anche  molto vulnerabili.

Si diventa  gelosi di ogni singola creatura, che si vuole curare sempre personalmente e raramente si accetta l’intrusione di altri, tanto meno la manomissione.

Andrea, sorridendo, aggiunge che Dio ha creato due cose buone in questo mondo: le donne e le Rose… aggiungerei anche altro ma le prime due non le smentirei!

Per info sul giardino delle 100 rose:

Mail: andrea.emiliani@tiscali.it

Cell: 347.2372477

Progetti: associazione culturale legata alla cultura del giardino;

Possibilità di visite guidate; corsi e discussioni a tema

 

Related posts

12 thoughts on “Itinerari verdi – Il Giardino delle 100 Rose”

  1. anna sperandio

    sono rose e peonie bellissime!!! anche io sono appassionata di david austin!!!
    come si fa ad avere delle peonie bianche tendenti al rosa pallido e altre tonalità dal giallo all’albicocca

Leave a Comment

nove − tre =

Fai l\'operazione indicata *