Alla scoperta dei dintorni di Venezia: Villa Valier a Mira

Chi non hai mai sognato di vivere in un palazzo da sogno come i nobili di una volta? Ogni tanto i sogni possono diventare realtà, anche se solo per qualche giorno. Oggi vi porto a Mira, a pochi chilometri dalla magica Venezia, città contradditoria perché decadente e lussuosa allo stesso tempo.

Durante il tour #turivers15 organizzato dal GAL Antico Dogado ho visitato la meravigliosa Villa Valier. È un gioiello architettonico in stile palladiano che spesso passa inosservato, lasciando spazio alle altre residenze storiche più famose della zona. Sono molte le ville che, una dopo l’altra, si affacciano sul Naviglio del Brenta: i nobili che provenivano da Padova navigavano fino a qui per partecipare agli eventi mondani. Lusso e divertimento erano all’ordine del giorno e ancora oggi si parla della grandiosità di tali feste. In questa villa è passata perfino Margherita, figlia del Re di Spagna, prima di raggiungere il futuro marito Leopoldo I d’Asburgo nel 1666!

villa valier

Oggi si presenta come una residenza storica del ‘500 totalmente immersa nel verde di alberi secolari. Potete passeggiare lungo i viali di tigli o sotto gli archi dell’antica barchessa e fare una visita all’oratorio totalmente restaurato dal nuovo proprietario, il quale con amore fa notare i lavori svolti nel minimo dettaglio.

villa valier

Anticamente era la casa di Silvestro Valier, doge di Venezia a fine ‘600 e di sua moglie Elisabetta Querini, ultima dogaressa incoronata dalla Serenissima e famosa per avere il monopolio del merletto di Murano. Dopo secoli di feste da capogiro tra le mura di questa villa, parte della struttura è stata abbattuta nel XIX secolo a causa di una tassa sul lusso, poiché la famiglia dell’epoca non aveva l’interesse a mantenere un bene di tali dimensioni, non rendendosi conto del danno che stava creando.

villa valier

Le stanze di questa villa sono ampie, luminose, arredate al minimo ma mantenendo la mobilia originale. Ho camminato e curiosato da una stanza all’altra pensando a come poteva essere la vita mondana del passato tra vestiti eccentrici, chiacchiere e brindisi.

villa valier

Salgo una scala a chiocciola in marmo illuminata solo da candele per ricreare l’atmosfera di un tempo. Intravedo gli splendidi affreschi della parete e mi reggo sul corrimano in ferro battuto. Arrivo al piano nobile dove trovo il salone delle feste. Ci sono alcuni pezzi di arredamento che attirano maggiormente la mia attenzione, come i lampadari in vetro dai dettagli floreali e gli specchi che vantano una lavorazione a punta di diamante ormai irriproducibile: gli artigiani che conoscevano quest’arte hanno portato il loro segreto nella tomba, non tramandando questa tecnica a nessun altro.

villa valier villa valier

Salendo ancora di un piano si arriva nel punto più moderno della villa: l’ultimo piano si presenta come un luogo accogliente, con luci soffuse e suddiviso in più stanze che ancora conservano il soffitto originale composto da antiche travi di legno ricavate dalle imbarcazioni.

villa valier villa valier

Potete dormire in quella che vi piace di più! È possibile affittare questa villa per matrimoni, feste e cerimonie di ogni tipo e rivivere la maestosità di un tempo. Se volete rendere la vostra permanenza ancora più romantica, potete arrivare da Venezia a Villa Valier in barca o in limousine. Sono diversi i servizi aggiuntivi che renderanno il soggiorno indimenticabile. Beh, quando qualcuno vorrà far colpo su di me, gli farò leggere questo post!

Related posts

36 thoughts on “Alla scoperta dei dintorni di Venezia: Villa Valier a Mira”

  1. […] secondo giorno del blogtour #turivers15 (del primo giorno vi ho raccontato qui le bellezze di Villa Valier) entriamo nel pieno in uno dei progetti del GAL: promuovere itinerari slow attraverso le vie […]

Leave a Comment

diciotto + 6 =

Fai l\'operazione indicata *