Il mio Elevator Pitch #TBE12

Ecco quello che avrei detto al TBE. E invece, causa maltempo, devo scrivere qui. Uff, mi dispiace davvero di non poter vivere quest'esperienza dal vero. Ma, come diceva Filumena Marturano: "I figghi sò figghi". Ed io, senza figghio, non avrei mai pensato di aprire un blog. Quindi niente se e niente ma. Ecco i miei cinque minuti di gloria:

Buongiorno, mi chiamo Silvia, ho 33 anni, un marito, Enrico, un bambino, Marco, di quasi 5 mesi. Mi sono laureata in chimica industriale 8 anni fa e mai mi sarei immaginata che mi sarei messa a scrivere un blog di viaggi. Ed invece, quando al settimo mese di gravidanza, mi è stato intimato di non uscire di casa, mi si è accesa la lampadina: inizio a scrivere un blog. Di viaggi. Ed eccomi qui. Ho iniziato per gioco e adesso non posso più farne a meno. Non possiamo più fane a meno. Perchè la cosa ha coinvolto anche mio marito: prima qualche consulenza informatica su "come fare", poi qualche "ti ricordi..." ed ora la sera a cena non si parla d'altro. All'inizio su Trippando raccontavo i miei viaggi passati. Quasi tutti viaggi di coppia, con Enrico. Poi ho iniziato ad inserire qualche notizia, qualche curiosità legata a luoghi che ho visitato o che sono nella mia lista dei desideri. Quindi è stata la volta dei contest. Dopo la nascita di Marco mi sono ritrovata in una fase poco creativa. Per non far morire il blog ho pensato di organizzare dei contests: in questo modo avrei continuato ad avere buoni contenuti e le visite non sarebbero calate. Anzi, sono addirittura aumentate.

Ma adesso c'è Marco, il mio baby tripper. Ho subito capito che viaggiare in tre non è come viaggiare in due. In particolare, viaggiare con un bimbo piccolo non è come viaggiare in soli adulti. Trippando nel web mi sono accorta che di blog dedicati ai viaggi con bambini ce ne sono davvero pochi. Forse perchè i bambini sono ladri di energie. Ed i genitori, anche se viaggiatori ed appassionati di viaggio, non hanno il tempo per poter condividere le loro esperienze su blog. Ma per noi non è e non sarà così. Ormai Trippando fa parte della famiglia. Siamo una famiglia bloggante. Io scrivo, Enrico fotografa e "critica" costruttivamente. Ed ecco l'idea, la svolta: innanzitutto dedicare una sezione di Trippando ai viaggi che faremo col nostro baby tripper. E poi creare un "circolo delle mamme viaggiatrici", un luogo -virtuale- in cui poter scambiare idee e consigli di viaggio con altre mamme (o babbi, of course!). Inizialmente ciascuno sul proprio blog e poi, quando saremo rodate, su un blog unico. Un blog multimano dedicato ai viaggi con bambini. E ai bambini in viaggio. Per cui invito gli altri genitori bloggers, interessati a costruire un progetto unitario, a farsi avanti. Ed invito gli sponsors del TBE -e non solo- a tener presente Trippando per "sperimentare" luoghi che possono essere adatti ai piccoli viaggiatori.

Un nuovo Trippando sta per nascere: Baby Trip!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *