Intervista a Alessandro Bertini

Oggi la signora Trippando intervista Alessandro Bertini, blogger di Girovagate e Travel Different, terzo classificato al contest #momtripelba. Buona lettura!

  • Quando hai iniziato a viaggiare e come ti sei appassionato ai viaggi?

Il viaggio per me è come il cibo più goloso, che inizi a mangiare e non ti dà mai sazietà. E’ una passione che ho sempre avuto dentro, ma per anni è rimasta quasi nascosta da mille altre cose. Finché non ho conosciuto la mia ragazza e non abbiamo fatto il viaggio della svolta: 3 settimane in Russia insieme ad altri 40 ragazzi di un’associazione universitaria provenienti da tutta Europa. Lì ho conosciuto dei veri viaggiatori, gente che a 22 anni aveva già visto mezzo mondo… e la scintilla ha acceso definitivamente il fuoco.

  • Come è nata l’idea di condividere le tue esperienze di viaggio sul blog “Girovagate”?

Qualche giorno fa ho sentito questa frase in un film: “Spargere notizie fa parte della natura di chi viaggia”. Ecco, non aggiungo altro 🙂

  • Dalla sua nascita, collabori anche con il magazine online “Travel Different”. Che diverso rapporto hai con questo blog “atipico” rispetto a “Girovagate”?

Noi 8 travel blogger che abbiamo creato Travel Different abbiamo fin da subito cercato di dare un’impronta diversa rispetto ai classici blog di viaggi, affidando ai lettori il compito di scegliere il tema da approfondire di volta in volta. Mentre su Girovagate sono io a decidere di cosa parlare (un posto dove sono stato, un’offerta low cost, un evento in giro per il mondo…) su TD può capitare anche di dover affrontare un argomento del quale conosco poco o niente, e sono quindi stimolato a ricercare, ingegnarmi, scoprire… non so se si capisce ma questa cosa mi piace un sacco! 🙂

  • Sul tuo blog ci cono molti articoli sulla Croazia e sui paesi balcanici: si nota una tua forte passione nei confronti di questi luoghi, anche per me, molto affascinanti. Che cosa ti ha colpito e che cosa ti spinge a ritornare?

Tutto è nato 3 estati fa dal desiderio di andare a Medjugorje per vedere cosa sia realmente. Con i miei occhi. Mosso più dalla curiosità che da altre motivazioni più profonde, mi sono imbattuto in una realtà che non immaginavo. E sono stato colpito non solo da quella meta di pellegrinaggio ma anche dai territori che si attraversano per arrivare fin lì. Da allora, siamo tornati in Erzegovina altre due volte ed in ogni occasione abbiamo visitato posti nuovi, alcuni più noti altri un pò meno, ma tutti ugualmente interessanti. La Croazia racchiude in piccolo tutto quello che cerco da un viaggio estivo: bellezze naturali, città ricche di storia, spiagge stupende e gente molto ospitale. La Slovenia ed in maggior misura la Bosnia, il Montenegro e la Serbia sono meno turistiche e forse per questo ancora più affascinanti ed autentiche.

  • Qual’è il viaggio e qual’è il luogo che più ti sono piaciuti?

Banalmente potrei risponderti che ogni viaggio ha un suo “perché”, che sono affezionato a tutti i luoghi che ho visto ecc ecc. In parte è così davvero, ma se devo sceglierne uno in particolare allora dico il viaggio in auto, da Firenze fino al punto più occidentale d’Europa. Il nostro primo viaggio on-the-road. Abbiamo tagliato in due la Spagna e fatto il giro del Portogallo visitando grandi e piccole città, da Barcellona a Lisbona, da Braga ad Albufeira. Ma soprattutto abbiamo toccato con mano la grande umanità del popolo portoghese e la voglia di divertirsi degli spagnoli. Nel cuore mi è rimasta Salamanca, un piccolo gioiello di architettura.

  • Ti sei classificato terzo al contest #momtripelba, in cui si parlava di spiagge. Nel tuo articolo ne hai citate diverse. Qual’è la tua preferita in assoluto e perchè?

Visto che non mi posso esimere dall’esprimere una preferenza, dico la spiaggia di Lodo in Corsica. Ci si arriva in barca e già da lontano si ha la sensazione di trovarsi di fronte ad un litorale caraibico. C’è spazio per tutti, anche per le mucche che pascolano nelle vicinanze, ma se prendete il sentiero costiero o quello interno (più breve ed impegnativo) si arriva in circa mezzora alla Saleccia, una spiaggia altrettanto bella ma più solitaria. Il mio ideale 🙂

  • Quali viaggi hai in programma per la prossima estate oltre, naturalmente, all’Isola d’Elba? Cosa racconterai ai tuoi lettori di “Girovagate” e “Travel Different”?

L’isola d’Elba al momento è l’unica certezza dell’estate! Di solito non programmo così a lungo raggio, a meno che non capiti una bella occasione da prendere al volo… in testa però ho già 3/4 itinerari giù pronti che aspettano solo di essere messi in pratica. Tra questi un giro della Polonia, le Meteore e la Grecia continentale e un viaggio in Malesia.

Alessandro Bertini si descrive così: Imprigionato come molti nei meccanismi della vita, mi ritaglio spazi di evasione parlando di viaggi su Girovagate e quando riesco andando in missione “sul campo”.

Related posts

7 thoughts on “Intervista a Alessandro Bertini”

  1. Complimenti!!! Mentre leggevo l’intervista, Alessandro è stato in grado di farmi viaggiare con l’immaginazione da una parte all’altra dell’Europa in modo del tutto entusiasmante. Inoltre, ha generato in me la forte voglia di visitare i Paesi Balcanici.

    Veri Travel Blogger come Alessandro Bertini se ne trovano pochi!

    Saluti Nicola

  2. !!!
    Però, fortunato…
    Condivido il piacere incontrato alla vista di Salamanca, e la passione e calore dei portoghesi.
    Bravo, Alessandro.
    Leggerò presto i tuoi scritti.
    Per vedere l’effetto che fan…
    Pace e bene

  3. Ma se Alessandro non era forte, secondo voi, vinceva il terzo premio di #momtripelba?? una bella intervista e un grande viaggiatore e raccontatore…spero che torni peresto a trovare i lettori di trippando…due righe sulla vacanza all’Elba ce le manderà, no??

  4. ragazzi, così mi fate diventare rosso… 🙂
    vorrei davvero essere un grande viaggiatore,
    ma appena posso, parto (se non fisicamente, con la fantasia)
    come penso succeda a molti!

    Silvia, grazie dell’ospitalità, sarà un piacere raccontare la vacanza all’Elba anche ai tuoi lettori!

  5. Ale, la fantasia è uno dei doni più preziosi che noi viaggiatori abbiamo. certo, se al posto di lavorare si potesse viaggiare…
    a presto su questi schermi!!

  6. Alessandro è un vero viaggiatore con la V maiuscola! 😉
    Complimenti ad Ale e complimenti a Silvia per la splendida intervista!

    Andrea

  7. Grazie VoloGratis, troppo buono 🙂 Non sono abituato a tutti questi complimenti ;P detti da dei bravissimi travel blogger come voi fanno ancora più piacere!

Leave a Comment

20 − diciannove =

Fai l\'operazione indicata *