Intervistando Mrs Trippando…

Trippando cambia faccia, un traguardo molto importante che rappresenta una svolta, un nuovo punto di partenza ma sicuramente anche una naturale continuazione del cammino fatto fino ad ora, hai voglia Silvia di parlarci un po’ di come è nato Trippando?

Trippando è nato un pò per gioco e un pò per caso in una calda domenica dell’estate 2011. Era il 17 luglio, io ero al 7°mese di gravidanza ed il ginecologo mi aveva imposto di stare a riposo “al fresco”. Erano già dei mesi che “giocavo” ad organizzare vacanze che chissà quando avrei fatto. Quella mattina mi sono svegliata con un’idea in mente: apro un blog di viaggi. L’ho comunicato a mio marito seduta sulla vasca, mentre lui si faceva la barba. Mi ha dato una mano per la parte tecnica e… nel pomeriggio il piccolo Trippando era già online. Con un template arancione che non rinnego, ma faceva molto casalinga disperata!

silvia ceriegi A quasi due anni esatti il template arancione è solo un ricordo a cui pensare con affetto mentre un portale professionale ci da l’idea di come Trippando sia diventato un realtà importanze della blogosfera italiana. Quali sono stati secondo te i momenti cruciali della vita del tuo blog che hanno permesso di arrivare a questi risultati? Quali sono le scelte importanti che adesso a posteriori puoi dire che hanno fatto la differenza?

La svolta di Trippando è stato l’incontro virtuale con Ernesto. Ernesto De Matteis, che ora è il mio braccio destro. Ha scoperto Trippando tramite un contest sulla Puglia. Ha partecipato ed è rimasto… fedele. Ogni giorno mi commentava i post. Io, intanto, avevo le ore di sonno ridotte a causa del bambino appena nato. Chiedere ad Ernesto di scrivere qualcosa, ogni tanto, mi è venuto spontaneo. Dopo qualche tempo, l’idea di aprire ed allargare la squadra. Sono le persone che fanno la differenza: adesso i Trippando’s sono una ventina di persone, ciascuno con la propria preparazione, i propri gusti ed il proprio punto di vista. Questa è la differenza!

Quindi nella tua esperienza è il gioco di squadra che fa la differenza tra un progetto amatoriale e un blog professionale? per quale motivo secondo te?

Quando si ha un blog è da mettere in conto il fatto di poter avere mancanza di ispirazione o di tempo per scrivere. Un blog amatoriale può fermarsi. Deve fermarsi. Un blog professionale no. Un blog professionale è un blog che va avanti qualsiasi cosa accada a chi sta dalla parte della tastiera. Questo è molto difficile da gestire se si è soli e se si ha “anche” un lavoro diverso ed una famiglia. Quando si è in molti a scrivere, i contenuti non mancano mai. E non mancano nemmeno le idee e le ispirazioni, che spesso nascono da momenti di confronto online ed offline. Ciascuno dà il suo apporto. Ed insieme è più bello!

Non c’è il rischio che in questo modo un progetto possa perdere la sua identità? come fai a fare in modo che tutti i contenuti siano in linea con la filosofia di Trippando?

La filosofia di Trippando è una filosofia di curiosità assoluta: così come io sono curiosa di leggere di luoghi in cui non sono stata e di esperienze che ruotano attorno ai viaggi, anche in senso lato, penso che lo siano anche i nostri lettori. Mi piace raccontare e mi affascina ascoltare (ops, leggere!) i racconti degli altri; a volte mi sembra di vivere insieme le loro emozioni. Apprezzo molto i consigli, le informazioni, le curiosità, mentre non mi piacciono le “lezioncine”. Quelle le danno i libri di scuola. Qua siamo tutti adulti e nessuno è in cattedra. Si racconta, ci si confronta. Poi ciascuno trae le proprie conclusioni.

Un blog professionale, soprattutto se ottimamente posizionato come il tuo, diventa molto interessante per eventuali partner commerciali, come gestisci questo tipo di rapporti? sono opportunità od ostacoli?

Le opportunità commerciali sono l’unica parte di Trippando che gestisco in autonomia. Sono sempre disponibile a studiare e, a volte, inventarmi la forma di collaborazione più adatta al partner che mi si propone. A mio avviso le opportunità commerciali sono fonti di scambio reciproco: al di là della visibilità offerta in cambio di denaro (che viene regolarmente reinvestito nelle migliorie del blog), si creano e costruiscono rapporti interpersonali che spesso vanno oltre la compra-vendita. Mi piace creare sinergie, anche perchè scrivo e pubblico solo ciò che mi piace e ciò in cui credo.

Cosa vedi nel futuro di Trippando? o cosa vorresti vedere?

Nel futuro di Trippando vedo una community in aumento e fermento costante: molte menti = molte idee. Il blog avrà un forum e sono convinta che sarà foriero di consigli, conoscenze e arricchimenti culturali e personali per tutti.

Un consiglio che daresti a chi ha intenzione di approcciarsi al mondo del travel blogging?

Un blog si apre se si ha qualcosa da dire e, ovviamente, se si sa scrivere, cosa purtroppo non banale, visto quello che offre la rete. Per il resto, servono passione ed entusiasmo. Per avere seguito ci vogliono i contenuti, ma anche l’interazione con il pubblico: il blogger deve essere anche un pò giullare, soprattutto nell’amministrazione dei social media!

Related posts

27 thoughts on “Intervistando Mrs Trippando…”

  1. Ciao Silvia, sono entusiasta del tuo nuovo blog (continuo a pensare che sia riduttivo chiamarlo così, soprattutto se confrontato con le tante “paginette web” che girano in rete, inclusa la mia “bestiolina”): era davvero il momento di fare il salto grande, rendere professionale ciò che fino a l’altro ieri era un “amatoriale con passione”.
    Mi fa piacere da sempre leggerti perché, come dici anche tu nella bella intervista di Patrizia, dove ci sono tante menti si trovano tanti contenuti e c’è sempre qualcosa che interessa.
    Fare blogging seriamente non è solo aprire un blog… c’è bisogno di passione, tempo, impegno e una buona scrittura. Che grazie ai tuoi fidati compagni di cordata non mancherà certo a Trippando!
    Ancora in bocca al lupo a te, al tuo team e al braccio destro Ernesto, il mio vate umbro…

    P.s: odio la matematica… il capcha algebrico è stato complicatissimo da risolvere…

    1. trippando

      Claudietta, non ti arenare al capcha… ti prego… i tui interventi sono sempre utili e graditi… ah… ehm.. uhm… l’hai letto, vero, che i guest bloggesr sono sempre richiesti e graditi?? http://www.trippando.it/trip-amici/
      un bacione

      1. Claudia

        tu chiedi, ed io rispondo… non sembra ma sono timida, ho bisogno di essere rassicurata che non rompo…. 😉

        1. trippando

          rassicurati… con tutte le risate che mi fai fà… ti voglio bella attiva… a proposito… la Natascia viene a Roma il prossimo weekend… abbiamo aperto la discussione nel forum… è tutto tuo!! ah, non ti peritare a linkare post, eh!!
          http://www.trippando.it/forums/topic/un-weekend-a-roma/

  2. Ciao Silvia! Che dire.. in due anni il blog ha subito una svolta pazzesca! I miei migliori auguri per questa nuova avventura! 🙂

    1. trippando

      grazie, grazissime! ti aspetto attiva nel forum con consigli da chiedere e da dare… e se hai voglia di contribuire ogni tanto con un guest post.. sei la benvenuta!!

  3. Ernesto

    Commentare una cosa della quale fai parte è sinceramente imbarazzante…
    Come ho detto nel Forum nella parentesi legata alle Presentazioni, mi hanno insegnato che non siamo ciò che pensiamo di essere ma quello che ci hanno insegnato e sopratutto come ci vedono gli altri.
    Quindi io, nel mio piccolo, provo a raccontare ciò che so, che ho visto e che immagino con quella meravigliosa macchina che nè il miglior Gates tantomeno il Jobs o lo Zuckerberg di turno potranno mai imitare e riprodurre: la nostra Anima pensante, o materia grigia…
    Si continua!!!
    Pace e bene…

  4. Natascia

    un blog professionale a questo punto deve farsi rispettare come tale, e Silvia, spero che i rapporti e partner commerciali non servano, da ora in poi, solo a mantenere le spese del portale. La professionalità tua c’è e la professionalità va giustamente pagata… o sbaglio? 😉 baci

  5. ILE

    Lo so non ci crederai, ma quando parlo del tuo sito ad altre persone parto sempre descrivendo la tua capacità di coinvolgere tutti e nel tuo gruppo tutti si sentono allo stesso livello. Il blog è di tutte le menti che lo “abitano”, ma la capacità di fare squadra è solo la tua! in bocca al lupo

    1. trippando

      eh grazie… troppo buona ma grazie 😉

  6. Ciao Silvia e complimenti per questa svolta! Ti ho scovato quando avevi ancora la grafica arancione 🙂 Che dire? Incontrare te, anche se ancora virtualmente, mi ha fatto incontrare tante altre persone interessanti e piacevoli e poi insieme abbiamo anche fatto qualcosa di fantastico per la mia città e il mio lavoro quindi… grazie e avanti tutta!

    1. trippando

      ci incontreremo Amina, ci incontreremo…

  7. Cara Silvia
    Ti anzi vi leggo ormai da un bel po’ e questa nuova veste è davvero una bella svolta!brava, per la passione e la determinazione con cui porti avanti il tuo sogno!
    Sei (davvero) un modello da imitare!:)
    A presto!!
    Fra

    1. trippando

      grazie Francesca!! anche te avanti così 😉

  8. Finalmente riesco a vedere il nuovo Trippando.
    Solo tre lettere: W O W !!!!!

    1. trippando

      ma grazie Patriiiiiii!! ti aspettiamo attiva e partecipe… al forum, agli interventi e… una rubrichetta sulla Roma della mia architè preferita?? un abbraccione!

Leave a Comment

diciotto − sei =

Fai l\'operazione indicata *