#invasionidigitali #liberiamolacultura

Le invasioni digitali… queste conosciute!

Sì, tanta è stata la partecipazione l’entusiasmo e il clamore che sono rimasti in pochi quelli che non sanno di cosa io stia parlando.

Dal 25 al 28 Aprile, da un’iniziativa d Fabrizio Todisco e con la partecipazione di una marea di volontari invasori armati di smartphone e di camera fotografica, si è partiti alla volta della cultura.

Tanti occhi diversi hanno dato e consegnato al web le loro immagini e le loro emozioni.

Personalmente ho partecipato a due invasioni.

#InvadiGiano, in collaborazione con Ernesto De Matteis, l’invasione del Comune di Giano dell’Umbria, “Museo a cielo aperto”.

Entrambi abbiamo le nostre attività in questo comune e abbiamo, così, deciso di condividere la bellezza e la pace che ci fa da cornice…

40 Km2 di Comune: 13 tappe che ci hanno portato alla volta di un itinerario dove piano piano la storia si dipana  e dove gli ulivi millenari già raccontati nelle bellissime immagini di Ernesto in “Ulivi Immortali” continuano a raccontare di un territorio ricco  e generoso.

foto invasioni 308

Angoli di storia sopita a volte vistosi a volte celati.

foto invasioni 314

Camminare nei borghi, toccare le pietre, sbirciare dentro le finestre socchiuse, dà la sensazione di ascoltare voci e risa di vecchi abitanti che un tempo, lontano, respiravano e vivevano qui.

foto invasioni 242

La seconda invasione è avvenuta a Narni  in particolare  #Narnisotterranea.

invasione narni 042

Magica e misteriosa… raccoglie e svela piano piano se stessa e tutta la sua storia, di tradimenti e di santo uffizio.

E’ stato molto piacevole far parte di un gruppo  di invasori, cogliere con i propri occhi e con quelli degli altri, confrontarsi…

invasione narni 067

Supportarsi vicendevolmente in un momento storico difficile… incontrare persone propositive e con tanta voglia di fare.

#laculturasiamonoi recita il tag ed è vero: siamo noi che modifichiamo le cose, i tempi, gli eventi. Si tratta solo di guardare il mondo che ci circonda con occhi nuovi ed innocenti, senza  ingabbiare pensieri e situazioni.

L’Edizione 2014 di invasioni digitali ci vedrà ancora più agguerriti… e sono sicura che saremo un grande esercito… armato, come sempre, solo di strumenti digitali.

………………ciao….laura

Related posts

2 thoughts on “#invasionidigitali #liberiamolacultura”

  1. Eccoci qua, Laura,
    a raccontare che raccontarsi è molto più bello che tenerci ciò che siamo per noi.
    Egoista è colui che sa e che non divulga, che non rende pubblica la propria conoscenza.
    Ed un bene pubblico è di tutti, prima di tutto.
    E tocca a noi cittadini, Amanti del bello e rispettosi di chi ce l’ha lasciato in eredità, farlo conoscere a chi verrà.
    Questo è per me il fine ultimo dell’essere.
    Pace e bene…

Leave a Comment

quattro − 1 =

Fai l\'operazione indicata *