Inverno in casa: qualche idea per rallegrarlo

Sono pessimista, in questo periodo, lo so. Mi pare, di fatto, che lo siamo in molti. La mia idea è quella che ci aspetteranno un autunno e un inverno in casa. O quasi. Speriamo non in lockdown, ma di certo c'è da mettere in conto il dover trascorrere dentro casa più tempo del solito, soprattutto il weekend.

E se una cosa ci ha insegnato questa quarantena è che più comfort abbiamo, meglio riusciamo a stare. Io, per esempio, ho ridotto gli acquisti di vestiti in favore dei libri, coccole per l'anima. Per la casa abbiamo fatto dei piccoli acquisti e già ne abbiamo altri in programma, anche per creare delle zone di studio/lavoro che siano già pronte all'occorrenza. Non è facile ritrovarsi a vivere in casa ventiquattr'ore su ventiquattro, tutti insieme e la ridefinizione degli spazi secondo me è importante, magari con l'utilizzo di carta da parati, che aiuti anche visivamente a definire le varie aree della casa, che renda casa nostra, la solita casa, diversa, più particolare, più personalizzata, più accogliente...

Avete presente gli asili nido strutturati in angoli, in ciascuno dei quali si trovano giochi e oggetti per compiere le varie attività giocando? Ecco, io ho in mente di rivedere la nostra zona giorno in angoli proprio come fanno per i piccolini. Perché se si dovrà, come io temo, trascorrere in casa molto più tempo di quanto non si trascorra abitualmente, dovremo prendere nuovi ritmi e visualizzare nuovi spazi. La nostra mente, almeno secondo la mia idea, dovrà pensare di spostarsi anche se di fatto ha percorso pochi metri dentro casa: angolo lettura, angolo studio, angolo lavoro, angolo palestra. Mi sono fatta l'idea di una casa multifunzione: ufficio, palestra, biblioteca, ludoteca, scuola... Speriamo che non debba essere davvero così, ma nell'incertezza meglio tutelarsi.

Per la cameretta dei bimbi vorrei fare qualcosa di analogo. Per avere nello stesso spazio sia zona gioco che compiti, facendo finta di essere in un posto diverso, ho pensato alla carta adesiva per mobili. Dei mobiletti di separazione o piccole librerie che da un lato e dall'altro sembrano diversi perché decorati diversamente.

Un'altra idea potrebbe essere quella di usare, direttamente, dei separè, magari anch'essi con decorazioni diverse sui due lati. Potrebbero essere a loro volta degli elementi di gioco e potrebbero regalare ai bambini la possibilità di trasformare ogni giorno il loro spazio in qualcosa di diverso. Un giorno galeone dei pirati, un altro castello da difendere dagli attacchi nemici e poi chissà cos'altro. Sì, se vi state chiedendo se leggo troppo, confermo. Ma credo fortemente che mai come in questo momento la fantasia e la lettura possano aiutare a superare questa situazione questo momento così difficile. Che poi, se è difficile per noi grandi, vi immaginate come deve essere per i nostri bimbi?

Come vi pare quest'idea di "revisione" casa? Nell'ottica di un lungo inverno per lo più casalingo, che ne dite, anche voi, di rendere la vostra casa... diversa?

Potrebbe interessarvi anche: Con i bambini – cosa fare la domenica quando piove: biscotti alla cannella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *