La Casa delle Farfalle

L’incontro con Tata Lucia a Cesenatico organizzato dal Consorzio Cesenatico Bellavita e l’eccellente tipica ospitalità romagnola dei Ricci Hotels sono stati la piacevole occasione per scoprire il territorio circostante. Sono innumerevoli le opportunità offerte e, nonostante il breve tempo a disposizione, siamo comunque riusciti a coglierne alcune.

Una di queste è la Casa delle Farfalle di Milano Marittima, di cui sono stata ospite con le altre mamme blogger, che domani, 20 luglio, si appresta a festeggiare l’importante traguardo dei 10 anni di attività.

E’ un parco educativo unico nel suo genere (e sono pochi anche in Europa) che ospita specie provenienti da tutto il mondo e l’abbinamento alla casa degli insetti lo rende particolarmente interessante, soprattutto per i bambini più curiosi ed audaci.

La nostra allegra carovana si appresta entusiasta verso l’ingresso. Avendo visitato parecchi anni fa un centro simile in Spagna sapevo cosa mi aspettava, forse a differenza di altri. Si entra in un’enorme serra. Il clima è da foresta tropicale, caldo con umidità elevatissima: il vero habitat naturale delle farfalle. Questo caldo, amplificato dall’umidità assale letteralmente i visitatori. E’ la stessa sensazione che ho provato in passato, in uno dei miei primi viaggi, all’atterraggio all’aeroporto di Cuba quando il portellone dell’aereo si è aperto e i jeans si sono appiccicati addosso per staccarsi solo al rientro in Italia!

Passate le due porte scorrevoli che impediscono l’uscita, che sarebbe letale per le farfalle, sembra proprio di trovarsi ai tropici.

Lo spettacolo fa immediatamente passare in secondo piano questa sensazione sgradevole. Numerose farfalle enormi e variopinte dai colori più sgargianti svolazzano  intorno a noi ricordandoci l’evanescenza dell’esistenza.

In diversi punti strategici sono inoltre predisposti dei coloratissimi fiori in legno cosparsi di sostanze nutritive dove le farfalle vanno a rifocillarsi, permettendo così l’osservazione ad una distanza più che ravvicinata.

Qua e là oltre allo zucchero e al miele sono disposti frutti di diverso tipo che assolvono la medesima funzione.

Quello che lascia a bocca aperta di queste farfalle sono i colori e le loro danze perenni da un appoggio all’altro. I bambini le ammirano estasiati.

La macchina fotografica coglie solo in parte la delicatezza dei movimenti delle zampine e delle antenne.

A orari prestabiliti o previo accordo con gli addetti, che sono assolutamente disponibili, è possibile assistere al primo volo delle farfalle. Le crisalidi vengono sistemate nella nursery, una scaffalatura a vetro, divise per tipologia (“a testa in su” e “a testa in giù”).

Mi raccomando, non scambiatele per portachiavi di cattivo gusto come abbiamo fatto noi!

Una volta pronte, le farfalle escono dalla crisalide e devono far asciugare le ali. A questo punto sono pronte per compiere il loro primo volo con l’applauso di incoraggiamento dei bambini.

L’ingresso alla casa degli insetti lascia già presagire quello che si troverà all’interno.

Forse per noi adulti non è così entusiasmante la miriade di insetti, blatte e scarafaggi provenienti da tutto il mondo, questa volta, per fortuna, in teche vetrate ben sigillate.

O forse sono io a non avere questo amore viscerale per ogni specie animale, ma i bambini sono nel loro habitat, grazie anche alla sapiente maestria degli ideatori che hanno previsto percorsi sensoriali in cui sentirsi alternativamente formica o scarafaggio o vermiciattolo.

Meno male che ad interrompere la sequenza degli insetti più disparati esiste, posizionato ad arte, un po’ di colore. I più piccoli sono comunque calamitati dai plastici e dalle postazioni interattive.

E’ stato letteralmente arduo riuscire a portarli via tutti! Ma si doveva uscire di corsa perché cominciava il laboratorio.

Nelle aule dei locali adiacenti i più grandicelli hanno avuto la possibilità di imparare di più sulla vita e sulle abitudini dei protagonisti principali della Casa delle Farfalle.

Osservare al microscopio le crisalidi, prendere coscienza delle biodiversità, imparare tutto sulla vita degli insetti e realizzare con le mani alcuni lavoretti sono solo alcuni aspetti di ciò che è possibile fare.

Esistono chiaramente laboratori studiati per ogni fascia d’età che sapranno accontentare tutti.

All’esterno un negozietto, dove è possibile acqusitare souvenir ed oggettistica varia, completa la struttura.

I servizi offerti spaziano dai percorsi didattici, agli eventi e alle iniziative particolari su richiesta, fino ad arrivare alle feste di compleanno. Le aperture sono estive, da marzo a ottobre e i biglietti possono essere acquistati separatamente o cumulativi per le due attrazioni.

La Casa delle Farfalle ha una pagina facebook e un sito web. La loro presenza web e social andrebbe migliorata in quanto non rende assolutamente giustizia all’attrazione.

Se vi sono piaciute le foto ne potete trovare altre qui, ma soprattutto, non perdetevi dal vivo i colori e il volteggiare di queste splendide farfalle esotiche.

Related posts

4 thoughts on “La Casa delle Farfalle”

  1. Wow!!!
    Liliana…
    Che rabbia non esserci andato io a Cesenatico!!!
    Sapendo di avere l’indole del piccolo curioso dall’alto delle mie 44 primavere, sinceramente mi sarebbe piaciuto essere lì.
    E, di conseguenza, direi che per te la missione è più che compiuta: precisa, dettagliata, con ottime immagini, sai essere più esplicativa di tante trasmissioni televisive prezzolate e pseudo famose.
    Una raccomandazione sola, da ex professionista del settore: anche se di tua figlia, ti consiglio vivamente di annebbiare il viso dei minori nel caso di fotografia con loro come soggetti. Purtroppo per colpa di qualcuno potresti incappare in spiacevoli problemi con chi quelle immagini poi le usa per i suoi subdoli piaceri. E se tu non fossi in grado di farlo, eccomi pronto, gratuitamente ovviamente!!! Gli amici, sennò, a che servono?
    Evitare e prevenire è sempre meglio che curare.
    Pace e bene…

  2. lilianamonticone

    Ernesto sei sempre gentilissimo! Grazie di cuore. E’ vero, è stata davvero una bella esperienza.
    E ti ringrazio infinitamente per la disponibilità per l’elaborazione delle foto. I volti sono capace ad annebbiarli, ma… ormai sei fregato! Tengo presente la tua disponibilità appena avrò bisogno di qualcosa che non so fare (e sono infinite le cose!)! 😀
    Per i volti dei bambini… ad essere sincera non so. E’ una cosa che spesso mi chiedo… quando pubblico foto di bimbi, come in questo caso, ho l’autorizzazione dei genitori, però – soprattutto riguardo alle foto di mia figlia – mi chiedo spesso, ma quale può essere il vero pericolo per mia figlia?
    Conosco tanta gente che è terrorizzata da questa cosa, ma alla domanda diretta… non ho ancora avuto risposte convincenti. Nel senso: se uno usa la foto… alla fine… è un idiota e lo resta ma non è un pericolo per mia figlia, e comunque una foto può essere presa fuori da scuola con un cellulare… tu dove vedi i pericoli con esattezza?
    Grazie ancora per il tuo commento!

    1. Ciao Liliana,
      come ti scrivevo, io penso che sia meglio prevenire: per cui se non si dà la possibilità ai maniaci (perchè purtroppo di quello si tratta…) di poter sviluppare le proprie manie, tanto di guadagnato.
      Ti spiego: loro cercano, ritagliano copiano e vendono su siti ad hoc queste immagini (quindi ci guadagnano pure…) per quei poveretti che provano piacere solo con immagini di piccoli.
      Il blog è di dominio pubblico, e quindi le immagini sono facilmente scaricabili.
      Tutto qui.
      E sono d’accordo con te che per tua figlia sull’immediato non ci sono assolutamente problemi, ma per la società tutta si.
      E se si può evitare di alimentare questi mercati subdoli, tanto di guadagnato.
      Da qui, liberissima di pubblicare foto di bambini, che io adoro…
      Ma per colpa di qualcuno, come al solito…
      Ancora complimenti e t’aspetto con immagini da ritoccare…
      Pace e bene…

  3. […] casa delle farfalle è sicuramente una delle attrazioni più belle per i bambini. I mille colori delle farfalle in […]

Leave a Comment

sedici − 2 =

Fai l\'operazione indicata *