La mia esperienza di volo con Turkish Airlines

Ultimamente ho avuto occasione di volare con Turkish Airlines e quindi ne approfitto per raccontare la mia esperienza e segnalarvi le cose più interessanti. La mia è stata un’esperienza più che positiva per vari motivi tra cui i servizi, l’accoglienza e la disponibilità dell’equipaggio, i vari confort. Ogni viaggio che si intraprende porta con sè tante emozioni positive, regala tanta bellezza ma lascia anche uno strascico di stanchezza e avere la possibilità di viaggiare bene credo faccia veramente la differenza. Intanto vi faccio una doverosa premessa. La Turkish Airlines è la compagnia di bandiera turca e un membro della Star Alliance. Nel 2012 è stata eletta migliore compagnia aerea in Europa. Ed è già la seconda volta che ottiene un riconoscimento così importante. Con Turkish Airlines ho fatto la tratta Venezia-Istanbul e il volo devo dire si è rivelato una piacevole sorpresa superando di gran lunga le mie aspettative. Pur avendo prenotato un volo con tariffa economy posso dire di aver usufruito di vari confort. Ma andiamo con ordine e partiamo dall’inizio.

Volare con Turkish Airlines: il check in

Al momento del check in bisogna ricordarsi di portare con sè la carta di credito o di debito con cui si è prenotato il volo. Questo è molto importante, al banco del check in la richiedono e se siete sprovvisti diventa un problema perchè rischiate seriamente di rimanere a terra e non partire. Dopo una ricerca affannosa nel portafoglio la trovo e la tiro fuori per puro caso, per questa volta la buona sorte mi assiste ma voi siate previdenti, non sottovalutate la cosa, mi raccomando! Già a partire dal check in comincio a intuire che questa non è una compagnia come le altre e non mi riferisco solo alle low cost. Terminata la trafila burocratica mi viene consegnato un involucro di plastica per la carrozzina. Se avete figli, sappiate che qui si pensa a tutto, anche alla protezione e alla custodia delle carrozzine.

Volare con Turkish Airlines: l’assegnazione dei posti e l’ingresso sull’aereo

Naturalmente i posti assegnati sono numerati quindi niente corsa forsennata per accaparrarsi i posti. Su ogni biglietto è riportata una lettera dell’alfabeto che sta ad indicare il gruppo di appartenenza. È bene sapere che si entra per gruppi. Giunti al gate, al momento dell’apertura dell’imbarco, bisogna aspettare il proprio turno. Io ad esempio facevo parte del gruppo D e mi sono potuta imbarcare solo dopo la chiamata per gruppo dell’hostess. Poco prima di salire a bordo dell’aereo c’è un carrello pieno zeppo di giornali in varie lingue. Se ne può prendere uno e sfogliarlo in tranquillità durante il volo.

Volare con Turkish Airlines: cosa succede a bordo

Giunti a bordo cominciano le sorprese. Sul sedile troverete un paio di auricolari, collegateli al braccio della poltrona e ascoltate la musica in pieno relax scegliendo tra una serie di canali. Non passerà molto che vi accorgerete subito della premura e della gentilezza del personale di bordo. Comincia adesso un vero e proprio tour gastronomico. Gli steward si aggirano nel corridoio con dei vassoi. Come di consueto offrono un assaggio di Turkish Delights.

Un’altra delle cose che senz’altro mi hanno sorpreso è il pranzo gratuito nonostante il mio volo fosse a breve percorrenza. Al momento della prenotazione on line avevo selezionato dalla barra del menù il  sea food meal ma lì per lì non ho fatto caso. La scelta si è rivelata ottima: pesce a vapore accompagnato da verdure, macedonia di frutta, insalata di cetrioli, pomodori e olive, succo di mela, panino e acqua. Anche il menù per bambini non scherza e prevede polpette, patatine fritte, macedonia di frutta e mousse al cioccolato. Sul cibo niente da dire, tutto molto buono, fresco e salutare. Non mi soffermo sulle varie bibite (caffè, tè, ecc) offerte durante il volo. È certo che la Turkish Airlines pensa proprio a tutto e sa come coccolare i propri ospiti. Sono rimasta molto soddisfatta di questa esperienza di volo. Sicuramente è una compagnia con cui mi piacerebbe viaggiare più spesso. Non esagero se dico che questa è la migliore compagnia aerea con cui ho viaggiato finora. Del resto cosa volere di più?

 E voi, avete avuto esperienze analoghe?

Related posts

12 thoughts on “La mia esperienza di volo con Turkish Airlines”

  1. massimobologna

    Confermo l’ottima qualità della Turkish, ci ho volato solo un paio di volte per tratte brevi, ma il trattamento è decisamente migliore di tante altre compagnie più blasonate, direi che se la batte ad armi pari con Emirates, Thai ed altre orientali, cosa che dovrebbero fare anche le compagnie europee, ma purtroppo escludendo la Lufthansa il livello in europa è minore, arrivando al gradino più basso dell’AirFrance. Naturalmente parlo della mia esperienza personale.

    1. Air France? Mai quanto la “non accoglienza” di Alitalia…

      1. massimobologna

        beh, io ho avuto due “esperienze” con airfrance, la prima per un volo Pisa-Parigi-Los Angeles-Tonga, arriviamo a Parigi e ci comunicano che il volo CDG-LAX era cancellato (senza motivazione), fra un ritardo e l’altro arriviamo a LAX con un giorno di ritardo perdendo la coincidenza, morale, tempo previsto di viaggio circa 36 ore, effettivo 4 giorni, il ritorno nella media (bassa), di recente ho fatto Pisa-Parigi-Los Angeles e San Francisco-Parigi-Pisa, posti stretti e scomodi, cibo, all’andata ho assaggiato e non finito, al ritorno non ho nemmeno assaggiato, e se non mangio io è tutto un programma…sarò stato sfortunato, ma con me ha chiuso.

    2. gabriella

      Mi trovi pienamente d’accordo Massimo, abbiamo tanto da imparare!

  2. polly674

    Non ho mai volato con la Turkish ma ho sentito ottimi e positivi commenti.
    E anche tu lo confermi. Bene! Spero di provarla presto 😉

    1. gabriella

      Te la consiglio vivamente Paola, mi sono trovata benissimo.

  3. Non conosco Turkish, ma volo spesso con Lufthansa e so che tutte le premure che hai ricevuto dal crew, dovrebbero essere il minimo da aspettarsi su ogni compagnia di linea non low cost. Vogliamo parlare della nostra compagnia di bandiera? No? Giusto, meglio stendere un velo pietoso…

    1. gabriella

      Fai bene ad usare il condizionale Manuela, purtroppo come ben sai non e’ sempre cosi’.

      1. gabriella

        Fai bene ad usare il condizionale Claudia, purtroppo come ben sai non e’ sempre cosi’.

  4. Sonia

    Quindi mi consigliate la Turkish come compagnia? Quando do un’occhiata ai voli per l’oriente da FCO, i voli Turkish sono sempre i più economici, con differenze anche di 200 euro con i concorrenti! L’ultimo che ho guardato era un Kuala Lumpur a 500 euro, poi si passava alla Cathay Pacific con 642 euro circa!

    1. Gabriella

      Sonia te la consiglio ad occhi chiusi, con Turkish Airlines puoi stare tranquilla. Io ho sempre avuto ottime esperienze di viaggio!

      1. lisa

        Salve,la tratta Roma-L’Avana con la turkish?Qualcuno l’ha fatta, premesso che viaggio con 3bambini,uno di loro 2 anni.Come vi siete trovati? La tratta è Roma-Istanbul-L’avana.Grazie a chi risponderà..

Leave a Comment

15 − 9 =

Fai l\'operazione indicata *