Reader Interactions

Comments

  1. dm says

    davvero 🙂 durante l’anno tra lavoro e il resto si è sempre di corsa, e ritagliare del tempo non sempre è facile, ma d’estate un bel romanzo è d’obbligo! dopo il 18/7 mi recherò in libreria e vediamo cosa mi prenderò 🙂

  2. saramiss83 says

    Innanzitutto grazie per aver nominato Storie dei cinque elementi perché è un “viaggio” a cui tengo particolarmente…

    Che io abbia il pallino dei libri, in particolare quelli di viaggio, è ormai cosa nota… un conoscente qualche settimana fa mi ha definito una bibliofila… Mmm… Anche con le guide di viaggio sto a livelli maniacali. Dovrei fare un post intero per parlarne… o qualcosa in più come tu ben sai… il progetto è in cantiere e quindi… stay tuned! 😉

    In generale (non per essere di parte, eh) vi dico che tanti bellissimi libri di viaggio sono pubblicati proprio dagli editori meno noti, i cosiddetti indipendenti: scopriteli, perdetevi nelle librerie che hanno sezioni dedicate ad hoc, o cercateli e ordinateli direttamente dagli editori o nelle librerie che curano la sezione viaggi. Vi butto là un paio di consigli: Le nuvole del baltico, in bicicletta con mio figlio cercando il Nord di Paolo Ciampi (Polistampa) e Il cacciatore di ombre. In viaggio con Don Patagonia di tito Barbini (Vallecchi).

    Per restare tra i più noti direi che tutto il mondo di Paolo Rumiz è estremamente affascinante, come indubbiamente quello di Tiziano Terzani. Di entrambi mi “ciberò” ancora sicuramente questa estate.

  3. erdematt says

    Io, al contrario della maggior parte della gente, leggo sempre, in ogni forma e modo.
    E d’estate, col nuovo lavoro, è difficile cominciare a leggere un libro.
    Quindi attendo l’autunno…
    Io, più che le guide, consiglio i libri ambientati in un luogo, perchè il più delle volte ti fanno scoprire la realtà del luogo che andrete a visitare.
    Viaggiare con la mente prima che col corpo fa bene e tiene allenati e coi piedi molto più in terra di quel che si pensa, perchè ti rende consapevole del fatto che non riuscirai mai a vedere tutto ciò che esiste, e ti renderà più umile e rispettoso di ciò che hai…
    In questo periodo consiglio, se non lo avete già letto, il libro dell’amica Alessandra Montrucchio ed il suo “Macchie Rosse” – Marsilio: ambientato in Italia d’estate, è una scoperta dietro l’altra…
    Alessandra scrive da Dio e non riuscirete a staccarvene…
    Pace e bene…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 5 =

Fai l\'operazione indicata *