Itinerari Verdi – Le orchidee spontanee del Gargano

Chi crede che il Gargano sia soltanto sole, mare ed enogastronomia si perde il 50% dell’offerta di un territorio, che  dal punto di vista naturalistico, risulta essere integro e ricco di una notevole e spiccata variabilità floristica, incorniciata dalla magnifica  macchia mediterranea.

Dactylorhiza romanaA Vico del Gargano arrivo grazie a Giuseppe Romondia.

Un’idea particolare ma geniale: la nascita di una  Bloggerhouse, appartamenti ad uso gratuito, messi a disposizione di blogger per brevi soggiorni, affinché vivano e poi raccontino dello splendido territorio del Gargano.

DSC_0301Con me altri quattro blogger della bizzarra famiglia dei Trippandos: Sara Missorini, Monica Liverani, Eugenia Cerulli ed Ernesto de Matteis.

Colorano il paesaggio a primavera rinnovando il miracolo sulla montagna sacra , ne sono state censite 85  specie diverse, 60  delle quali solo a Mattinata, sono le orchidee spontanee.

La mia presenza qui prevede  incontri ravvicinati con creature incredibili ed introverse.

Anacamptis collina

Adoro la Puglia da sempre; ne amo i paesaggi brulli, le forme architettoniche delle costruzioni, nelle quali scoprire l’opera delle numerose culture che vi hanno soggiornato.

DSC_0374

La gente, calda ed accogliente, i cibi semplici ma di grande carattere, tradizione e sapore.

DSC_0394
grazie nonna Filomena per la maestria delle tue mani preziose.http://www.albergoilgiardino.com/

Immagini, da  scatti inediti e decadenti, ritraggono una vita faticosa ma vera,DSC_0242scandita dal tempo, dai riti dalla semplicità e dalle tradizioni.

DSC_0195
stazione di posta importante …vetrina di primizie locali, oggi cozze cieche

Nel Gargano però mi aspetto di essere sopraffatta dall’ incanto delle numerose specie di orchidee spontanee.DSC_0420

Dopo una buona colazione alla pasticceria “Pizzicato“,

DSC_0194 cominciamo la giornata in maniera tranquilla, per poi farci sorprendere da un temporale pazzesco e  una forte grandinata che, ci ha collassati mentre attraversavamo la foresta umbra.

Qualche indicazione sbagliata ed è facile perdersi nel Gargano, come recita uno slogan… ma perdersi nel Gargano serve per trovare altro, che non delude, che scalda il cuore.DSC_0316

Anacamptis morio3Indelebile la scena di un cane maremmano che ci abbaiava contro, spingendo le  sue caprette sotto ad un dirupo per proteggerle dal diluvio.

DSC_0254
fontana anno 1000

Finalmente Incontro Angela Rossini e Giovanni Quintadamo, ricercatori di orchidee spontanee sul campo, nei prati e  nei boschi del Gargano, e membri attivi del G.I.R.O.S. (gruppo italiano ricerca orchidee spontanee, web: http://www.giros.it/)

Mi raccontano delle tante specie e delle nuove censite, dell’impegno che con grande passione e devozione dedicano nella diffusione di questa insospettabile ricchezza.

Purtroppo la troppa pioggia ci impedisce di proseguire in alcuni luoghi veramente impervi, ma non mancano comunque gli avvistamenti.

Ci chiniamo ad osservarne le miniature: guardate attentamente ricordano le sembianze di insetti perfetti

Op. apifera
Op.apifera

Un vero miracolo di perfetta ingegneria botanica.

DSC_0413

Se nel Gargano possiamo avvalerci di questo tesoro  inestimabile è grazie alla grande attenzione e conservazione del territorio stesso.

Tanta ricchezza è data solo da un ecosistema sano e incontaminato, che permette alla natura di mantenere il suo primato.

 Op. holosericea subsp. apulica

Op. holosericea subsp. apulica

Se volete percorrere strade affascinanti,

se volete un percorso lento e consapevole,

se volete farlo lentamente non permettendo ad un mondo più ostile di ostacolarvi…

percorrete le strade del Gargano… e a primavera aspettate che vi sorridano furbamente le orchidee.

20140428_122022

 Maggiori info: http://www.orchideedelgargano.it/1

Un grazie speciale a Giuseppe Romondia, che ha permesso questa scoperta.

Grazie ad  Angela Rossini e Giovanni Quintadamo per il tempo e la pazienza dedicatami.

Grazie anche ai miei compagni di viaggio… alla prossima: Trippand’s Adventure

 

Related posts

47 thoughts on “Itinerari Verdi – Le orchidee spontanee del Gargano”

  1. Claudia

    Laura, leggendo mi sono trovata con te sotto il temporale, alla ricerca di orchidee, mentre un cane bianco e possente si prendeva cura del suo gregge… sto sognando il Gargano? SI!

  2. Eugenia

    Grazie a te Laura, venire con te è sempre una nuova ed interessante scoperta di fragranze e bellezze botaniche. Bellissimo!

  3. […] in cui vive, ammirato i workshop artistici di Matteo ed Esilde, cercato le orchidee spontanee con  Angela e Giovanni e osservato il territorio da dietro una cinepresa grazie a Ferruccio […]

Leave a Comment

diciannove − 5 =

Fai l\'operazione indicata *