Pasqua 2019 a Rimini

Dai borghi dei pescatori alla spiaggia, passando per il centro storico e il colorato Mercato Coperto

Quest’anno Pasqua è messa bene. È a primavera inoltrata, vicino alle festività del 25 aprile e del 1 maggio, che, tradotto, vuol dire tante opportunità di viaggio e giorni a disposizione per divertirsi, rilassarsi e – perché no – andare a caccia di esperienze “fuori stagione”, nuove e insolite, capaci di sorprenderci.

Rimini è la meta giusta per incappare in queste esperienze, questa è la stagione per scoprire angoli diversi del divertimentificio d’Italia. Oltre alla spiaggia, oltre alla confusione e alla movida c’è una città affascinante, molto vissuta e con un’anima che va al di là della spiaggia e della confusione.

Abbiamo chiesto ai local 5 cose da fare a Rimini a Pasqua 2019

(Ovvero… 5 cose che i riminesi sicuramente faranno a Pasqua 2019)

Perdersi per le viuzze colorate di Borgo San Giuliano

borgo san giuliano rimini

Una capatina in questo vecchio borgo di pescatori e d’obbligo; più che altro perchè qui si respira un’atmosfera molto diversa da quella che si può respirare in qualsiasi altro angolo della città. Una ragnatela di vie lastricate in pietra, di casette basse, colorate e decorate con i murales delle scene dei film di Federico Fellini. Spesso capita di perdersi guardando le facciate o attraverso le finestre delle case, passare e ripassare nelle stesse strade oppure ritrovarsi in un angolo non ancora scoperto. Borgo San Giuliano, inoltre è delimitato dal Ponte di Tiberio, famoso ponte romano di oltre duemila anni.

Tornare bambini a Italia in Miniatura

Italia in Miniatura è uno dei parchi più famosi di Rimini. Nato negli anni ‘70, non ha subito contraccolpi e ancora oggi è una delle esperienze più apprezzate soprattutto dai bambini. Un trenino attraversa i monumenti e le bellezze naturalistiche più famose della Penisola: le Alpi, l’Etna, i canali di Venezia, la Torre di Pisa e Città del Vaticano. Inoltre, a Pasqua vengono pensati pacchetti famiglia e altre forme di sconti, soprattutto se si acquistano i biglietti on line.

arco di tiberio rimini

Un sabato mattina a zonzo tra il Mercato Coperto e le bancarelle del centro

Il centro storico di Rimini si rivelerà un’altra bellissima scoperta. La signorile Piazza Cavour sul quale si aprono il Palazzo comunale, il Teatro Galli (che si può visitare, su prenotazione, tel.0541.793811) e la Vecchia Pescheria (luogo della movida di città); l’imponente Rocca Malatestiana, il Duomo progettato da Leon Battista Alberti, solo per citare le prime cose che ci sono venute in mente. Il centro però è anche il luogo del Mercato Coperto,  il più grande mercato di pesce dell’Adriatico, con oltre 60 banchi di pesce, molti dei quali a km0, affiancato da bancarelle di frutta e verdura, panifici, macellerie e piccoli punti vendita di specialità locali. Vale la pena visitarlo, magari di sabato mattina quando è più frequentato e si possono incontrare le signore romagnole alle prese con la spesa per preparare i piatti della domenica. Sempre di sabato, per le vie del centro (tra Largo Gramsci, Corso D’Augusto, Piazza Tre Martiri, via IV Novembre) si sviluppa un grande mercato settimanale con bancarelle di vestiti, calzature, pelletteria e prodotti gastronomici.

trenino rimini

Visitare il Fulgor, cinema di Federico Fellini

Sempre in centro è riaperto, da gennaio 2018, il Cinema Fulgor, dove Fellini vide il suo primo film. Lontano dalle logiche delle multisala, questo cinema è stato restaurato da Dante Ferretti con l’idea di ridare alla città e ai riminesi un luogo che profumasse di Federico Fellini. Velluti rossi, colonne e lampadari in oro… tutto ricorda quell’immaginario audace, romantico e retrò che era dell’amato regista riminese. Il Fulgor è un normale cinema che proietta pellicole ma è anche aperto ai festival (qui si sono svolti quasi tutti gli eventi del festival di viaggio organizzato dalla Lonely Planet nel 2018) e a eventi culturali di vario genere; inoltre si organizzano visite guidate (https://www.cinemafulgorrimini.it/visite-guidate).

lungomare rimini

Andare a mangiare i lupini al porto

I riminesi hanno un rapporto simbiotico con il porto della città. Che sia estate oppure inverno, che ci sia un raggio di sole o tiri vento, bisogna andare a guardare il mare dalla banchina di via Destra del Porto. Sembrerà strano ma spesso il “pretesto” per andarci è quello di andare a mangiare una manciata di lupini. Questi legumi, lessati e salati, serviti in piccoli sacchetti da passeggio, vengono venduti solo qui, nei chioschetti a ridosso della Ruota Panoramica, in Piazzale Boscovich. Se ci andrete di domenica pomeriggio incontrerete molti esemplari di “riminese con lupino”.

trenino rimini

Se vi interessa questo tour – da riminese – vi diamo qualche altro consiglio.

Potete dormire all’Hotel Belsoggiorno di Rimini, economico, in ottima posizione (70 mt dalla spiaggia, poco meno di 2 km dal centro), con molti servizi gratuiti e personale cortese.

Per quel che riguarda il cibo, potete spaziare dalla piadina (una delle più amate dai riminesi è “Dalla Lella”, che si trova sia in zona mare – in piazzale Kennedy, 2 – sia poco fuori dal centro – via Covignano 96) al ristorante di pesce (molto apprezzati quelli che si trovano a Borgo San Giuliano come il Retroborgo); oppure hamburger e pizza gourmet a Fermata Est, locale giovane e di qualità nei pressi dell’Arco d’Augusto di Rimini.

Related posts

Leave a Comment

18 + 10 =

Fai l\'operazione indicata *