Perché visitare Pisa e perché fermarsi qualche giorno

Stavolta il tema per il progetto #insiders (collegato con le  Pillole di TravelBlogging) l’ho scelto complicato. O, almeno, complicato per me e per la mia città.

20150101_150612

Perché visitare Pisa?

Semplice. Se faccio questa domanda in giro per l’Italia, 9 persone su 10 risponderanno <<Per la torre>>. A maggior ragione all’estero, per cui Pisa è la Torre. STOP. La Toscana è altro. È Lucca, è Siena, è Firenze, sono Volterra e San Gimignano (sempre in coppia, non capirò mai perché!). Ma Pisa è solo la Torre. E, vista la torre, l’usanza è quella di ripartire verso un’altra meta, magari… la Toscana!

E invece no, bellimiei. Pisa ha molto di più. Lo scorso mese ho raccontato, da insider, le 10 cose che devono essere assolutamente viste e fatte da chi viene a Pisa, che sia per un giorno o per di più.

Ma a Pisa c’è molto, molto di più a finaco (o dietro la torre); Pisa merita di essere vista e vissuta a tutte le ore del giorno e della sera. Pisa è una città universitaria molto vivace ed attiva. A Pisa noterete un bel viavai di studenti a qualsiasi orario ed in qualsiasi giorno della settimana. Da quando non lo sono più nonostante mi guardino come se avessi cent’anni, a me piace passeggiare alla sera sui lungarni, asoltare le chiacchiere degli studenti. Mi ricordano i bei tempi andati e mi fanno anche un po’ ridere. I lungarni stessi, secondo me, sono uno dei perché per visitare Pisa non basta un giorno: sono belli, bellissimi, tolgono il fiato. Meritano di essere visti a varie ore del giorno: i riflessi della luce creano dei colori emozionanti.

IMG_20150110_171535

Anche la Piazza del Duomo non è niente male quando scende la sera, così come Piazza dei Cavalieri, con la sua bellissima illuminazione.

Ma Pisa è così piccola che noi che abitiamo nel raggio di una decina di chilometri dal centro consideriamo città anche i dintorni. E i dintorni di Pisa nascondono delle meraviglie.

La Basilica romanica di San Piero a Grado

A metà strada tra la città ed il litorale, mi ha sempre affascinato sapere che si chiama “a Grado” perché all’epoca in cui è stata costruita si trovava nei pressi del porto cittadino. E vedere che adesso è circondata da un bellissimo prato!

san piero a grado

La Certosa di Calci

Imponente, spettacolare; è stata “abitata” fino d una trentina d’anni fa: all’interno per i monaci (rigorosamente di famiglia nobiliare) era vietato assolutamente parlare ed è molto interessante il sistema di dialogo scritto, in particolare il tabellone dei servizi con le competenze settimanali di ciascuno.

Marina di Vecchiano

Nelle 10 cose assolutamente da vedere a Pisa ho incluso il Parco di Migliarino – San Rossore – Massaciuccoli. È un parco urbano, che inizia appena fuori il centro cittadino, ma si estende  fino sulla costa. La parte costiera più bella è quella a nord della foce del fiume Serchio, fino al confine con la provincia di Lucca (sì, ok, lo è anche il tratto tra la foce dell’Arno e quella del Serchio, ma è accessibile solo con una barca, quindi non comodissimo!). Il paesaggio dunale, la macchia mediterranea subito dietro, le Alpi Apuane sullo sfondo sono uno spettacolo. Noi amiamo andare a Marina di Vecchiano nel tardo pomeriggio, con qualcosa da mangiare in spiaggia, e rimanere lì ad assistere alla meraviglia del tramonto, “quando il sole si tuffa nel mare”, come diciamo a Marco!20140718_204048

Vicopisano

Dei paesi del lungomonte pisano è il mio preferito: un tuffo nel medioevo, con le sue case torri e la bella piazza. Da non perdere la festa medievale, i primi di settembre.

La provincia di Pisa offre anche altre bellezze: Volterra e le colline pisane in primis. Però non sono proprio dietro l’angolo!

Se vi è venuta un’improvvisa voglia di Pisa, vi ricordo che io gestisco una casa vacanza a Vecchiano, a 7 chilometri dalla torre. Che ne dite di venirmi a trovare?

E la vostra città, perché dovremo venire a visitarla? Dai, raccontatecelo, unitevi al Progetto Insiders: a febbraio i partecipanti sono stati tanti ed entusiasti. Che ne dite di aumentare di numero?

A proposito, ho creato una Board Pinterest dedicata al Progetto Insiders, attivando la geolocalizzazione. Ho aggiunto qualche foto di Pisa. Vi va di aggiungere anche le vostre?

E per il mese di aprile, di che cosa vorreste parlare? Sotto quale aspetto vorreste raccontare la vostra città/paese/regione? Dai, fatevi avanti nei commenti; poi, facciamo un sondaggino tra le vostre tre proposte che più mi stuzzicano e… vinca la migliore!

manuale-compra-ora1

Related posts

46 thoughts on “Perché visitare Pisa e perché fermarsi qualche giorno”

  1. Lu

    Hai proprio ragione, se si pensa a Pisa si pensa solo alla Torre ed è per questo che è bello questo progetto Insiders! Quando la persona del posto ti racconta del luogo in cui vive è tutta un’altra storia…Che bella deve essere Pisa…non vedo l’ora di visitarla!

    1. trippando

      quando decidi di venire, fai un fischio 😉

  2. […] Pisa… perché lo dico io (hehehe) e in provincia perché I Rintronauti mi hanno fatto venire voglia di girare paese per […]

Leave a Comment

16 − tre =

Fai l\'operazione indicata *