Tripadvisor: Numeri o Persone? Fidarsi o non Fidarsi?

La scorsa settimana ho intervistato Francesca Campagna, dell’Hotel Cernia, che di recente ha avuto non poco da obiettare con Tripadvisor, ma che, anzichè polemizzare, ha realizzato, insieme allo staff dell’albergo, un video (non l’avete visto? Peccato mortale! Eccolo, lo trovate cliccando qui). Ci ha messo la faccia. E questo la sta premiando. In pratica ha realizzato a costo zero una delle migliori azioni di marketing  turistico dell’ultimo anno. E non sono io a dirlo, ma quelli di Marketing non Convenzionale (leggete qui) e di Booking Blog (qui), giusto per citarne un paio. Mercoledì sera, giorno in cui ho pubblicato l’intervista, come sempre a cena, col DottIng, si commenta il post del giorno e lui mi spiattella tutte le critiche, costruttive, of course! Quella sull’intervista a Francesca è stata più o meno questa: “avresti dovuto chiederle delle recensioni di Tripadvisor”. Beh, il discorso è uno e semplice: non mi piace cacciare gli altri nelle polemiche. Figuriamoci, poi, Francesca, che ci è uscita con stile quando poteva impantanarcisi.

Ma questo mi ha dato spunto di riflessione. Ed eccomi qua.

Magari non tutti lo sapete o ve lo ricordate. Prima di aprire un blog mio, il mio blog, Trippando, “sfogavo” la mia viscerale passione per i viaggi facendo da esperta locale per la mia città -Pisa- sui forum in italiano e in inglese di Tripadvisor. Non c’era un compenso ed era un bel daffare, ma mi piaceva dare una mano a viaggiatori incerti e, a volte, un po’ sprovveduti. Credevo nel potere della community. Poi ho avuto tempo libero, giornate intere (in attesa che il Signor Marco nascesse), ed ho pensato di creare uno spazio mio, in cui condividere le mie esperienze di viaggio, dare consigli, idee… Siamo arrivati qui. Ad una nuova, piccola, community, in cui scrivo io e non solo. Presto ci sarà anche un forum (oddio, non lo dovevo dire!) perchè a me piace così. Mi piace l’interazione con la gente. Ma mi piace quando la gente ci mette la faccia.

Su Trippando, ogni co-blogger, prima di iniziare a scrivere, deve presentarsi. Il mondo è fatto di persone, non di numeri.

Su Tripadvisor, invece, i numeri (di visite) sono diventati così elevati che anche le recensioni sono diventate numeri. Pare che nessuno le controlli più, prima della loro pubblicazione. Avendo un piccolo affittacamere vicino a Pisa, ho avuto modo di assistere al calo di livello del portalone dei viaggi dall’interno: prima chiedevo ai miei ospiti di lasciare una recensione su Tripadvisor. Ci credevo. Era quello che facevo anch’io tornata dai miei viaggi. Per me mettere in guardia gli altri da un possibile errore è un atto di civiltà. Così come lo è invitare persone a visitare luoghi o soggiornare in strutture poco valorizzate. Beh, ormai ho smesso di chiedere recensioni per la Casina al Monte. Fino a poco tempo fa erano aggiornate al 2010. Ma so con certezza che nel frattempo sono state scritte recensioni. E non sono state pubblicate. Mi accorgo solo ora, facendone ricerca, che c’è una recensione di luglio 2012 (ovviamente non mi era stata notificata!), ma Mario e la sua famiglia sono stati da noi nell’aprile 2011! Mi sembra che queste recensioni, a volte, si perdano nei meandri del “Gufo”. Siamo quasi ai livelli della burocrazia italiana!

Se una struttura è piccola (e non ha inserzioni a pagamento), pare che non possa avere più di tante recensioni (all’anno? al mese? boh!). Vi posso assicurare che quando gli ospiti hanno iniziato a segnalarmi di aver scritto una recensione ed io non la trovavo pubblicata, ci sono rimasta male. Vista dall’ottica del gestore di una, seppur piccolissima, attività ricettiva, è una cosa che intristisce. Uno si impegna, dà il massimo e, come prima chiedeva il passaparola agli amici, ora chiede il passaparola sul web. La recensione. E la recensione viene scritta ma non pubblicata. Allora non si può far altro che smettere di chiedere. Lavorare, impegnarsi. Trovare modi alternativi di promozione. Che al 99% dei casi sono a pagamento. Che tristezza!

E noi ci dobbiamo fidare di chi pubblica le recensioni “a campione”?

Però c’è il rovescio della medaglia: l’occhio clinico di un esperto di turismo, che trova l’assurdo divertente. E scatta la risata. Per questo, Robi Veltroni, patron di Officina Turistica, è l’asso. Sapete cosa ha scovato in un forum sull’Isola d’Elba di Tipadvisor? Un utente che domanda:

“Le calle zappate ricrescono?”

E un moderatore che risponde: 

“forse dovresti postare la tua domanda su un forum di giardinaggio”

Gufo, Gufo, come dire che controlli? Magari i controlli ci sono, ma saranno a campione. Lasciare un quesito del genere in cotanto forum mi pare davvero uno spreco di byte…

Detto ciò, non pensiate che concluda dicendo che Trippando è meglio di Tripadvisor. Però che le persone sono meglio dei numeri, me lo concedete?

… e chi è arrivato fin qui, si merita un’altra risata, in stile barzelletta del Vernacoliere:

Ricordate quando Il Tirreno ha intervistato Francesca dell’Hotel Cernia? Io rientro dal lavoro e, come al solito, vado a pranzo dai miei. Il mio babbo, dalla sua poltrona, mentre fa giocare Marco sul tappeto, mi fa: “Silvia, ma cos’hai scritto sulla tua amica dell’Elba?” – “Come cos’ho scritto, babbo?” – “Mah, c’è andato il Tirreno, dicono che ne hai parlato male!” – “Io, babbo?” – “Sì, te, Tripp…e…e…” – “O babbo, quello è TrippaDVAISOR mica TrippaNDO! Se avevo Tripadvisor non ero qui!”

Related posts

80 thoughts on “Tripadvisor: Numeri o Persone? Fidarsi o non Fidarsi?”

  1. Avevo promesso (a me stesso in primis) che non avrei commentato… non ce la faccio, devo dire la mia!

    hahahahaha Bellissimo post!

  2. fraelba

    Si, si, condivido l’idea di Andrea cara Silvia… il tuo sguardo pieno di umanità sul mondo la dice lunga su di te. Hai la capacità di arrivare dritta dritta la cuore della questione, con leggerezza, ironia e “sguardo sensibile”. Proprio vero che non esistono problemi ma approcci problematici alle difficoltà, come ti scrissi tempo fa e questa occasione me lo dimostra in pieno. Ho trovato un sacco di “bella umanità” proprio in un momento di “difficoltà” e non ti dirò mai abbastanza “grazie”. Un caro abbraccio

    1. grazie Francesca, grazie a te! finchè ci sono persone che ci mettono la faccia e non gufi che mettono i numeri tutto può essere affrontato col sorriso sulle labbra! un abbraccio a te. a presto!

  3. io non mi fido e credo che tripadvisor sia una delle peggiori porcherie inventate nell’era del web 2.0. fidarsi è bene non fidarsi è meglio, almeno fin ché non saranno vietate recensioni prive di scontrino recente allegato e mittente riconoscibile. tuttavia ahimè mi tocca lavorarci e quindi devo stra stra- filtrare le info che presunti clienti inviano e, di base, continuo a non fidarmi 🙁

    1. lavori in TA? puoi raccontarci qualcosa di più Roberta?

  4. anche io ho smesso di fidarmi di TA proprio dopo i riscontri sul mio territorio Uno dei ristoranti a me più cari qui a Verona ha ottenuto ottime recensioni sul sito, e grazie a questa cosa il suo volume d’affari è decisamente migliorato, e ne sono stata felice perchè chi ben lavora si merita risultati, così fidandomi del “servizio” ho voluto provare gli altri top della lista….male, decisamente non erano a livello, ma la cosa che più mi ha fatto arrabbiare è che un ristorante aperto da poco più di tre mesi è finito pratcamente in vetta….andiamo a provarlo e…..caliamo un velo pietoso…veramente!!!
    Devo dire che la mia fiducia verso TA discendeva dall’ottimo riscontro con le recensioni degli utenti di Booking…ma in questo caso, come dice giustamente Gamberettarossa, gli utenti possono commentare solo dopo aver effettivamente usufruito dei servizi…e questa è un’ottima garanzia!!

    1. …e pensare che restano i primi assoluti e indiscussi…ffffff…

      1. che poi?! cos’è questa vetrofania che campeggia sulle porte di moltissime strutture con scritto TA excellence o qualcosa del genere?! le avete viste voi?

        1. Le abbiamo viste, sì…tra un pò le venderanno alla coop!

  5. io ho fatto tanti commenti e mi sono stati tutti pubblicati, io mi sto “fidando” delle recensioni e fino adesso non ho avuto problemi. Comunque alla fine come in tutte le cose le opinioni sono soggettive, spero di non avere mai sorprese.

  6. Giovy

    Personalmente lascio spesso recensioni su Tripadvisor se penso che la struttura lo meriti davvero, sia in positivo che negativo.
    Mi capita di andare a leggere le recensioni per farmi una mini idea di un luogo scelto per pernottare.
    Io però mi lascio influenzare poco.
    Sono altri i parametri sui quali mi baso per capire se una struttura fa per me o no.
    Molti albergatori però ci tengono ad avere la tua recensione, specie se si tratta di luoghi con poche stanze.

    1. lo facevo anch’io Giovy… ma ora ho smesso!!

  7. Cara Silvia,
    le polemiche su Tripadvisor sono un continuo. Personalmente ci tengo a postare la mia review quando vado negli alberghi per lo stesso motivo per cui lo facevi tu all’inizio Silvia, e un’occhiata la do sempre quando sono io a dover scegliere dove soggiornare ma non solo lì. Sono diventata molto scaltra! Come albergo non ti nego che Tripadvisor ci ha dato un ottima visibilità anche se poi ci ha fatto lo sgambetto ma non per le recensioni; ma questa è un’altra storia. Certo abbiamo avuto anche noi qualche commento negativo al quale abbiamo risposto direttamente visto che è possibile farlo anche perché crediamo molto nell’intelligenza di chi leggerà poi la nostra risposta. I clienti vanno a leggere lì le recensioni così come io continuo a scriverle quando vado in giro e comunque, tu albergatore, non puoi scegliere di esserci o no; quindi tanto vale monitorare giornalmente quello che dicono di noi ed intervenire direttamente lì oppure, quando ciò non sia possibile, dare spazio alla creatività come ha fatto l’Hotel Cernia perché se un cliente ha soggiornato veramente da te, lo riconosci e se le critiche sono costruttive, ben venga, se sono pretestuose è bene rispondere comunque (al momento le nostre risposte sono sempre state pubblicate); se invece è un troll lo riconosci lo stesso e quindi rispondere sempre facendo capire a chi ci leggerà di chi si tratta.

    1. croce e delizia, Amina…però sono meglio le persone dei numeri, ammettilo!!

      1. ahahah Silvia, ma certo! non mi sembrava di aver detto il contrario 🙂

  8. Anche io ho iniziato con il Forum di TA, che poi ho abbandonato per due ragioni:
    1. mi hanno bannato un post lunghissimo con tante ed utili informazioni perchè avevo messo un link al blgo, secondo loro pubblicitario.
    2. quando davo consigli sulla Toscana insolita gli “Esperti” dicevano che in quei luoghi non c’era niente da vedere.
    Anche io ho riscontrato alcune recensioni false, indicatemi da albergatori. Secondo me il problema è che alcui utenti si sentono Dio potendo dare un giudizio su di te e questo fuorvia la relatà.
    P.S. Tou padre è un mito!

    1. silviaceriegi

      gemelle o gemellate?

      1. fraelba

        ah si, si confermo: tuo padre è un mito, presentamelo 🙂

        1. silviaceriegi

          un vecchio brontolone…anziano, dai…si spupazza Marco a giornate!! te lo porterò…

  9. fraelba

    A me purtroppo la replica non l’hanno pubblicata e vi riporto sia la risposta ottenuta da TA che la mia replica, per completezza d’informazione:

    Gentile Proprietario,

    grazie per il tempo dedicato a rispondere ad una recensione presente su TripAdvisor.

    Purtroppo non possiamo pubblicare la Sua risposta, poiché infrange uno o più criteri del nostro regolamento. La invitiamo a inoltrare nuovamente il Suo messaggio, modificandone il contenuto nel rispetto delle linee guida che può leggere cliccando qui:

    http://www.tripadvisor.it/pages/userrev_mgmt_rsp_rules.html

    Non pubblichiamo risposte che contengono simili commenti: E’ altresì vero che una volta a settimana (di norma il giovedi, quindi dopodomani) organizzo “4passingiardino”: una occasione (aperta persino ai non ospiti dell’hotel) per visitare in mia compagnia il parco, nella quale condivido insieme a tutti la storia di questo luogo e la filosofia con la quale lo conduciamo.
    .

    Rimaniamo a Sua disposizione per ulteriori chiarimenti.

    Cordiali saluti,

    TripAdvisor – Assistenza e Relazioni con gli Hotel

    — recensione utente —–

    Oggetto: Hotel Cernia
    Proprietà: Elba Island
    Titolo: Owner response

    Troppe volte ho predicato dell’inutilità di rispondere alla recensioni su Tripadvisor, per non trovarmi poi, come per magia, nelle condizioni di doverlo fare. L’insegnamento che si cela dietro a questo episodio è evidente: “Mai dire mai!”.

    Il rammarico principale che una situazione del genere crea in chi, come noi, cerca di lavorare con coscienza (laddove, sappiamo bene, questo non basta a garantire soddisfazione a tutti) è legato al fatto che nessuno ci ha mai segnalato un problema. Non siamo stati cioè messi in grado di capire quale fosse il disagio e non abbiamo potuto provvedere. A volte si commettono errori in totale buona fede (come quella che mi ha fatto pensare che festeggiare l’ultima cena d’estate tutti insieme in giardino potesse significare “festa” per ogni ospite) oppure perchè siamo umani ed è inevitabile (in effetti a ben pensarci, bastava una comunicazione costante sullo stato di salute della piscina per tranquillizzarvi come meritavate anziché supporre che il fatto che ne usufruissimo fosse una sufficiente garanzia). Ci sono poi “errori” che fanno parte del DNA del luogo e che purtroppo determinano l’impossibilità di piacere a tutti. Ammetto, è vero: alle cene in giardino si mangia in piatti di carta riciclata perché preferisco risparmiare ai ragazzi una fatica accessoria rispetto a quelle indispensabili. Chi da noi è stato, conosce bene i dislivelli che si devono sopportare (trasportando vettovaglie di vario genere) per raggiungere la zona griglia e francamente preferisco essere tacciata di organizzare “sagre di paese” piuttosto che avere sulla coscienza il benessere fisico dei nostri ragazzi. Confermo anche che in questo luogo (che per me rimane magico) spesso si incontrano persone meravigliose che entrano qui da ospiti e escono da amiche, per cui quando tornano a farci visita spesso capita che io mi fermi a festeggiare e a brindare con loro, che regalano senso alla mia vita prima ancora che al mio lavoro. E’ altresì vero che una volta a settimana (di norma il giovedi, quindi dopodomani) organizzo “4passingiardino”: una occasione (aperta persino ai non ospiti dell’hotel) per visitare in mia compagnia il parco, nella quale condivido insieme a tutti la storia di questo luogo e la filosofia con la quale lo conduciamo.

    Infine, ci sono tutti gli errori che ancora non abbiamo commesso ma che sicuramente commetteremo perché è inevitabile che sia così (dobbiamo rassegnarci) ma ai quali sono certa ci aiuterete a rimediare attraverso un costante e sereno dialogo a viso aperto con noi.

    1. silviaceriegi

      se la cantano e se la suonano a loro piacimento, Francesca…mi pare…

    2. fraelba

      n.d.r. Mi trovavo a precisare nella replica della direzione che organizzo “4passingiardino” (occasione aperta a tutti in cui offro un aperitivo) solo perchè, tra le altre critiche riportate, c’era che “sono solita offrire gli aperitivi agli amici” (oddio, se questo è un reato… confesso: sono una ergastolana!)

      1. silviaceriegi

        viva la mia amica galeotta!!

  10. […] La scorsa settimana ho intervistato Francesca Campagna, dell’Hotel Cernia, che di recente ha avuto non poco da obiettare con Tripadvisor, ma che, anzichè polemizzare, ha realizzato, insieme a…  […]

  11. Il mio pensiero:
    – per gli utenti (come la maggior parte di noi) TA è utile non si può negare, tante foto, tante recensioni. Bisogna essere smaliziati però, non è uno strumento semplice anche se dovrebbe esserlo. Come alcuni hanno detto è utile per farsi un’idea, da approfondire poi sul web.
    – discorso diverso per gli addetti ai lavori, non mi addentro perchè non è il mio campo ma credo che i controlli siano purtroppo scadenti e spesso si arriva ai vari casini. In Europa forse meno ma amci mi hanno detto che in Vietnam ad esempio esistono ragazzi smanettoni che si fanno pagare per rilasciare recensioni positive (o negative verso i concorrenti). Ergo: strumento pericoloso.

    1. mi pare che il tuo pensiero si avvicini parecchio al mio…grazie della visita!

  12. Monica

    Silvia volevo farti i complimenti per il tono decisamente sobrio che hai dato all’articolo, spero che non ti offenderai se lo condivido sulla mia pagina personale FB e su quelle degli hotel per cui lavoro perchè è mia ferma convinzione e azione da alcuni mesi segnalare e rendere più coscenti gli utenti di cosa è/non è TA. Un utente più consapevole pero possa riequilibrare un sistema malato dal cancro dei soldi!

    1. Monica, grazie! c’ho un regista dietro le spalle, che chiamo DottIng e che è mio marito… su un argomento così delicato ho dovuto fargli leggere il post (non voglio rischiare querele inutili…) e devo dire che rispetto al mio iniziale c’è qualche piccolissima mitigazione…
      condividi pure, e ben volentieri! grazie…

      1. E’ il caso di dire questa volta ‘dietro una grande donna c’è sempre un grande uomo’ 😉

  13. Ogni volta che vado in un ristorante o in un hotel io lascio sempre il mio commento..oramai son tanti, davvero tanti. Come ha scritto qualcuno su Facebook, si anche io se devo vedere come è un ristorante mi affido a due spaghi, sugli hotel tripadvisor è ancora quello che “sfrutto”, ma, MA, ma c’è un MA, faccio la tara ogni volta che leggo una recensione su un hotel che avevo adocchiato, come per esempio mi è accaduto di recente quando dovevo prenotare un hotel a Como. Sicuramente quando c’è un commento negativo io guardo quante recensioni ha fatto il tipo/a, se è costruttiva o se veramente trova il pelo nell’uovo. Mi ricordo ancora di una recensione che stroncava un hotel a Berlino solo perchè la mattina passava il camion della spazzatura a fare il suo dovere! Insomma ce ne sarebbero di cose da dire, io lo uso tripadvisor ma cerco sempre di essere critica con chi critica, molto spesso a sproposito!

    1. mah, secondo me se uniamo le forze e creiamo una rete di travel blogger, riusciamo ad essere più credibili e sicuramente più veri di TA…baci Simona, quando ci vediamo?

      1. scappitelli

        Baci Silvia,
        sono d’acordo con te…altro che trip advisor…sarebbe da parlarne davvero.
        vediamoco un sabato o una domenica anche a metà strada!

        1. volentieri!! ma ti aggiungo ad un gruppo su fb dove si parla di fare rete…magari ti unisci!! baci

          1. scappitelli

            🙂 S

  14. Ciao Silvia, io gestisco una piccola struttura alle Maldive (Maldive Alternative) e TA è una gran confusione. Per fortuna i nostri clienti utilizzano altri metodi per ringraziarci o per darci consigli su cosa migliorare, scrivendoci sulla pagina Facebook, parlandone nei Forum specifici e scrivendoci direttamente: il mezzo di pubblicità più efficace resta il passaparola “di persona”, parlando con il cuore ad amici e parenti appena rientrati dal viaggio.

    Qualche settimana fa ho dato un’occhiata a TA e ho notato che alcuni commenti di nostri clienti, tra l’altro super positivi, erano stati inseriti in una pagina generica che non rappresenta la nostra organizzazione, ma l’isola; ho scritto a TA per avere un chiarimento e per fare in modo che vengano spostati nella pagina giusta ma da inizio settembre non ho ancora avuto riscontro! Cosa dire?

    Ritengo inoltre fondamentale trovare un sistema che permetta i commenti solo ai reali clienti di hotel o ristoranti, come avviene ad esempio di Airbnb!

    1. concordo, Claudia: ci deve essere un sistema che permetta di lasciare il commento solo a chi ha prenotato…in quel modo soltanto la gente potrà dire quello che pensa!

  15. Ciao Silvia

    sia io sia Luca lasciamo spesso le nostre recensioni su TA e spesso, quando scelgo un hotel, leggo le recensioni su TA per lo stesso motivo per cui scrivevo per turistipercaso e anche adesso per preparare un viaggio leggo i racconti anche su tpc.
    Il problema però è capire che valore dare a queste recensioni. Io spesso controllo quante recensioni sono già state scritte dall’utente cercando di capire se del suo giudizio mi posso fidare.
    Non mi sono mai vista negare la possibilità di pubblicare ma quello che scrivi tu nel post è grave. Hotel piccoli che possono pubblicare solo alcune recensioni, non ci siamo.
    TA croce e delizia, non c’è che dire.

    a presto #iofacciorete Elisa 🙂

    1. a prestissimo Eli chissà che nel far rete non si parli anche di questo! a presto, baci!

      1. miprendoemiportovia

        infatti non sarebbe male come idea, e comunque è vero la rete potrebbe andare oltre a situazioni come quella che descrivi tu!

  16. tripadvisor, per noi sempre un’ottima fonte, per ogni viaggio 🙂
    ma non prendendo per oro colato ciò che scrivono gli utenti 😉
    piuttosto usandolo come una delle fonti, da affiancare ad altri forum, ad altri siti 🙂

    1. grazie dell’intervento Mile!

  17. per quanto mi riguarda posso solo dire che in questo posto un po dimenticato da Dio: l’Umbria e in modo particolare Bastardo dove lavoro TA mi ha dato una mano….vero è ,che è un’arma a doppio taglio, perchè tu leggi e ti fai delle aspettative ma quello che guardo io …o che io trovo valido non sempre lo è pergli altri …
    premesso ciò ho saputo di persone che mi hanno detto: ho cercato di recensirti ma la mia recensione non viene presa…come al solito ,resta ad appannaggio di chi lo gestisce il criterio critico di elaborazione….il sito è loro e fanno come gli pare
    Io le recensioni le leggo in maniera critica….e non le prendo per oro colato…..quando sono in una struttura guardo una serie di cose essenziali ,secondo me che sono la disponibilità,l’accoglienza,i comfort, l’igiene e via dicendo…e prima di tutto se qualcosa non va, gentilmente chiedo…..e secondo la risposta che ottengo mi comporto di conseguenza…..ma non sparo a zero..tanto perchè pago…perchè c’è gente che lavora e solo chi fa lavoro di ricezione sa quanto sia impegnativo e faticoso e le mille cose alle quali bisogna badare…..credo anche non si possa essere completamente oggettivi perchè non dimentichiamo…. tutti si giudica secondo il proprio costrutto. e se c’è qualcuno che odia le spine prima o poi se la prenderà anche con le rose. e alla fine resta sempre una mia opinione
    Attenti qui io non ho parlato di giochetti o meschintà…..non li prendo neanche in considerazione …
    Però vi racconto che ho sostato in Toscana in una splendida villa dell’800 con arredi di epoca…..la signora che la gestiva era una signora a modo e sensibile..e anche deliziosa… mi sono permessa di recensire dicendo …come mai in un posto cosi.pieno di fascino e affreschi apparecchiate con tovaglie di plastica che saranno state degli anni 70 e in giardino impera la morte ,neanche un fiore a fare capolino in fondo siamo in Toscana………Tutto questo è apparso ai miei occhi, che avrebbero visto bene del lino sulla tavola e dei fiori in giardino….. ma tanti altri non ci hanno neanche badato…in questo caso il problema è solo mio…..
    Noi ,possiamo recensire….tutto….ma saremo altrettanto sinceri e chiari…??

    .

    1. silviaceriegi

      sei sempre così delicata, Laura! come le tue rose…
      baci! a presto…

  18. Io ho sempre lasciato recensioni su TA e me le hanno sempre pubblicate nel giro di pochi giorni/una settimana, non so se è un caso. Adesso avendo anche io il mio blog e non avendo ore ed ore di tempo a disposizione per lasciare recensioni ovunque, ho mollato un po’, ma uso comunque TA per prendere spunti su dove andare o farmi un’idea sull’albergo dove vorrei prenotare.
    Ad ogni modo si sa che ci sono delle recensioni false facilitate da un sistema, quello di TA appunto, che permette a chiunque di dire la propria – sotto certi punti di vista è un limite dello strumento, ma ciò può anche essere considerato positivo, sicuramente TA potrebbe rendersi più attivo nel controllo dei commenti rilasciati, non c’è dubbio. Tornando a come uso io lo strumento: tutto quello che c’è scritto non lo prendo come oro colato, e tendo a dare maggiore credito alle recensioni quando quella struttura ne ha molte. Sui grandi numeri non si può mentire più di tanto!
    A questo punto, assodato che TA non è un santo, vorrei fare due critiche, una ad alcuni utenti, ed una ad alcuni albergatori/proprietari di attività.
    – Anche gli utenti dovrebbero “metterci la faccia”: Quando commenti su TA hai la possibilità di collegare il tuo profilo Facebook con relativi dati, o se non ce l’hai, ti fa comunque inserire foto, dati e descrizione personale. Questo và fatto! E’ facile altrimenti lasciare recensioni negative puntando sull’anonimato. E poi c’è da dire che ci sono utenti che a volte utilizzano le recensioni come “ritorsione”. Queste cose non si devono fare, ci vuole un po’ di integrità anche online!
    – Spesso i primi a rilasciare recensioni negative sono gli stessi proprietari delle attività commerciali, che utilizzano lo strumento per screditare il vicino o il concorrente. Con questi presupposti non si può utilizzare questo strumento. Ma neanche lamentarsene quando poi gli succede altrettanto.

    Io credo nell’utilità di strumenti come TA, ma credo anche che debbano essere usati con correttezza dagli utenti: se uno si aspetta la verità deve anche dirla e prendersi la responsabilità delle proprie parole.
    TA dal canto suo se vuole mantenere il suo primato e ridurre le continue critiche dovrebbe attivarsi maggiormente per rendere lo strumento più trasparente.

    1. silviaceriegi

      hai ragione Valentina. anche TA dovrebbe metterci al faccia!

  19. Ecco perchè fare rete è importante…perchè se ci screditiamo a vicenda screditiamo anche il posto dove lavoriamo

  20. Tripadvisor, se ci fosse una giustizia veloce, chiuderebbe in tre giorni per il quantitativo di cause perse. Invece conoscono i tempi della giustizia e ci ravanano sopra. Mi devono spiegare questi signori, ma mi devono proprio spiegare, come si può prestare il fianco in maniera così sfacciata a mestatori, calunniatori di professione, web agency spregiudicate operanti nel mercato turistico, reparti seo nutriti di dementi ed operatori turistici truffaldini… io mi sono profondamente vergognato, ad Amsterdam a maggio, quando al check out l’albergatore, dopo aver pagato ed avere ringraziato, ci definì italiani atipici… alla mia richiesta di spiegazioni, ero interessato in quanto operatore del settore, mi rispose dicendomi che stava diventando andazzo comune, con gli italiani capofila, chiedere scont in in cambio di recensioni positive, e promettere recensioni negative in caso di risposta negativa… vergognoso… a me personalmente quest’anno è capitato un giudizio negativo di una persona che si è inventata di sana pianta una recensione, con prodotti non miei e senza che fosse una mia cliente… ho risposto per le rime, chiesto alla cliente di specificare meglio (ovviamente, è sparita) e intimato a tripadvisor di togliere le recensione… dopo avere parlato con lo studio legale mi sono ovviamente scoraggiato… ma ci sarebbe stato da denunciarli… ora, chiunque scriva il nome del mio portale insieme a quello di tripadvisor, nei motori, trova il messaggio “Tour operator da sconsigliare: sardegne.com – Forum Sardegna” … fate la prova, scrivete sardegne.com + tripadvisor … e ditemi voi se vi può sembrare una cosa decente… ovviamente non ho mai scoperto chi sia questa fiordaliso, anche se più di un’idea ce l’abbiamo… chiaramente non ci facciamo trascinare in beghe da lavandaie, però qui il problema è quella feccia di Tripadvisor…

    1. silviaceriegi

      concordo…grazie del commento!

  21. Piacevolissimo il tuo articolo e credo che ormai la maggior parte dei gestori e dei proprietari di strutture turistiche anche quelle mini non possano che essere scontenti della politica di questi grandi colossi tipo TripAdvisor. Almeno TA dà la possibilità di replica al gestore, ma le stelline a seconda del voto che ti ha lasciato l’ospite te le tolgono comunque indipendentemente dalla replica del gestore. Vogliamo poi parlare di altri tipo Booking.com? Loro non permettono nemmeno la replica e i giudizi sono coperti dal più stretto anonimato, quindi è vero che i commenti sono lasciati da ospiti “reali” che hanno soggiornato nella struttura, ma non si può sapere data del soggiorno o nominativo dell’ospite, a meno che non lo decidono loro e se sono commenti negativi, sicuro che non lasciano il nome…

  22. Roberto Peschiera

    Come ho già avuto modo di dire su altre pagine, TA è una gogna rivestita di finto velluto e qui aggiungo un ulteriore dettaglio: finto velluto e di pessima qualità! I miei trascorsi professionali, 22 anni in veste di Ispettore della famosa, o forse famigerata, Guida Michelin mi hanno insegnato a diffidare delle informazioni vergate a “mano libera” da presunti esperti, da dubbi personaggi che inducevano i Clienti a scrivere recensioni altisonanti sui propri esercizi e che, nel contempo scrivevano di proprio pugno recensioni infamanti sui concorrenti ma, e qui sta la non insignificante differenza, tutte quelle informazioni le verificavo andando a provare ogni singolo ristorante o albergo che fosse nel più rigoroso anonimato e con la più serena capacità e volontà di giudizio. Quando TA attuerà le medesime azioni volte a garantire l’obiettività delle recensioni e darà modo ai “giudicati” di controbattere alle lampanti porcherie che ormai troppo spesso pubblica, allora e solo allora, il mio giudizio su TA, peraltro condiviso da molti altri potrà cambiare. Un continuo ricatto, messo in atto da clienti disonesti e sostanzialmente coperti dalle protezioni che il Gufo garantisce loro, ha dato il via ad una guerra che le parti in conflitto combattono ad armi impari. Mi sorprende che. nonostante i numerosi articoli apparsi sulla stampa, il sistema TA trovi ancora estimatori tanto convinti. La mia personale “battaglia” prosegue con l’intento di dare un nome e un volto a coloro che, lautamente pagati, scrivono recensioni secondo non meglio specificati criteri. Ci vorrà tempo ma alla fine chissà che non riesca nel mio intento. So per certo che molti “viaggiatori” scrivono in modo onesto e veritiero le loro impressioni e i loro giudizi ma sapendo che il sistema ospita falsità e aberrazioni, non temono che anche le loro perdano di valore, frammiste come sono a tanto marciume? Molti non saranno d’accordo con me e neppure pretendo che lo siano, specie coloro che in TA vedono una fonte di lavoro ma vorrei far presente che se per questi è una fonte di lavoro, per altrettanti e forse di più, è una costante minaccia, un ignobile ricatto al quale non hanno armi per sottrarsi. Le responsabilità di TA sono evidenti ed incontestabili, checché ne dicano i suoi portavoce, troppo spesso colti in fallo nel fare affermazioni alle quali neppure loro credono. Mi sono dilungato, lo so e mi scuso. Buon lavoro agli Eccellenti, indipendentemente dal numero di “palle” attribuite ma soprattutto agli “eunuchi” per scelta o per altrui discutibile decisione.
    p.s. il profilo aziendale a pagamento che TA subdolamente propone non sempre serve a migliorare posizioni nel ranking: risparmiate quei soldi e dateli in beneficenza alla LIPU, contribuirete a tutelare quei gufi che lo meritano. 🙂

    1. silviaceriegi

      santo subito!!

      1. Roberto Peschiera

        Grazie ma ne beatificazione ne tanto meno la gloria degli altari fanno per me e poi avrei ancora qualcosina da prima 😉

        1. silviaceriegi

          mi fai ridere!!

          1. Roberto Peschiera

            Una risata fa sempre bene! 😀

  23. Non mi piace tripadvisor, per ciò che concerne le recensioni su ristoranti preferisco 2spaghi. Molti commenti sono inseriti da personaggi che recensiscono una volta e basta, insomma sembrano pilotati

  24. io leggo tripadvisor, il sito della guide du routard e booking e molti altri, li confronto e traggo le mie conclusioni. è vero che ognuno di noi può dare pareri completamente diversi su un luogo, un albergo o un ristorante ma ho notato anche io molte cose che non vanno. è un peccato, perchè la rete è per noi viaggiatori fonte di mille informazioni e pensavamo di poterci fidare. Il forum lo frequento ancora e non ho avuto sorprese e nemmeno mi hanno mai cancellato una recensione anche se negativa. Continuerò a recensire perchè penso che la condivisione di idee sia sempre valida e spero di poter essere utile a qualcuno come me.

    1. silviaceriegi

      in bocca al lupo…

  25. molte recensioni di TA sono finte ovvero o sono rilasciate da attivita’ che vogliono screditare un concorrente oppure acquistate di sana pianta da chi vuole salire in fretta sulla “classifica” di TA. Prezzo per una recensione? si arriva fino a 5 euro

    1. silviaceriegi

      tristezza!

  26. Visto che Silvia ci teneva che rispondessi al suo post, allora ho trovato un po’ di tempo per risponderle.
    Tripadvisor non è una disciplina matematica. Ognuno pensa e dice quello che vuole sul suo funzionamento, ma sappiate che, se Tripadvisor continuerà ad essere gestito così, prima o poi scomparirà. Proprio come diceva ieri il mio amico Alex (alias Toshi) su Twitter. Nei prossimi anni emergeranno sistemi come 4sq, dove mi fiderò di quello che dicono i miei amici e non di gente sconosciuta che un sito web tutela con l’assenza di nome e cognome.
    Capire i meccanismi che utilizza Tripadvisor per far salire o scendere di posizioni una struttura, è un po’ come rispondere alle domande della vita: chi siamo, cosa siamo, dove andiamo (o una cosa del genere). Non ci sono regole, ma soltanto supposizioni. Quindi mi rivolgo a Silvia: quello che affermi nel tuo post sul profilo a pagamento e sulla recensione non pubblicata, non è proprio corretto. Al massimo il profilo a pagamento può incidere sulla classifica e manco tanto! Io ho lavorato per un anno e mezzo in un hotel, che aveva un profilo aziendale. Anche in quel caso alcune recensioni positive non venivano pubblicate. In realtà alcuni dicono che dipende dalle recensioni precedenti e dal punteggio ottenuto. Come se uno che ha ricevuto 3 recensioni da 3 pallini, non potesse riceverne una da 4 o da 5. Questo è quello che ho notato.
    Agli albergatori che hanno risposto a questo post posso solo dire di utilizzare il profilo su TA come strumento di marketing. Il cliente “bastardo” che ha messo la recensione negativa si voleva sfogare e su questo punto ci siamo, ma… tutti quelli che leggeranno dopo? Gli utenti cercano la risposta della proprietà, oltre a leggersi diverse recensioni per vedere se il problema persiste. Allora il consiglio che vi dò è di cercare di usare le vostre risposte come strumento per i clienti potenziali. Dimostratevi comprensivi e mai aggressivi, anche quando sapete di non aver sbagliato. Date le vostre spiegazioni utilizzando toni pacati ed evitando le frasi negative. Ponete enfasi sui vostri pregi, cercando di “distogliere l’attenzione” su ciò che è stato detto di negativo. L’anno scorso mi è capitato di rispondere ad una recensione di un tipo che diceva che le camere classiche facevano schifo, quindi sconsigliava l’hotel. La mia risposta è stata: prima di poter dire che l’hotel non le piace, dovrebbe tornare da noi altre 5 volte per poter provare tutte le tipologie di camere che abbiamo. Non ho detto che lui per risparmiare aveva scelto la camera più scarsa e intanto ho fatto capire ad altri utenti che nel nostro hotel c’era un’offerta diversificata.
    Un saluto a tutti e se volete qualche consiglio su come rispondere sono a vostra disposizione.

      1. E di cosa? È difficile districarsi nella rete con tutti questi sistemi. Mi sono dimenticata di aggiungere che oltre Tripadvisor, bisognerebbe incentivare anche gli altri siti di recensione… ma questa è un’altra storia 😛

        1. …ma a noi ci piacciono le altre storie!! a presto!!

  27. “Ma mi piace quando la gente ci mette la faccia”
    Partiamo dal presupposto (ovvio) che i commenti sulle strutture dove si trascorrono le vacanze, sono utili sia per i futuri clienti che per i gestori stessi.
    Ma chi esprimere una opinione non può nascondersi, deve metterci la FACCIA!
    E per noi Albergatori Tipici Riminesi questo è il primo punto: non a caso sul nostro portale ci sono prima le facce e poi le strutture, perchè sappiamo di essere persone, e come tali a volte possiamo sbagliare, o non riuscire a dare il meglio di noi stessi in qualche situazione e sarebbe assurdo non ammetterlo: siamo consapevoli che nessuno è perfetto, anche se ci impegniamo per raggiungere questo obiettivo!
    Noi crediamo che il valore di una vacanza non sia determinato dal fatto che un giorno la pasta sia scotta o dal colore degli arredi dell’hotel, ma dal fatto che le persone che incontriamo lungo il cammino ci arricchiscano con scambi sinceri, calorosi e che ci lascino un segno dentro.
    Queste sono le caratteristiche che spingono i clienti delle strutture riminesi a ritornare in vacanza nello stesso hotel da 30, 40 e addirittura 50 anni.

    1. silviaceriegi

      nick, ci spieghi meglio?

    2. silviaceriegi

      nick, ci spieghi meglio?

      1. veramente non essendo pratico molto di TA non so spiegarlo meglio ma il tipo sembra parecchio arrabbiato… prova a contattarlo magari ci viene fuori un bell’articolo per il tuo sito…

        1. silviaceriegi

          vediamo…grazie!!

    3. Salve a tutti, sono Massimo Cavalieri e come scritto da nick sono il tipo parecchio arrabbiato. Sono il’ideatore di pirtadvisor.com e quindi della guida che dimostra come tutti possano fare recensioni. Siamo arrivati a tanto perchè la situzione nel Riminese è diventata insostenibile da parte del portale Tripadvisor. Noi non contestiamo l’idea del portale che è geniale, ma le modalità di come opera. Il tool che ho creato decodifica il rank delle strutture mostrandoci la percentuale, che in funzione di essa ci assegna una posizione sul loro portale. Si possono anche simulare recensioni positive e capire quindi quante ce ne servono per salire di posizione. Il sistema è fallato e discriminante per le strutture che non sono disposte a comprare profili aziendali e questo cozza con il loro principio di web 2.0 il web democratico fatto dalla gente. Ora tra le tante cose io mi domando perchè secondo loro è giusto che tutti possano scrivere una recensione su di noi in forma anonima e noi per rispondere dobbiamo fornire anche i dati bancari, perchè di noi si vuole accertre chi siamo? Perchè io devo pagare per poter mettere un numero di telefono, link e offerte su un portale dove non mi sono registrato io? Smetto con l’elenco delle incongruenze e per qualsiasi cosa ho lasciato la mia email. PS solo d’estate sono incasinato visto che ho un albergo d’inverno sono libero e quindi continuo con questa linea. A breve uscirà anche un’applicazione web. Buona serata Max 😉 complimenti per il vostro portale!!!

  28. salute a tutti,
    come chi si sente in dovere di partecipare..voglio riferire anche io la mia opinione su tripadvisor:
    non sono un’assatanata delle recensioni, però cerco di far del mio meglio per dare un contributo, che è e resta un parere personale.
    faccio un esempio delle due ultime esperienze: un hotel in cui son appena andata..e uno in cui andrò.
    Nel primo mi spaventavano da morire le recensioni sui letti scomodi (non ci sono molti che si prendon la briga di fare commenti su ciò, per me invece è un fattore importante): e ahimè avevano ragione.
    L’altro hotel è quello in cui andrò: la successione dei commenti post prenotazione (molto negativi) e quella pre-prenotazione..mi ha fatto notare una cosa che gia’ sapevo: l’ordine di presentazione dei commenti è importante!
    tutti i commenti fatti da me su tripadvisor son stati pubblicati.
    per qualcuno c’è voluto un po’ di tempo
    c’è stata solo una censura ad una foto (o due) non troppo fatte bene ma molto utili
    e si..mi son accorta che i link son stati cancellati , basta capirlo per rimediare!
    Non ho ancora invece scritto l’unica recensione che merita zero…perchè ho paura che mi verrebbe il mal di fegato a farla.. (e ho un po’ di paura che non la pubblichino)
    ma forse mi avete dato lo stimolo per farla..e controllare -su campo-

    per le recensioni su tripadvisor è meglio fare e dare un giudizio ponderato.
    le valutazioni mono-recensione …posson essere fatte da -nemici-
    quelle di persone che visitan luoghi diversi e danno pareri diversi, sono decisamente piu’ affidiabili

    stranamente, confrontando lo stesso -prossimo hotel- su booking (come in altri hotel) trovo stranamente grandi opinioni solo positive: è un caso?
    c’è un ordine di .. presentazione?

    in ogni caso.. prima di scegliere ..leggo molto in rete..e un’idea me la faccio

    meglio ora col web..che i tempi in cui andavo personalmente in un hotel (o 2..o 10..o anche 20) prima di decidermi!
    vabbeh..a quei tempi mi fidavo piu’ di me..che del web (che non c’era)
    ma volete mettere..come rimasi male per la pulizia, appena arrivata a sydney..avendo prenotato un hotel bellissimo su catalogo..e …deludentissimo (gia’ solo nella hall) nella realta’?

    per fortuna che so cavarmela

    nel mio piccolo cerco di dare una mano..come posso..e quando posso 🙂

  29. […] zero, se si tralascia Tripadvisor, di cui, come sapete, io non mi fido (e se non lo sapete, leggete qui!). C’è voluto un post sconfortato perchè mi arrivasse l’illuminazione. E’ […]

  30. […] “convince” è cosa ben nota a chi legge Trippando da un pò. Tempo fa scrissi “Tripadvisor: Numeri o Persone? Fidarsi o non Fidarsi?“. Un post parecchio provocatorio (dopo il quale Tripadvisor mi ha tolto […]

  31. […] Tripadvisor: Numeri o Persone? Fidarsi o non Fidarsi? […]

Leave a Comment

undici − 11 =

Fai l\'operazione indicata *