Una vacanza ad impatto zero: LECOtrips

Devo confessarlo. La settimana di ferragosto avevo deciso di non scrivere: di lasciarvi con un bel concorso (se non l’avete ancora visto, cliccate qui: c’è in palio una vacanza in Umbria) e starmene a babysitterare e farmi stapazzare dal pargoletto, dato che i trip-nonni se la stanno spassando in Croazia e il trip-babbo non è ancora in ferie.

Ma i colleghi e le colleghe del trip-babbo sono attivissimi. Ne inventano mille. E, da quando hanno conosciuto la Signora Trippando (chissà che non ci si riveda presto…io e Marchino stiamo meditando un’altra fuga a Volterra!), la rendono sempre complice delle loro invenzioni. Sarà che Volterra è lontana “dalla vita”, ma ne tirano fuori di tutte.

L’ultima è Lecotrips: un progetto sperimentato lo scorso anno, in concomitanza con Festambiente, e che ha lo scopo di rallentare e, in contemporanea, cambiare prospettiva al viaggio.

L’edizione 2012 è iniziata sabato 11 agosto, terminerà domenica 19 agosto e prevede una serie di tappe che i partecipanti da fare in risciò. Ecco il cambio di prospettiva: due davanti e due dietro, come in macchina. Ma pedalando sincroni. Perchè il sudore ed il rispetto fanno cambiare punto di vista. E godere maggiormente il viaggio. Cliccando qui potete vedere il video del Lecotrips dello scorso anno. Quest’anno ci sarà anche Nina, dentro la pancia della sua mamma, che l’aspetta da sette mesi: Camila, collega del DottIng, l’anno scorso pedalava; quest’anno seguirà comunque la “carovana” dei lecotrippers, dando aiuto e supporto. Al termine, dovrà raccontarci un pò delle sensazioni del lento viaggiare. E’ d’obbligo!

Related posts

Leave a Comment

17 − 4 =

Fai l\'operazione indicata *