Viaggio alla scoperta di Istanbul e dei suoi hammam – di Sara Louis

Quando Sara Louis mi ha chiesto di scrivere un guest post su Istanbul per Trippando, non immaginate la mia gioia. E’ una delle città che più vorrei visitare. Una di quelle in cui molte volte ho pensato -quasi sognato- di perdermi. Per ora mi accontento di leggere  il suo bel racconto…

Istanbul 1 (1)

Istanbul, pur non essendo la capitale della Turchia, è la città più importante del paese e si trova sulle rive del Bosforo, lo stretto che unisce il Mare di Marmara ed il Mar Nero. Città molto importante a livello storico, fu capitale dell’Impero Ottomano ed è oggi vivace centro culturale di tutto il paese garantendosi il titolo di “capitale” del Mediterraneo.

Le sue cupole e torri gli donano quell’aspetto particolare che ne fanno una delle città più romantiche di tutto il mondo. Infatti, camminare per le vie di Istanbul significa ripercorrere gli antichi sentieri dei crociati e giannizzeri, ammirare le sue splendide moschee, visitare bellissimi mercatini dagli oggetti artigianali ed originali.

Istanbul (1)

Il fulcro della città è il quartiere Sultanahmet che si trova nella parte più antica di Istanbul. Durante il vostro viaggio potrete trovare alcune delle moschee e dei monumenti più belli della città come ad esempio:
– la Chiesa di Santa Sofia, la più grande chiesa cristiana fino alla caduta di Costantinopoli, decorata con mosaici raffinati e pregiati e sormontata da una splendida cupola;
-la Cisterna Basilica che venne fatta costruire dall’Imperatore Giustiniano nel 532 d.C. e che aveva la funzione di deposito delle acque della città. Splendide il suo colonnato e l’alto soffitto a volta.
-l’Ippodromo di Costantinopoli, dove si svolgevano le corse dei carri delle varie fazioni politiche che concorrevano per aggiudicarsi la vincita alle elezioni.
-il Kapali Çarşı, il fantastico mercato della città in cui sin dalla metà del XV secolo accoglieva un gran numero di mercanti che vendevano oggetti dalle tipologie più disparate (dai tappeti alle spezie).
-la Moschea Blu, una delle più grandi della città dove regnano eleganza ed armonia degli elementi. E’ chiamata blu grazie alle maioliche di İznik che si trovano al suo interno ed è una delle più grandi di Istanbul.

Istanbul 2 (1)

Questa grande città è in grado di regalare ai suoi ospiti strutture ricettive di varie tipologie: hotel di lusso, alberghi romantici o hotel economici, alloggi vicino le grandi attrazioni o in posti periferici tranquilli e lontani dal brusio del centro storico, bed & breakfast e appartamenti. Per organizzare al meglio il vostro viaggio e cercare un hotel a Istanbul che più si adatta alle vostre esigenze potete cercare e prenotare il vostro hotel a Istanbul tramite ProntoHotel, un motore di ricerca di hotel in grado di comparare numerose tariffe di alberghi e di trovare la migliore soluzione al minor costo possibile, prendendo in considerazione i vostri bisogni e le vostre necessità, in modo da poter trascorrere un soggiorno piacevole e memorabile, risparmiando tempo e denaro.

Come sappiamo Istanbul è anche la patria dei famosi e rigeneranti bagni turchi ed hammam in cui passare piacevoli momenti di assoluto relax dove prendervi cura allo stesso tempo del vostro corpo e del vostro spirito. Oggi sono molti gli hotel di Istanbul che ospitano queste splendide strutture in cui poter ritrovare il benessere della vostra mente e della vostra anima.

Nella religione islamica ha sempre avuto molta importanza la pulizia (il fedele non entra in chiesa senza essersi purificato). Costruire all’interno delle città bagni pubblici è una tradizione che risale all’antica Roma. Gli ottomani hanno portato avanti questa tradizione cercando di combinarla con alcuni tratti distintivi della loro cultura. Gli Hammam turchi hanno tutti la stessa struttura: una cupola centrale e grandi piattaforme in marmo alla base, usate per distendersi e praticare i massaggi. L’Hammam svolgeva anche importanti funzioni sociali: era infatti il luogo in cui si incontravano gli abitanti della città per parlare e scambiare idee e pensieri e dove venivano organizzate cerimonie di matrimonio, con le donne che disegnavano ricami sulle mani intonando insieme canzoni tipiche. E’ un’esperienza affascinante, sia per rievocare tempi oramai passati e sia per lo splendore delle loro architetture interne.

All’entrata di ogni caratteristico bagno turco della città troverete una piccola area chiamata camekan dove verrete accolti prima e dopo il bagno a vapore con un ottima tazza di tè. Ogni cliente può ricevere un piccolo asciugamano (il pestemal) da mettere intorno alla vita e delle ciabatte per il pavimento caldo. Il passo successivo è quello di entrare nella vera e propria sala a vapore, il cosiddetto hararet: solitamente ci sono due differenti/separati luoghi per gli uomini e per le donne, dove ci si può rimanere per tutto il tempo che si vuole. Al centro di questa grande sala c’è una lastra di marmo di grandi dimensioni chiamata göbektaşı, dove potrete ricevere i vari trattamenti benessere che il centro mette a vostra disposizione. Sono molti i servizi che vengono offerti: pulizia del corpo chiamata kese, di solito eseguita con un guanto di crine, massaggi rilassanti od energici, shampi ed altri trattamenti benessere.

Due sono i bagni turchi storici di Istanbul: l’hammam di Cagaloglu, costruito nel 1741 dal sultano Mahmut in cui poter trovare originali vesti da bagno degli antichi ottomani (come gli zoccoli di legno che indossavano le donne ottomane che si recavano in questo luogo) e quello di Cemberlitas, situato nel quartiere di Sultanahmet fatta costruire da Nur Banu, moglie del sultano Selim II, imperatore dell’impero a partire dal 1566.

Related posts

4 thoughts on “Viaggio alla scoperta di Istanbul e dei suoi hammam – di Sara Louis”

  1. Atmosfera davvero magica,quanto mi piacerebbe andarci di persona!sogno!:-)

  2. […] da stare qualche anno col desiderio di un posto. Io, per esempio, ho “nel buzzo” Instanbul da poco prima di restare incinta. Beh, fino a che lo svezzamento della creatura non sarà completo, […]

  3. Ele

    Spettacolare Istanbul!……

Leave a Comment

quattordici − 6 =

Fai l\'operazione indicata *