Reader Interactions

Comments

  1. scappitelli says

    Perché andare a Istambul? Dire che non ci sono mai stata è riduttivo. A chi piace viaggiare, come me, ogni luogo è buono, basta solo partire. Ho sempre pensato che Istambul fosse il classico ponte tra occidente e oriente. Mi piacciono le moschee, gli Hammam, i mercatini. Mi piacerebbe perdermi tra quei profumi, sapere come si vive in quella città. Molte volte sono stata sul punto di andarci…questa volta spero che sia quella giusta!

  2. yenibelqis says

    … però non ti ho scritto perché voglio vincere! Rimendio. Voglio vincere perché credo fermamente che Istanbul sia il luogo del mio destino e del mio cuore. Perché mia figlia Meryem, di padre turco, non c’è ancora stata. Perché voglio portarci un’amica. Perché Istanbul ha sette colli come Roma e quindi chi altri che una romana può vincere questo weekend? Perché il kebab del padre di mia figlia si chiama Istanbul Kebab. Perché è una vita che non mangio un lahmacun decente. Perché sono in crisi di astinenza da hammam, che quello che chiamano hammam qui a Roma non ha neanche la cupola. Basta? 🙂

    • erdematt says

      Io voto per Chiara.
      A pelle, ottima motivazione…
      Però un giro all’Istanbul kebeb a Roma lo si fa, capo? Così chiudiamo il cerchio Tiziano-Ostia antica-Fori-Kebab…
      Non fa ‘na piega!!!
      Pace e bene…

  3. Ernesto de Matteis says

    Partecipatecivisi!!!
    Non sai neanche copiare gli slogan, capo!!!
    Io, in quanto uomo (e che uomo, direbbe mia moglie…)(…almeno spero…) mi sa che a ‘sto giro non me la posso giocare. Vabbè…
    Spero in mia moglie…
    Io, comunque, spargo il verbo…
    Pax et bonum!!!

    • silviaceriegi says

      Ecco, ma perchè con te si deve sempre scompisciare da ridere??? io non commento e non giudico fino al 28/02… ci mancherebbe di influenzare anche l’Adry e di far credere che “ci gioco”…
      quindi in bocca al lupo a tutte…

  4. ideamamma says

    peccato che sia per sole donne perché mio marito avrebbe “gradito” molto questa meta 🙂
    motivazione? fare una GRANDISSIMA invidia a mio marito mentre io sarò li a mangiare KEBAP mentre lui mi guarderà da casa 🙂

  5. Valentina Gattei says

    Ho fatto tutto. Tutti gli step che erano richiesti. Mi manca questo, l’ultimo.

    Perchè vorrei andare a Instanbul?
    Perchè il sole sono sicura che splenderà quando ci arriverò, che la grande Moschea Blu mi lascerà senza fiato, che mangerò piatti locali a non finire e che mi innamorerò per sempre di questa città che nei miei sogni amo già e profondamente.
    Che passeggerò a testa all’insù, guarderò tutto con occhi nuovi, come fossero occhi di un bambino e splancherò la bocca per la meraviglia.
    Ecco perchè mi piacerebbe andare a Instabul…

  6. kialacamper says

    Non ci sono mai stata! Il mio sarebbe un viaggio dove potrei unire l’utile al dilettevole. Abituata a viaggiare in camper, potrei scoprire un B&B che altrimenti mai avrei la possibilità di provare. E poi l’utile: il preludio per un futuro lungo viaggio in Turchia!!!!

  7. doroty scisci says

    ricordo in particolare il giorno in cui,alle scuole medie,mi interrogarono sull’impero ottomano.sapevo tutto perfettamente,e quando terminai dicendo “e voglio proprio vederla un giorno questa istanbul,per assaggiare finalmente il lokum,non vedo l’ora!” la mia insegnante e tutto il resto della classe scoppiarono in una energica risata.indimenticabile!e ora,a distanza di quasi 20 anni da quel momento,desidero ancora la stessa cosa!

  8. Sara says

    Ciao Silvia,
    partecipo anche io e incrocio le dita.
    Riporto qui la motivazione per cui vorrei vedere Istanbul e per cui ho condiviso quella foto http://on.fb.me/11Qoq2K
    “Questo angolo di Istanbul ha tutta l’aria di essere uno di quei luoghi dove certe alichimie nascono e prendono il volo.
    Dove s’incontrano animi gentili con storie e tradizioni differenti dalla nostra, e si conversa amabilmente e con grazia del nulla così come degli aspetti più profondi della vita.
    Lo scambio, il senso ultimo del viaggio. Di qualunque viaggio.”

  9. polly674 says

    Tutto subito ho pensato “se mai vincessi io ci porterei il TenCol”. Poi però ho detto…ehhh no, viaggio per donne, ci porto la mia mamy. Perchè? Perchè è da tempo immemorabile che voglio fare un viaggio io e lei sole…e perchè sono certa che le piacerebbe rilassarsi all’hammam, cianciare tra donne e scoprire quel lato un po’ “orientale” che per le persone della sua generazione equivale a “misterioso”.

  10. LaRobi says

    E’ un po’ che questa città in qualche modo si insinua tra le pieghe della mia vita: a volte è un articolo su un giornale, a volte uno stralcio di conversazione ascoltato sul treno, a volte una parola detta da un’amica, (un’altra volta è un contest su FB 😉 )…non sono fatalista, anche se credo in certi segni del destino e mi sono convinta sempre di più che Instanbul avrà un significato speciale nella mia vita…sarà un incontro, un ricordo, un luogo, ancora non lo so. Spero di aver presto la possibilità di scoprirlo e in qualche modo di correre incontro al mio destino… e porterei con me Alice, la mia ‘non più tanto’ bimba, compagna di viaggio speciale…

  11. natascia baron says

    partecipo al concorso perché un weekend ad Istanbul, in questa città meravigliosa ed in questo b&b così bello, vivace e colorato, lo regalerei ai miei genitori, che l’anno scorso a causa della crisi lavorativa, hanno rinunciato alle loro vacanze per mettere sempre al primo posto le necessità mie e di mio fratello.

  12. miprendoemiportovia (@miportovia) says

    Condivido il mio perché anche qui:

    Perchè vorrei andarci e con chi?
    Con Luca, mio marito, per la nostra luna di miele col pancione e festeggiare così la grande e nuova avventura che ci aspetta, quella col “gamberetto”. E quale meta meglio di Instanbul? Instanbul come doppio, Instanbul come fascino, Instanbul come minareti, Instanbul come caos, Instabul come meticcio, Instanbul per sempre e per non dimenticarla più e rivederla un giorno anche insieme a lui.

  13. Laura says

    Ciao! A me piacerebbe vincere perché lo regalerei a mia sorella e perché un viaggio fatto con un fratello o una sorella è indimenticabile 🙂

  14. Jennika says

    L’amore per il viaggio, per la storia, il mondo antico… i profumi di una nuova terra…. come in una delle più belle favole antiche.. il sogno di una notte d’oriente…

  15. Nonsono Carmen says

    Nonsono Carmen vorrebbe “volare” A iSTANBUL con la mamma, perchè da mesi continua a sentirsi ripetere che “i tempi sono cambiati e noi pure”… e vorrebbe regalare a Imma la certezza che si sta sbagliando di grosso e che siamo ancora noi..
    compagne di vita per caso.. e di viaggio per SCELTA!!!
    E poi perchè solo immaginarla alle prese con menemen, sucuk, pastirma, borek, gozleme e Ayran mi fa già troppo ridere di gusto!!!

  16. Nonsono Carmen says

    Nonsono Carmen vorrebbe “volare” a Istanbul con la mamma 🙂
    perchè è da mesi che continua a sentirsi insistentemente ripetere che “i tempi sono cambiati e noi pure”… e vorrebbe regalare invece la certezza matematica che si stia sbagliando di grosso.. e che siamo ancora noi, compagne di vita per caso.. e di viaggio per SCELTA!!!
    E poi perchè solo immaginarla alle prese con menemen, sucuk, pastirma, borek, gozleme e Ayran mi fa già ridere di gusto!!

  17. Amina Sabatini (@amisaba) says

    “Uno degli aperitivi più belli della mia vita è stato sulla terrazza di un elegante (e costoso) bar di un albergo, a Istanbul, guardando il Bosforo all’ora del tramonto. Eh, sì, lo so che il tramonto sul Bosforo sarebbe una delle cose più romantiche al mondo, pare addirittura meglio di una gita in gondola, e pertanto andrebbe visto mano nella mano. E so anche che sarebbe opportuno che le suddette mani non fossero la vostra destra e la vostra sinistra, perché in quel caso non sapreste come tenere il bicchiere. Ma intanto io quell’aperitivo l’ho preso e quel panorama l’ho visto, respirato, inghiottito. Può darsi che mi capiti, un giorno, di tornarci con l’amore della mia vita. Così come può darsi che l’amore della mia vita soffra di vertigini e non ci voglia salire, su quella terrazza al ventesimo piano, e può darsi anche non ci sarà più un amore della mia vita. Ma quell’esperienza, quella sì, c’è. E resta. Ed è una cosa che mi fa piacere sapere, e raccontare.”
    dal libro Io viaggio da sola di Maria Perosino
    Ecco il motivo per cui mi piacebbe andare a Istanbul, anche da sola.

  18. Barby says

    Perchè dovrei vincere il viaggio ad Istanbul? perchè è da molto tempo che non viaggio con la mia migliore amica e un viaggio tra donne ad Istanbul sarebbe come fare un tuffo nel passato quando, più giovani e con più tempo libero, salivamo su treni e aerei per visitare città sconosciute totalmente all’avventura ma con la dovuta prudenza. Sarebbe meraviglioso lasciarsi trasportare dai colori, dai profumi e dalle tradizioni di una città che sembra così lontana da noi e che solo visitandola si può capire se è veramente così lontana dai nostri usi e costumi.

  19. Federicasole says

    Ciao Silvia, partecipo con un bel post che poi condividerò su facebook!Sono fan di entrambe le pagine!Non ci crederai ma ne parlavo proprio pochi giorni fa a mio marito del desiderio di vedere Istanbul )lui c’è già stato per lavoro). Se vincerò, partirò con la mia migliore amica che vorrebbe fare un viaggio insieme da tanto, come ai vecchi tempi!Condividerò anche sul blog del mio bed and breakfast!:-)
    A presto

  20. Graziella says

    Vorrei poter varcare quel ponte verso l’oriente. Assaporare quei profumi che sanno di culture lontane e poter trascorrere questi giorni con la mia amica Simona … Grazie, in ogni caso, per le immagini e per il viaggio che posso fare cliccando su delle pagine web.

  21. antonella says

    Sono stata ad Istanbul per lavoro, come tour leader in una vita precedente, e quindi ho pochi ricordi dato che quando lavori pensi sopratutto a far godere la vacanza piuttosto che a godertela tu (ovviamente). I pochi ricordi che ho sono abbaglianti: il Corno d’Oro, le bancarelle con le spezie, i negozi che vendevano perline di vetro o i fili da ricamo, la Moschea Blu, le ceramiche, il Topkapi..
    In qualche modo ci tornerò e ci voglio tornare non con una donna però, ma col mio compagno di viaggi e di discussioni: un modo per celebrare la festa della donna è anche condividere qualcosa con chi ti fa sentire ‘persona’ prima che donna (ma anche donna!)

  22. Silvia says

    Inanzitutto complimenti per questo bellissimo contest!!! Non tanto per il viaggio in sè che si può vincere (che ben venga, ce ne fossero!^_^), ma per l’idea che c’è dietro, per la voglia di far conoscere una città partendo dall’esperienza diretta di una persona che ci vive ogni giorno. E’, la mia, la nostra (quella del programma radiofonico “In viaggio con Inish e Pàl”) filosofia, secondo la quale se vuoi davvero conoscere una città, devi partire da chi la abita,perchè loro sono i detentori di tutti i segreti di quel luogo, e che nessuna guida in commercio potrà svelarti. Quindi il motivo per cui mi piacerebbe vincere questo questo weekend ( con Pàl, la mia dolce metà) è direi abbastanza chiaro: sarebbe un modo per arricchire il bagaglio dei nostri insoliti viaggi “radiofonici”, per scoprire un’insolita Instabul, carpirne i segreti che solo una local può regalarti, grazie a ” La casa dell’adry.giro turistico a Istanbul” e scoprire una sistemazione diversa dal solito hotel, dal pacchetto triste e noioso del “tutto incluso”: “La Casa dell’Adry son sicura che sia un b&b particolare, che può regalarti un’atmosfera e una visione speciale sulla città. Insomma vorrei scoprire l’anima vera di questa città che non ho mai avuto la fortuna di visitare, e vorrei farlo come una viaggiatrice curiosa di conoscere, sperimentare sapori del luogo, parlare con le persone che la abitano tutti i giorni e magari riuscire a portare con me un pò di tutto questo , una volta tornata a casa e raccontarlo e condividerlo con chi ha la mia, la nostra, stessa passione.

  23. Francesca Loveredhair says

    Partecipo molto volentieri! ecco il link https://www.facebook.com/CenerentolaInnamorataDelMaso/posts/250266751774372
    La mia motivazione può sembrare breve e “monotona” ma dietro a quelle parole c’è un mare di profondità… io e mio marito non abbiamo mai potuto fare la luna di miele e non abbiamo mai avuto occasione di fare un viaggio “a due”… rimandiamo sempre: la bambina, i soldi, il lavoro,il tempo… Magari vincere questo week end ci farà scattare la molla per farne tanti altri insieme ^^

  24. caterina says

    partecipo e condivido qui https://www.facebook.com/katherinewheel89/posts/255893797878946

    Non posso taggare la persona che ci porterei perché non ha fb 🙂
    ma se solo vincessi…sarebbe un biglietto per il paradiso! purtroppo sono senza lavoro ed è un lusso concedersi una pizza il sabato sera, figuriamoci un viaggio… ma sarebbe un’esperienza meravigliosa da condividere! ho i brividi solo ad immaginarlo! le ore più romantiche e travolgenti che io possa desiderare! un posto da sogno con l’uomo che mi ha restituito il sorriso.
    HIhi me ne andrei con gli occhi sgranati in giro per la città, memorizzando ogni singolo istante, assaggiando e respirando un posto nuovo che probabilmente mai avrei occasione di vedere altrimenti.
    credo che i viaggi siano i momenti migliori della vita… vorrei potermene godere di più, ma le circostanze non permettono la maggior parte delle cose che vorrei.
    leggendo di questa chance..non potevo davvero fare a meno di provarci! ^.^ dita di mani e piedi incrociate.
    Grazie per la speranza 🙂

    Kate89_greenday@msn.com

  25. Valentina says

    vorrei vincere questo viaggio con il mio ragazzo perchè abitiamo distanti (Piemonte-Sardegna) e x i vari impegni di studio e lavoro ci vediamo molto poco…quindi sarebbe un’occasione per riuscire a fare un viaggio insieme noi due da soli e passare dei bei momenti per costruirci un bellissimo ricordo!

  26. Ernesto de Matteis says

    Mia moglie, timida e riservata, alla fine ha ceduto:
    ecco il motivo per cui vorrebbe vedere Istanbul…
    Мені ще ніколи не доводилось побувати в Туреччині, яка славиться своєю гостинністю. На карті світу вона розташована навпроти України, на іншому боці Чорного моря. За старовинними переказами, українська жінка Роксолана яка була захоплена в полон кримськими татарами, на невільничому ринку сподобалася одному візирю, який вирішив подарувати її молодому султану Сулейману. Вона зуміла заполонити серце турецького султана. Сучасна Туреччина славиться національною кухнею, старовинними храмами та мечетями, виготовленням коврів, кожен орнамент яких означає культуру турецького народу, славиться також вирощуванням квітів, яким придається особливе значення. Жінки цієї країни є одні з найвродливіших і до того вони ще й талановиті танцівниці. І ще багато чого цікавого можна побачити та почути, коли побувати на одному з самих популярних курортів на середземному побережжі …
    …come dite?
    Non sapete leggere il cirillico?
    In sintesi è la storia di una donna ucraina, come mia moglie, Roksolana, che venne venduta come schiava al sultano turco e ne conquistò il cuore tanto da divenirne la potente moglie.
    Le ho spiegato che io non sono nè ricco, nè sultano, nè tantomeno turco…
    Pax et Bonum!!!

  27. mirella says

    vorrei vincere un viaggio ad instanbul perchè non l’ho mai vista e farei una sorpresa al maritino …anzi meglio ad una mia amica…basta solo aperitivi al volo!

  28. Mery Giorgi says

    Una persona importante, l’ultima volta che ci siamo visti, mi ha mostrato
    le foto del suo viaggio a Istambul…è così riuscito (tutto baldanzoso) a farmi vedere la sua donna.
    Mi piacerebbe andare là con la Giuly (grande amica, con la A maiuscola) e brindare di fronte al Bosforo a quella persona che mi ha spezzato il cuore e dimenticarmelo per sempre, sarebbe ora. ^_^

  29. Fiore di neve says

    Inutile scrivere poemi di motivazioni.. Adoro quel posto e mi piacerebbe andare in compagnia di mio fratello.. passare finalmente un pò di tempo con lui.. dato il poco tempo fra lavoro ed altro che ci è concesso 🙂

  30. Stefania says

    Istanbul è la città nel mio cuore, l’atmosfera è magica e familiare allo stesso tempo. Esperienza deliziosa è gustare un Balik Ekmeks al porto di Istanbul la domenica e mischiarsi alle famiglie turche sedute ai tavolini di legno. Gustare il chai con due zollette di zucchero e deliziare il palato con un baklava appena sfornata; passeggiare per le strade del centro sgranocchiando una pannocchia arrostita; coprirsi il capo con un foulard dai colori stupendi dell’azzurro e viola per visitare una delle bellissime moschee cittadine, sorseggiare una tazzina di caffé turco e farsi leggere il futuro nei fondi di caffè rimasti in fondo alla tazza; fermarsi a chiacchierare delle ore coi veditori di arazzi e tappeti, gustando la loro gradita (spesso non disinteressata 😉 ospitalità…Tutto questo e molto di più vorrei regalarlo a mia mamma Sandra per i suoi 60 anni, un’esperienza unica e indimenticabile.

  31. Giovy says

    Vediamo se riesco a commentare 🙂
    Istanbul è uno dei miei sogni ma è molto dura per me pensare a prendere il volo 🙁
    Ti supporterò in ogni caso perché le tue iniziative sono sempre degne di nota.

  32. valentina says

    Perchè vorrei vincere Istambul ? Semplicemente per trascorrere una vacanza indimenticabile che rimarrà sempre nel mio cuore e solo una città magica come Istambul lo può fare!

  33. casa dell'Adry Istanbul says

    ragazzeeee….ciao! sono qua alle prese con tutti i vostri commenti e motivazioni,difficile scelta…però se non condividete la foto sui vostri profili e con la scelta “pubblico” non riesco a leggere le vostre motivazioni…..

  34. antonia says

    La mia motivazione è dentro queste parole 🙂

    Accompagnami a riempire di storie
    L’aperitivo e il the,
    La mia Istanbul distante
    Suona la melodia del desiderio
    Drappeggiata di colori
    Il vuoto del l’assenza.
    Balliamo Istanbul come ieri
    Come oggi
    Che i futuri non li vedo, non li rincorro
    Li vivo

  35. Lois ! says

    Due giovani , carine e soprattutto disoccupate !!! a distanza di 10 anni la storia si ripete !! e con un viaggio apriamo la mente a nuovi orizzonti … chissà magari finiamo a vivere là !!

    “Ho viaggiato nel freddo
    Senza volto senza età
    Pilotando un
    Corpo senza guida a Istambul,
    Istambul
    Istambul baluardo sacro per
    L’ incrocio delle razze degli uomini brucerà
    L’ ho cercato nel freddo
    Se ne stava solo là
    Il mio volto nel fango di Istambul,
    Istambul Istambul baluardo sacro per
    L’ incrocio delle razze degli uomini brucerà
    Istambul, Istambul
    Forze oscure in Istambul
    Istambul, Istambul
    Forze oscure in Istambul
    Istambul, Istambul ”
    ( Istanbul – Litfiba )

  36. marina says

    Andare a Istanbul per me sarebbe un sogno, un bellissimo sogno. Vista la mia età, spero che questo sogno si realizzi al più presto. Non so ancora a chi, se vincessi questo favoloso we, offrirei la possibilità di venire con me: molto probabilmente, non volendo deludere nessuno, affiderei la scelta al caso…

  37. Anna Buganè says

    Ci sono finestre da cui si vede il mondo, e questa parte di mondo mi piacerebbe vederla con la mia anima gemella Silvia, amiche da 20 anni.
    Mi piacciono le città e mi piacciono le case, mi piace quando qualcuno apre la porta di casa e ti fa entrare nel suo mondo.
    Mi piace quando le città diventano case, solo più grandi, dove tutti si sentono accolti, mi pace quando le case diventano città e contengono mille mondi e mille persone.
    Noi siamo pronte a partire, sempre e ovunque, ci piacerebbe essere ospiti discrete e curiose della città, Istanbul e della casa, quella dell’Adry.

  38. susanna says

    Perchè andare ad Istanbul? perchè “vedere” il mondo ogni tanto, annusarlo, respirarlo a pieni polmoni è la miglior “consolazione” a una vita di sacrifici.

  39. Lucia says

    Copio così come ho condiviso la foto (così può leggere anche Adry):

    La motivazione la trovo nelle parole di Orhan Pamuk, i cui libri mi affascinano:
    “A Istanbul, a differenza di quanto succede nelle città occidentali con le vestigia dei grandi imperi del passato, i monumenti storici non sono reliquie protette ed esposte come in un museo, opere di cui ci si vanta con orgoglio. Qui le rovine convivono con la città. Ed è questo ad affascinare viaggiatori e scrittori di viaggi.”
    E questo è quello che vorrei respirare ad Instanbul.

  40. Erika Montagnino says

    Vorrei andare ad Istambul per mostrare a chi vorrei portare con me (Andrea Braghero), che esiste un mondo al di fuori dal nostro. Qualcosa che è sicuramente diverso ma fantastico a suo modo, in un modo che noi non conosciamo ma, forse, potremmo scoprire. Cerco di trovare nuovi punti fermi per osservare quello che ci circonda, scoprire quel cielo, che dicono si componga di mille cieli assieme e magari riuscire per una volta davvero a spiegargli quello che con le parole non riesco. C’è tutto un mondo da vedere e la Turchia ha un sapore ineguagliabile. Aspiro a mostrargli “La Città”, passeggiare per ogni via e scoprire ogni segreto, sapore o profumo. Desidero solo lasciargli un regalo che possa andare al di là del tempo.

  41. profangelucci says

    Poi non ho (ri)scritto la motivazione (misteriosamente scomparsa) con cui vi chiedevo di regalarmi un we a Istanbul (assieme all’uomo con il quale sono quasi tre anni che ci rincorriamo). M’era costata fatica emotiva scriverla e perciò ho tentennato tanto a rifarlo. Ormai sarà pure tardi ma ve la ripropongo (asciugata): viaggiare è una delle cose che mi piace di più al mondo. Viaggiare da viaggiatore, non da turista. L’ho scoperto da piccola girando per il Peleponneso con gli zii, ne ho avuto conferma andando a fare il muratore nel cuore della Tanzania a 20 anni, e poi girando il Belgio con un’amica pochi anni dopo. Per mille motivi assurdi eppure così reali ho finito per viaggiare pochissimo negli anni successivi e sento di aver bisogno di una “spintarella” per rimettermi in moto e lanciarmi nel meraviglioso mondo dello scambio-casa… Ecco, forse questo we regalato a Instanbul potrebbe essere la spintarella che mi ci vuole… La vita ricomincia a 40 anni, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 1 =

Fai l\'operazione indicata *