Una, dieci, mille volte Venezia (in due giorni)

Proprio grazie al contest di Trippando e Pranzo di famiglia ho potuto trascorrere qualche giorno nell’incantevole e unica Venezia.

Scorci di Venezia

Una, dieci, mille volte Venezia, perchè in ogni angolo questa città è diversa, magica, desolata o affollata. Mi ha stretto il cuore per la meraviglia e, allo stesso tempo, mi ha lasciata perplessa. MI ha fatto innamorare e sentire come su una giostra che gira troppo veloce.

Venezia

Ecco cosa sono riuscita a scoprire in due giorni a Venezia.

Ghetto Ebraico

San Marco
Il sestiere di San Marco pullula di monumenti grandiosi come la Basilica, il Campanile e Piazza San Marco. Andateci presto o verso sera, per cercare di evitare la folla di turisti e le lunghe file. In ogni caso quando la vedrete per la prima volta stenterete a credere reale tanta meraviglia. Eppure è così, Venezia è magicamente splendida. Su Piazza San Marco si affaccia anche la Torre dell’Orologio, un vero capolavoro. Oggi è possibile visitarla anche all’interno per cercare di capirne i meccanismi.

San Marco

San Polo
In questo sestiere si trovano il colorato mercato di Rialto dove è bello perdersi per un poco tra cataste di frutta e pesci disposti ordinatamente sulle bancarelle. Sempre qui si trovano il Ponte di Rialto, da cui si gode di una vista spettacolare sul Canal Grande e il più modesto Ponte delle Tette.
Si trova in una zona meno affollata del sestiere e racconta qualcosa della storia che ancora oggi si respira nell’aria, tra le sue calli. Il ponte è così chiamato perchè qui le prostitute si affacciavano a seno scoperto dalle finestre delle loro case. Sempre in questo quartiere si trovano, alla Scuola Grande di San Rocco, alcune opere di Tintoretto e alla Chiesa di Santa Maria Gloriosa dei Frari potrete ammirare un’incantevole Madonna di Tiziano.

San Polo

Canal Grande
Il Canal Grande è la “via” principale della città. Palazzi magnifici, musei, ponti e tutta la vita di Venezia scorre a lato delle sue placide acque. Di notte le luci si riflettono nel nero del Canale e illuminano lievemente il nero del cielo. Lo spettacolo è da occhi spalancati per la meraviglia, stringete forte la mano di chi vi è vicino e lasciate vagare lo sguardo. Non esiste, al mondo, un luogo più incantevole. Non esiste.

Canal Grande

Cannareggio
E’ una Venezia autentica che vi attende in questo sestiere. Callette con piccole botteghe e osterie, fornai che spandono nell’aria il profumo buono del pane ancora caldo, signore con pesanti borse della spesa che arrancano verso la loro meta e voi. Nel silenzio dei vostri passi che risuonano sordi in calli finalmente deserte. E poi d’un tratto il Ghetto ebraico con il suo campo asimmetrico e così fascinoso.

Burano
In questa isola a 40 minuti di vaporetto da Venezia, le case sono dipinte con mille colori differenti. Macchina fotografica alla mano, passeggiate a testa in su e lasciatevi conquistare dall’euforia di un tale arcobaleno.

Burano

Perdersi a Venezia
Lo consigliano tutti, dalle guide turistiche a qualsiasi blog che leggerete. Perdetevi a Venezia. Solo così scoprire calli tanto strette da poterci passare uno alla volta, piccoli campielli dove i bambini giocano sereni, minuscole osterie dove bere un prosecco senza spendere una follia. Scoprirete Venezia, la magica.

Venezia di notte

Photo credit: Valentina Gattei

Related posts

7 thoughts on “Una, dieci, mille volte Venezia (in due giorni)”

  1. venezia la città degli innamorati! =) l’adoro

    1. E già Lina, insieme a Parigi la trovo una delle città più romantiche del mondo 🙂

    2. Valentina Gattei

      Eh già Lina, insieme a Parigi la trovo una delle città più romantiche del mondo 🙂

  2. Brava Valentina,
    Venezia è proprio questo… ed altro ancora!!!
    Il belllo della città lagunare è proprio il suo essere tante.
    Il silenzio delle piccole calli è comunque falso, perchè l’acqua rumoreggia continuamente.
    Il buio che la avvolge nella notte è caldo, tante sono le luci che si accendono qua e là ad illuminare monumenti, giardini, piazzette, umili case.
    Venezia è Venezia.
    E non ce n’è altra…
    Pace e bene…

    1. Valentina Gattei

      Per ogni persona c’è una “sua” Venezia, io come sempre, ho cercato di raccontare la mia 🙂

  3. Brava Valentina, hai fatto bene a perderti a Venezia! Così hai potuto scoprire calli della città autentica, che racconto anche nel mio blog. Ti aspetto! 🙂

    1. Ciao Kia,
      grazie a te per esserti presa il tempo di leggermi. Non mancherò di certo di fare un salto sul tuo blog! Buon lunedì 🙂

Leave a Comment

12 − quattro =

Fai l\'operazione indicata *