Weekend a Parigi: cosa vedere e fare a Parigi in 3 giorni

Spread the love

Non mi dite che un weekend è troppo poco per visitare Parigi. Sono pochi anche cinque giorni, una settimana o di più. Parigi è una delle città più incantevoli del mondo; è la meta della mia luna di miele (10 giorni e quando siamo tornati a casa avremo avuto subito voglia di ripartire); i giorni non bastano mai per godere della Ville Lumière, ma bisogna sapersi accontentare. E rimandare il resto ad altre volte.

I migliori periodi per visitare Parigi

Ogni momento è buono per visitare Parigi. Io ci sono stata in tutte le stagioni tranne l’autunno e Parigi è sempre magica. In ogni stagione c’è un fascino diverso e qualcosa di particolare da scoprire, ma Parigi è Parigi. Soprattutto se si è innamorati.

Dove alloggiare per un weekend a Parigi

Dato che il weekend è breve, io vi consiglio di scegliere una posizione centrale. Personalmente, sono legata all’Hotel Gamont Opera, dove ho trascorso la mia luna di miele. Considerate che a Parigi gli hotel hanno solitamente camere molto piccole. Ma siete a Parigi, mica andate per stare in camera, vero?

Cosa vedere in un weekend a Parigi

Se avete due giorni pieni, io direi di suddividerli così: un giorno dedicato a girare la città a piedi, magari con qualche tratto in metro, e un giorno dedicato ai musei.

Passeggiate da fare a Parigi

Ci sono quattro passeggiate da fare assolutamente a Parigi, in altrettanti quartieri che meritano una visita o un ritorno. Si tratta della Rive Gauche della Senna, per sbirciare tra le piccole bancarelle verdi in cerca di libri, spartiti o semplicemente cianfrusaglie fa entrare nel clima della Parigi autentica. Quella delle Bohème. Quella dell’ ‘800.

Si tratta del Marais, uno dei quartieri più alla moda di Parigi, con le sue brasseries ed i caffè dove sedersi a mangiare o bere qualcosa e la splendida Place des Vosges, zeppa di gallerie d’arte. Ma camminare fa bene. e allora allungate il vostro giro, vagabondando fino alla splendida piazza del Comune.

Un’altra passeggiata da fare è quella della Parigi un pò decadente di Montmartre, da cui si può ammirare il resto della città. La Parigi degli impressionisti, con i piccoli negozi d’arte, i locali etnici. Anche e soprattutto questa è Parigi.

E poi c’è la Dèfense, il quarteire più moderno di Parigi, con palazzi vetro-e-acciaio, strutture bellissime, ben organizzate sia dal punto di vista architettonico che di servizi. Assolutamente da vedere!

I musei di Parigi

Se non siete mai stati a Parigi, i musei d’obbligo sono Louvre e Orsay. In una giornata non riuscirete a vederli entrambi, ma i biglietti saltafila di Musement vi sono d’aiuto per annullare i fastidiosi tempi d’attesa. Scegliete quello che è più nelle vostre corde e godetevelo. Entrambi hanno caffetterie all’interno, percui potete farvi una bella passeggiata e poi godervi il museo che avete scelto nelle ore centrali, con tanto di pausa pranzo all’interno.

Se conoscete già questi due musei, vi suggerisco il Beaubourg e l’Opera Garnier, davvero molto più bella di quanto uno si possa immaginare. In cerca di altre idee o indicazioni sui muesi parigini? Leggete qui:

Louvre, Orsay, Beaubourg, Opera e Versailles: 5 musei da non perdere a Parigi

Gli imperdibili di Parigi

Appena arrivate a Parigi, a qualsiasi ora arriviate, c’è Lei che vi aspetta: la Tour Eiffel. È lei l’imperdibile di Parigi, quella a cui avvicinarsi subito, appena arrivati in città.

Parigi di sera e la vita notturna

Parigi non si ferma mai e la notte assume un fascino speciale. Godetevela a piedi e, se il vostro budget ve lo permette, concedetevi uno spettacolo in uno dei tanti club della capitale!

 

Related posts

Leave a Comment

3 × uno =

Fai l\'operazione indicata *